Antialiasing: Cos’è e Come Risolverlo

Che cos'è aliasing? Esiste un filtro per evitare questo disturbo? Si può correggere in post-produzione?

Antialiasing

Hai mai notato degli strani artefatti nelle tue fotografie? Si nota soprattutto quando fotografi dei vestiti o oggetti con una gamma cromatica particolare. Ecco allora questo è l’articolo che fa per te, imparerai cos’è l’aliasing e come prevenirlo o risolverlo grazie all’antialiasing per evitare di rivedere questo fastidioso problema!

Strano ma vero, ma l’aliasing non è qualcosa che riguarda solo i fotografi anche i gamer ne soffrono parecchio.

Comprendere l’anti-aliasing in fotografia

Se trovi motivi strani o cambiamenti di colore in alcune parti delle tue immagini, potresti avere a che fare con l’aliasing.

Il sensore di una macchina fotografica è formato da una griglia in cui ogni quadratino rappresenta un pixel. Le linee verticali e orizzontali sono facili da fare su queste griglie poiché occupano una colonna di pixel quadrati perfettamente allineati uno sopra l’altro: non c’è problema.

Tuttavia, se vuoi rappresentare una linea diagonale o curva, i pixel non saranno più allineati l’uno sull’altro in modo uniforme: vedrai i bordi di ogni pixel. Queste linee sembreranno una scala.

Puoi vedere come alcune cose del mondo reale possono rappresentare un problema se tradotte in una griglia digitale. I piccoli modelli sono particolarmente impegnativi in ​​questo senso.

Ecco perché a volte il sensore della fotocamera li traduce come linee ondulate o strani cambiamenti di colore: questi sono gli artefatti noti come aliasing.

Che cos’è un filtro anti-aliasing?

Alcune fotocamere sono dotate di un filtro anti-alias chiamato OLPF (filtro ottico passa-basso). Fondamentalmente, introduce una piccola quantità di sfocatura per evitare di catturare abbastanza dettagli in piccoli modelli per creare qualsiasi aliasing.

È un filtro fisico che viene fornito nel sensore di alcune fotocamere digitali: alcuni modelli di fascia alta ti consentono di scegliere se lo desideri con o senza.

Vale la pena usare i filtri anti-aliasing?

Avere un filtro anti-alias rende sicuramente le cose più facili se è un problema che affronti spesso. Tuttavia, ad alcuni fotografi non piacciono perché preferiscono immagini più nitide.

Se fotografi paesaggi o immagini della natura, raramente troverai aliasing, quindi puoi scegliere una fotocamera senza OLPF. Tuttavia, se fotografi ritratti o fotografia di moda, architettura e interni, potresti trovare utile questo filtro.

In ogni caso, ci sono diverse tecniche per evitare l’aliasing durante le riprese e molte altre da sistemare in post-produzione. Quindi, probabilmente sarai in grado di vivere senza un filtro anti-alias indipendentemente dal tipo di fotografia che fai.

Come correggere l’aliasing durante uno scatto

  • Usa una fotocamera ad alta risoluzione: quando la risoluzione del sensore è più alta, ha meno problemi a gestire i dettagli da piccoli modelli che di solito creano aliasing.
  • Utilizzare una fotocamera con un OLPF: alcune fotocamere includono un filtro passa basso ottico che sfoca leggermente l’immagine per ridurre i dettagli in piccoli modelli che causano l’aliasing. 
  • Scatta con un numero f piccolo: la diffrazione dell’obiettivo si verifica quando la luce passa attraverso un’apertura ridotta; ecco perché numeri f piccoli possono sfocare leggermente un’immagine. La perdita di nitidezza può aiutarti a evitare o almeno a diminuire l’aliasing.
  • Muoviti: l’aliasing è spesso causato dalla distanza o dall’angolazione con cui stai scattando la foto. Se vedi un elemento che crea qualsiasi tipo di artefatto a causa dell’aliasing, prova ad avvicinarti ad esso. Se questo non è abbastanza, cambia l’angolo finché non trovi una posizione in cui non lo vedi.

Come correggere l’aliasing in post-produzione

  • Ridimensiona la tua immagine: il ridimensionamento di un’immagine a volte può ridurre e persino risolvere un problema di aliasing. Tieni presente che funziona anche al contrario: se hai un’immagine senza moirè o aliasing e la ridimensioni, puoi creare il problema. 
  • Aggiungi un filtro Riduci disturbo: utilizzando Photoshop, puoi aggiungere un filtro chiamato Riduci disturbo.
  • Aggiungi un filtro sfocatura: quando aggiungi una leggera sfocatura, puoi correggere i problemi di aliasing sulla tua immagine: funziona come il filtro anti-alias nella fotocamera. La sfocatura gaussiana ti dà molto controllo sulla quantità di sfocatura che desideri introdurre, ma puoi utilizzare qualsiasi filtro di sfocatura con cui ti senti a tuo agio.
  • Usa lo strumento Sfocatura: lo strumento Sfoca risolve il problema dell’aliasing allo stesso modo del filtro Sfocatura, tranne per il fatto che puoi applicarlo localizzato a un’area specifica.
  • Usa la riduzione Moirè in ACR: Dentro Adobe Camera Raw  che tu apra la tua foto o la usi come filtro in Photoshop, troverai uno strumento di riduzione Moirè. Questo risolverà quasi tutti i problemi di moiré.

Conclusione

Come puoi vedere, sia nella fotografia che nei giochi, i miglioramenti tecnologici rendono l’anti-aliasing meno necessario per fortuna ma se hai altri dubbi sull’anti-aliasing, puoi pubblicarli nella sezione commenti qui sotto.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui