BenQ Mobiuz EX2710: La Recensione

Preciso nella riproduzione dei colori e ricco di funzionalità, il BenQ Mobiuz offre con un budget non troppo elevato le migliori possibilità di ottenere frame rate elevati.

Recensione BenQ MOBIUZ EX2710

Di solito i monitor aumentano la risoluzione all’aumentare delle dimensioni dello schermo, ma esiste una famiglia di monitor che contrasta questa tendenza e il BenQ Mobiuz EX2710 è proprio uno di questi. Display da 27 pollici con risoluzione di 1.920 x 1.080, Mobiuz aiuta chi ha un budget limitato a ottenere frame rate più elevati senza dover sacrificare le dimensioni dello schermo.

Non sarà tra i migliori monitor BenQ sicuramente per qualità e prestazioni ma ha un buonissimo rapporto qualità/prezzo.

Caratteristiche

Un monitor ricco di funzionalità, con frequenza di aggiornamento a 144 Hz, supporto per AMD FreeSync Premium, un tempo di risposta nominale di 2 ms (GTG) e supporto HDR10 400. 

Certo una bassa risoluzione del genere non lo rende il monitor perfetto per i fotografi, ma lo rende una buona scelta per chi cerca frame rate elevato a discapito di una risoluzione elevata, perfetto per chi non può permettersi le ultime schede Nvidia o AMD.

È un monitor bello e ben costruito con cornici sottili a sinistra, a destra e in alto che contribuiscono a un look minimalista. Base triangolare, rifinita in modo attraente con una striscia di gomma arancione che corre lungo il bordo anteriore interno e beneficia di una discreta regolazione.

Non ruota completamente nell’orientamento verticale, ma è possibile apportare una piccola quantità di regolazione per tenere conto di una scrivania traballante, ovviamente puoi collegare qualsiasi supporto standard VESA standard ai punti di montaggio da 100 x 100 mm sul retro.

Connettività

La connettività è il punto debole del monitor purtroppo perché non solo non c’è l’ingresso USB-C o ingresso video, ma non hai nemmeno alcun tipo di hub USB.

Troviamo solo due ingressi HDMI 2.0 e uno DisplayPort 1.2, oltre a un’uscita da 3,5 mm per il collegamento delle cuffie.

Non è necessario collegare le cuffie poiché il monitor ha altoparlanti incorporati, ma non ci sono bassi e non suonano particolarmente corposi.

Tra i lati positivi però questo monitor ha un alimentatore integrato, quindi non hai il fastidio di trovare un posto dove riporre un power brick in più.

L’OSD (on-screen display) dell’EX 2710 è controllato tramite un piccolo joystick situato dietro lo schermo nell’angolo in basso a destra, mentre sul davanti c’è un tasto di scelta rapida della modalità HDR.

E’ un sistema facile da gestire e anche reattivo, sebbene la sua proliferazione di profili e impostazioni rapide a volte possa creare confusione.

Prestazioni

Nel complesso però la qualità dell’immagine è piuttosto buona, certo la risoluzione potrebbe essere bassa per le attività creative ma se selezioni il colore predefinito sRGB dal menu sarai ricompensato con un’immagine di alta qualità.

Il BenQ Mobiuz ha raggiunto una copertura colore sRGB del 94,5% su un volume totale del 96%, con un’eccellente precisione del colore, un Delta E medio di 0,8 è ben oltre quello che mi sarei aspettato da un monitor da gioco a prezzi ragionevoli.

La luminosità massima e il rapporto di contrasto in questa modalità sono rispettivamente 296cd / m² e 913: 1.

Nelle modalità Standard del monitor e HDR emulato, stai osservando una gamma leggermente più ampia fino al 115% di sRGB e valori di luminosità e contrasto simili. Non è abbastanza per saturare lo spazio colore DCI-P3 utilizzato dagli studi per masterizzare i film per il cinema digitale.

C’è pochissima sfocatura di movimento a 144 Hz e se aumenti l’AMA alla sua impostazione massima di 3 (il termine di BenQ per overdrive) puoi quasi eliminarlo, al costo di una piccola quantità di ghosting. 

l ritardo di input è di circa 8,5 ms (a 60 Hz) al centro dello schermo con AMA rivolto verso l’alto, quindi dovrebbe essere in grado di tenere il passo anche con i tuoi tempi di reazione estremamente nitidi. È un monitor reattivo e dalla sensazione fluida perfettamente adatto ai giochi con frame rate elevato.

Giudizio Finale

Tirando le somme, il BenQ Mobiuz è un’ottima opzione per coloro che vogliono un monitor a frequenze di aggiornamento elevate su uno schermo più grande ma senza la penalità del frame rate che i display a 1440p impongono.

Non è il più economico in circolazione, ma con una buona qualità costruttiva, una discreta precisione del colore sRGB e capacità HDR10 400 è un eccellente tuttofare con la sicurezza del marchio BenQ.

Miglior Prezzo

BenQ MOBIUZ EX2710 Monitor da Gaming 27'' IPS HDRi, 144Hz 1ms...
  • SCHERMO DA 27 POLLICI: monitor da gaming IPS con frequenza di aggiornamento MPRT a 144 Hz in 1 ms e con risoluzione Full HD 1920 x 1080 e FreeSync Premium...
  • OTTIMIZZAZIONE DELL’IMMAGINE: le tecnologie HDRi, Light Tuner e Black eQualizer di BenQ contribuiscono a ottimizzare la qualità d'immagine per...
  • AUDIO DI LIVELLO SUPERIORE: con due altoparlanti integrati da 2,5 W con chip DSP, ottimizzati da TreVolo con tre modalità audio personalizzate
  • PRATICITÀ: controller a 5 direzioni, mappatura scenario e OSD da gaming rapido per comandi pratici, altezza/angolazione regolabili e Eye-Care per...
  • Compatibile 120Hz con PlayStation5 e Xbox series X

.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.