BenQ ScreenBar Halo: Un accessorio di cui avevi bisogno!

Lampada BenQ ScreenBar Halo (1)

Ho avuto l’opportunità di provare ScreenBar Halo di BenQ e vorrei spiegarti come funziona e a cosa serve. Inizialmente, non avevo mai pensato all’illuminazione specifica dell’area di lavoro. Tuttavia, dopo aver ricevuto la ScreenBar Halo, ho dovuto ripensare alla mia organizzazione dello spazio di lavoro.

ScreenBar Halo è un’illuminazione a LED che non occupa spazio sulla scrivania. Si posiziona sopra il monitor, mantenuta in posizione da un contrappeso intelligente e protetta da una gomma morbida per evitare di danneggiare lo schermo. L’Halo è composto da due luci, la barra principale illumina il desktop, mentre la luce posteriore illumina l’area di lavoro dietro il monitor.

La confezione di ScreenBar Halo è elegante e ben protetta. Troverai all’interno la barra luminosa, il manuale di istruzioni, il telecomando, le batterie e un adattatore per schermi curvi. Il telecomando è un altro componente di qualità, facilmente utilizzabile grazie alla sua forma angolata e alla gomma antiscivolo sul fondo.

L’installazione di ScreenBar Halo è semplice, basta collegare il cavo USB a una presa disponibile. Tuttavia, è importante notare che alcuni hub USB alimentati potrebbero non fornire energia sufficiente alla ScreenBar, quindi potrebbe essere necessario collegarlo a un caricatore USB separato.

Scheda tecnica

MarcaBenQ
Illuminamento centrale800 LUX
Fonte di luceLED bicolore
Temperatura di coloreda 6500K a 2700K
Alimentazione elettricaUSB 5 V 1,3 A (consumo massimo 6,5 W)

Caratteristiche

Una volta che la ScreenBar è appoggiata sul monitor, puoi sperimentarla e noterai subito la sua caratteristica principale: l’assenza di ingombri sulla scrivania. Infatti, la ScreenBar Halo occupa solo 6 mm di spazio sulla faccia del display, lasciando libera la fotocamera sulla parte anteriore del mio computer. Se hai un computer più moderno, potrebbe essere necessario spostarlo leggermente sulla scrivania per avere una visione chiara, ma questo non rappresenta un grosso problema.

Un problema che con la maggior parte dei monitor BenQ non riscontrerai sicuramente.

Il controller è un dispositivo molto semplice da utilizzare. Una volta installate le batterie, è subito pronto all’uso. Durante il funzionamento, il controllo dell’alimentazione centrale si illumina e puoi toccarlo per accendere la ScreenBar. Poi, utilizzando l’anello esterno in metallo del controller, puoi regolare diverse funzioni come la luminosità e la temperatura della luce.

Inoltre, puoi scegliere tra solo fronte, solo retro o entrambi per accendere e spegnere le due luci e ridurre l’affaticamento degli occhi. La funzione di oscuramento automatico è molto utile, in quanto la ScreenBar manterrà il livello di illuminazione desiderato al variare delle condizioni di luce ambientale. Inoltre, puoi salvare le tue impostazioni e riprenderle in qualsiasi momento.

Il più grande punto di forza della ScreenBar Halo è la sua capacità di illuminare l’area di lavoro senza essere invadente nel campo visivo. La regolazione della luce è fluida e puoi modificarla quasi all’infinito per ottenere l’illuminazione desiderata. In questo modo, hai un’area di lavoro perfettamente illuminata senza avere lampade da scrivania ingombranti o lampade che diffondono la luce dove non la vuoi.

Infine, la luce posteriore è perfetta per creare l’atmosfera giusta per il tuo spazio di lavoro. Durante la notte, quando il resto dell’ufficio è buio, la luce posteriore evita forti differenze tra lo spazio di lavoro e il muro dietro di esso.

In pratica la ScreenBar Halo di BenQ è un’illuminazione a LED intelligente e versatile che ti permette di illuminare l’area di lavoro senza ingombrare la scrivania. La sua regolazione fluida e la capacità di salvare le impostazioni rendono l’esperienza personalizzabile e comoda. Spero che questa spiegazione ti sia stata utile per capire come funziona e a cosa serve la ScreenBar Halo.

Conclusione

Inizialmente, non ero nemmeno consapevole del problema dell’affaticamento degli occhi causato dall’illuminazione non adeguata dell’area di lavoro. Ma dopo aver provato la ScreenBar Halo, ho capito che risolve un problema che non sapevo nemmeno esistesse. Se, come me, passi molte ore al computer, sai quanto è stressante per gli occhi e per il cervello.

La ScreenBar Halo può sembrare un investimento costoso, ma ne vale sicuramente la pena. È prodotto con uno standard molto elevato e sembra e si sente come un pezzo di kit di alta qualità. Inoltre, risolve efficacemente il problema dell’affaticamento degli occhi grazie alla sua capacità di illuminare l’area di lavoro senza ingombrare la scrivania.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui