HomeNews FotografiaAnnie Leibovitz con IKEA per fotografare l'autentica vita domestica

Annie Leibovitz con IKEA per fotografare l’autentica vita domestica

Annie Leibovitz e la Settimana della Moda di Parigi rappresentano una combinazione perfetta… ma cosa c’entra IKEA? Sorprendentemente, questi tre elementi si uniranno in un’esposizione prevista per la fine del mese.

L’evento esporrà una collezione di ritratti realizzati da Annie Leibovitz e si terrà durante un festival di quattro giorni denominato IKEA+, programmato dal 29 febbraio al 3 marzo presso il 28 Rue de Lappe, nel cuore di Parigi.

Questa iniziativa nasce in seguito alle scoperte del Life at Home Report di IKEA, il quale ha evidenziato che “il 48% delle persone in tutto il mondo non si sente rappresentato dai media nella propria vita domestica”. In risposta, IKEA ha lanciato il suo primo programma di residenza artistica, unendosi a Leibovitz per stimolare il cambiamento e promuovere l’autenticità.

Più di 37.000 individui provenienti da 38 nazioni hanno partecipato all’indagine, condividendo le proprie percezioni domestiche e il significato personale di “casa”. La relazione delle persone con la propria abitazione si è profondamente trasformata negli ultimi cinque anni, influenzata da fattori come la pandemia e la situazione economica attuale. “I media tendono a presentare abitazioni considerate ‘ideali’ dalla società, ma questa visione non risuona con molti di noi”, riporta lo studio.

Yusuke Onimaru(Credito immagine: Annie Leibovitz)
Yusuke Onimaru(Credito immagine: Annie Leibovitz)

IKEA sostiene che “ognuno merita di essere rappresentato”, ed è per questo che ha commissionato a Annie Leibovitz la realizzazione della serie di ritratti “This Life at Home”. Il viaggio di questa celebre fotografa nel progetto si è focalizzato sulla cattura dell’autentica vita di tutti i giorni in diverse famiglie, di varie culture e provenienze, immortalando le loro storie e il loro rapporto con la casa.

Allontanandosi dai suoi soliti lavori con le celebrità, Leibovitz non ha utilizzato set fotografici o stilisti: ha ritratto “persone reali, nelle loro vere vite”. Questi nuovi ritratti richiamano le sue opere iniziali, mescolandole al suo stile unico e riconosciuto a livello globale. Questa modalità di ritrattistica è la sua preferita, poiché l’autenticità crea una connessione profonda con chi guarda, rendendo il messaggio ancora più potente.

Per il progetto, Leibovitz ha visitato 25 abitazioni in 7 paesi, producendo 25 ritratti che verranno esibiti durante l’evento IKEA+. Tra le immagini, vi è quella di Yusuke Onimaru nel suo studio domestico in Giappone. “Lo studio non è un luogo confortevole, ma uno spazio di tensione”, spiega Onimaru. “È come se fosse il mio palcoscenico. Ogni volta che vi entro, devo scavare in profondità per tirar fuori tutto ciò che ho dentro.”

Maria Arrechea(Credito immagine: Annie Leibovitz)
Maria Arrechea(Credito immagine: Annie Leibovitz)

Un altro ritratto riguarda Maria Arrechea, nella sua abitazione in Germania, evidenziando le diverse concezioni di “casa”. “Non mi disturba se qualcuno vive nella mia stanza”, afferma Arrechea, riflettendo sulla corrente crisi dei costi abitativi. “Ci sono molte persone nel mondo in cerca di un rifugio, quindi è un gesto bello poter aiutare. E conosco il significato di cercare una casa.”

Oltre alla serie “This Life at Home”, l’esposizione IKEA+ mostrerà anche il lavoro di sei fotografi emergenti, che hanno beneficiato della guida di Leibovitz durante la sua residenza. Il festival di quattro giorni IKEA+ promette di essere un appuntamento da non perdere, con una celebrazione che unisce artisti di fama internazionale a talenti locali nel campo della musica, dell’arte e del design.

Annie Leibovitz è una vera artista nel suo campo, e raccontare una storia così significativa attraverso l’obiettivo di una fotografa del suo calibro attirerà sicuramente l’attenzione sul messaggio principale della rappresentazione. Per maggiori informazioni su IKEA+ visita il sito ufficiale del brand in Francia.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI