HomeNews FotografiaBlackmagic Ursa Cine Immersive registra 8K per Vision Pro

Blackmagic Ursa Cine Immersive registra 8K per Vision Pro

Blackmagic potrebbe aver creato il sistema di fotocamere definitivo per realizzare video coinvolgenti per Apple Vision Pro, promettendo una risoluzione di 8.160 x 7.200 pixel per ciascun occhio, superiore a 8K UHD.

Apple sta cercando di arricchire il suo sistema operativo Vision con più contenuti progettati per essere visualizzati nei suoi ambienti immersivi. Ha anticipato un nuovo obiettivo Canon che imita il sistema attualmente utilizzato con due fotocamere su un iPhone, ma non avrà la risoluzione necessaria per sfruttare appieno l’hardware Vision Pro. Questa mossa democratizza l’accesso alla creazione di contenuti coinvolgenti, ma non stabilirà nuovi standard.

Per questo scopo, Blackmagic ha sviluppato l’URSA Cine Immersive. Dotato di un sistema a doppia lente, Blackmagic afferma che questo dispositivo catturerà una risoluzione di 8.160 x 7.200 per occhio, includendo 16 stop di gamma dinamica e registrando fino a 90 fotogrammi al secondo per creare contenuti cinematografici coinvolgenti in 3D stereoscopico. Per riferimento, 8K UHD richiede 7.680 x 4.320 pixel, quindi l’URSA Cine Immersive cattura una risoluzione leggermente superiore.

All’inizio di quest’anno, i dirigenti Canon avevano dichiarato a PetaPixel, famosissimo sito di fotografia internazionale, che nessuna fotocamera sul mercato poteva catturare i dettagli necessari per sfruttare l’hardware Vision Pro di Apple. “Per riprodurre video per Vision Pro, è necessario disporre di almeno 100 megapixel”, aveva detto Yasuhiko Shiomi, direttore consultivo e dirigente dell’unità Image Communication Business Operations di Canon. “Presumo che le aziende che forniranno immagini per Vision Pro dovranno avere 100 megapixel con 60 fotogrammi al secondo.”

Combinando le risorse, l’URSA Cine di Blackmagic offrirà 16.320 x 14.400 pixel per una risoluzione totale di 235 megapixel. Quando questa fotocamera arriverà sul mercato, Blackmagic avrà raddoppiato quello che Canon ha definito il minimo indispensabile.

Blackmagic non ha fornito ulteriori informazioni sull’URSA Cine Immersive al momento della pubblicazione, ma ha mostrato il dispositivo collegato a un drone, suggerendo un utilizzo versatile in varie produzioni. Potrebbe essere basato sull’URSA Cine 12K annunciato all’inizio di quest’anno (o sulle versioni 17K o URSA Cine 65), sebbene probabilmente modificato per gestire la maggiore risoluzione e il frame rate. Considerando che l’URSA Cine 12K viene venduto al dettaglio per $14.995, non ci si aspetta che l’URSA Cine Immersive sia economico.

L’URSA Cine Immersive sarà disponibile più avanti nel 2024.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI