Che cos’è l’Adaptive Sync in un monitor

Adaptive Sync

Se hai acquistato un monitor di ultima generazione sicuramente hai trovato tra le caratteristiche qualcosa chiamato DisplayPort Adaptive-Sync. In questo articolo troverai tutto ciò che devi sapere e su come è diverso da FreeSync e G-Sync.

Il problema con le frequenze di aggiornamento fisse

I vecchi monitor funzionavano tradizionalmente con una frequenza di aggiornamento fissa (ad esempio, 60 Hz), il che significa che aggiornavano lo schermo un determinato numero di volte. Di conseguenza, i consumatori vedevano artefatti come tearing e stuttering dello schermo se la scheda grafica del computer spingeva i fotogrammi a un intervallo diverso rispetto alla frequenza dei fotogrammi del monitor.

Lo screen tearing si verifica quando i frame rate di output della GPU sono superiori alla frequenza di aggiornamento del monitor. Di conseguenza, non è in grado di tenere il passo con i fotogrammi in arrivo e visualizza parti di due fotogrammi contemporaneamente, il che sembra una lacrima sullo schermo. D’altra parte, la balbuzie è causata quando i fotogrammi vengono ripetuti o saltati. Questo di solito accade quando i frame rate della GPU scendono al di sotto della frequenza di aggiornamento del monitor.

Frequenza di aggiornamento variabile

Per combattere questi artefatti, i produttori hanno sviluppato  tecnologie a frequenza di aggiornamento variabile detta anche VRR per i monitor. Una di queste tecnologie è DisplayPort Adaptive-Sync, comunemente denominata Adaptive-Sync.

Sviluppato da Video Electronics Standards Association (VESA), Adaptive-Sync consente l’implementazione di VRR sulle interfacce DisplayPort e DisplayPort integrate. Come suggerisce il nome, Adaptive-Sync sincronizza dinamicamente la frequenza di aggiornamento di un monitor con la frequenza dei fotogrammi di rendering della GPU. Inoltre, è senza soluzione di continuità, quindi non incontri artefatti.

Le tecnologie VRR come Adaptive-Sync sono più comunemente associate ai giochi. La frequenza dei fotogrammi in uscita di un gioco può variare ampiamente a causa della potenza di calcolo di una GPU e della complessità di una scena. Detto questo, Adaptive-Sync è utile anche per preservare la potenza dei dispositivi alimentati a batteria, come i laptop. Ad esempio, quando i laptop mostrano contenuto statico, Adaptive-Sync riduce la frequenza di aggiornamento del display al minimo possibile, risparmiando così energia. Inoltre, i computer possono utilizzarlo per la riproduzione senza interruzioni di un video a qualsiasi frame rate.

Come utilizzare l’Adaptive Sync

Per poter utilizzare questa funzione avrai bisogno di un display compatibile con Adaptive-Sync, una GPU compatibile, i driver necessari per utilizzare Adaptive-Sync. I produttori di monitor in genere menzionano il supporto Adaptive-Sync nelle specifiche. Tuttavia, anche quando non si parla di Adaptive-Sync, se il monitor supporta FreeSync e ha una DisplayPort, funzionerà con la tecnologia, poiché FreeSync di AMD è basato su di essa.

Le GPU compatibili includono le GPU AMD compatibili con FreeSync, le GPU compatibili con G-Sync di NVIDIA e le iGPU Intel con supporto Adaptive Sync.

Se ne hai uno, puoi abilitare Adaptive-Sync sulla tua macchina andando al centro di controllo della GPU e modificando le impostazioni di visualizzazione. Tutti i PC Windows con hardware compatibile e i Mac più recenti supportano Adaptive-Sync.

Cosa vuol dire V-Sync?

V-Sync o sincronizzazione verticale è la tecnologia originale introdotta dai produttori di GPU per correggere lo strappo dello schermo. Sebbene V-Sync combatta con successo lo screen tearing limitando il frame rate di output di una GPU in modo che corrisponda al refresh rate di un monitor, non è perfetto. Ad esempio, se la frequenza dei fotogrammi di output della GPU scende al di sotto della frequenza di aggiornamento del monitor, V-Sync tenta di abbinare la modifica ripetendo il fotogramma precedente, ma ciò si manifesta come un ritardo visivo e delle prestazioni .

Ancora una volta, le moderne tecnologie VRR come Adaptive-Sync funzionano in modo molto diverso. Invece di limitare la frequenza dei fotogrammi della GPU, regolano dinamicamente la frequenza di aggiornamento del monitor in modo che corrisponda alla frequenza dei fotogrammi.

Adaptive-Sync vs AMD FreeSync e NVIDIA G-Sync

Sebbene Adaptive-Sync, FreeSync e G-Sync siano tecnologie VRR, presentano diverse differenze. Ad esempio, Adaptive-Sync di VESA è uno standard aperto, ma è relativamente scarno in termini di funzionalità. In poche parole, può abbinare la frequenza di aggiornamento del display con la frequenza dei fotogrammi in uscita di una GPU, ma niente di più. Poiché è uno standard aperto, tuttavia, non richiede hardware speciale, il che lo rende facile da implementare per i produttori.

D’altra parte, G-Sync è una tecnologia proprietaria NVIDIA. Ha più funzionalità di Adaptive-Sync, come la capacità del display di compensare o sovraccaricare il tempo di risposta al volo per evitare ghosting o ghosting inverso. G-Sync può anche raddoppiare i fotogrammi quando la frequenza dei fotogrammi in uscita scende al di sotto della frequenza di aggiornamento minima del monitor. La tecnologia NVIDIA può ottenere tutto questo grazie al modulo G-Sync integrato nei monitor supportati. Sfortunatamente, la necessità di hardware specializzato aumenta il costo di questi dispositivi.

AMD FreeSync si trova nel mezzo delle tecnologie VESA e NVIDIA VRR. È basato su Adaptive-Sync ma include alcuni dei suoi miglioramenti, come il supporto per HDMI. 

Altri articoli che ti possono interessare:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui