Bolivia, Life is a Travel nel Sud America

Una-donna-segue-i-suoi-asini-con-un-carico-di-legna-sule-spalle-life is a travel
Una donna segue i suoi asini con un carico di legna sule spalle. @NicolòTimpano - Life is a travel

La Bolivia vista da Nicolò Timpano | Life is a Travel

Un viaggio nel sud america: nella Bolivia conquistata, liberata, sofferta e felice.
Questo è il viaggio che ci viene raccontato da uno degli autori dei travel blog più emergenti del momento: Nicolò Timpano di Life is a Travel
Un viaggio dal sapore spirituale ma con lo spirito deciso di confrontarsi con una realtà culturale completamente differente da quella Europea.
La Bolivia emancipata, che con il sorriso sul volto riesce comunque, come sempre, ad andare avanti. 

Una-donna-porta-il-suo-bambino-sulla-schiena-avvolto-nei-loro-coloratissimi-tessuti-tradizionali
Una donna boliviana porta il suo bambino sulla schiena avvolto nei loro coloratissimi tessuti tradizionali

 

Durante la mia permanenza in sud America non avevo sentito parlare benissimo della Bolivia e soprattutto dei boliviani, quindi in parte ero preparato a ciò che mi sarebbe aspettato.

La Bolivia è storicamente un paese che ha sofferto molto e ancora oggi porta i segni di questa sofferenza a causa di una crisi economica che l’ha relegata a diventare uno dei paesi più poveri di tutto il sud America, un paese dove la ricchezza è nelle mani di pochi, dove quasi la metà della cittadinanza è costretta a vivere sotto la soglia di povertà e senza alcuna forma di istruzione e dove le popolazioni native sono emarginate della società, anche se in tal senso si cominciano a vedere i primi segni di miglioramento.

Questa è in parte la Bolivia, un paese dalle enormi contraddizioni: bellissimo, ricco di fascino, autentico, in parte turistico, ma allo stesso tempo carico di tensioni sociali e di problematiche.

Gente-locale-in-attesa-fuori-da-un-ufficio
Boliviani in attesa fuori da un ufficio

Viaggiare in Bolivia non è facile e richiede pazienza e un po’ di spirito di adattamento, e se si considera la gente scontrosa e non sempre ospitale, il clima spesso ostile e l’altitudine, la situazione certamente non migliora.

Forse è proprio tutto questo a renderla una meta particolarmente interessante per chi è in cerca di avventure.

Richiede uno sforzo in più per capirla fino in fondo, ma è un paese che permette di vivere ancora quel sud America che piano piano sta scomparendo.

La nostra avventura comincia con Copacabana, seguita immediatamente da due giorni sull’Isla del Sol, sul lago Titicaca, un posto unico per la sua solitudine e il senso di pace che mi ha trasmesso.

Vista-dalla-vetta-dell'Huayna-Potosi-(6.088-m.s.l.m.)
Vista dalla vetta dell’Huayna Potosi (6.088 m.s.l.m.)

Poi La Paz, che per quanto da molti è considerata niente di eccezionale, è una città unica nel suo genere e sa regalare forti emozioni.

Oltre ad essere la capitale più alta del mondo con i suoi 3.650 m.s.l.m., è impressionante vedere il contesto nel quale è inserita, immersa praticamente in un cratere, si sviluppa fino alle pendici delle montagne.

Salendo con “el Teleferico” fino a El Alto, quartiere ai margini di La Paz che ormai è considerata una città a tutti gli effetti, si gode di una vista impressionante.

E quando finalmente si scende dalla cabinovia sembra di essere catapultati in un altro mondo, un mondo fatto di riti ancestrali, vita semplice, mercati e tanta, tanta, povertà.

Il mercato in sud America è un luogo molto importante e intorno ad esso ruota la vita della città.

A La Paz ce ne sono vari, grandi, in alcuni casi enormi, e in ognuno di essi si può trovare e comprare di tutto ed è sicuramente il posto migliore dove poter mangiare qualcosa a buon prezzo e a qualsiasi ora del giorno.

Bambina-boliviana-a-Potosi
Bambina boliviana a potosi

La Paz è un’esperienza tutta da vivere nonché un’ottima base di partenza per molte avventure, dalle discese in mtb sulla famosa “Ruta de la muerte”, alle ascese alpinistiche sulle montagne circostanti della Codillera Real.

Il nostro viaggio prosegue alla volta di Potosì che ricordo con particolare emozione per l’esperienza alle miniere del Cerro Rico, un luogo quasi angosciante se si considera la vita che ancora oggi fanno i minatori nel tentativo di riscattarsi e trovare un una via per emanciparsi dalla condizione di miseria che li soffoca.

E lo fanno con il sorriso stampato in volto, quasi noncuranti dei pericoli a cui quotidianamente vanno in contro.

Poi c’è stata Tupiza, da dove abbiamo organizzato il tour al fantastico salar de Uyuni.

Una-donna-segue-i-suoi-asini-con-un-carico-di-legna-sule-spalle
Una donna segue i suoi asini con un carico di legna sule spalle

Che spettacolo che è stato, qualcosa di indescrivibile e unico nel suo genere: lagune dai mille colori, fenicotteri, distese di sale, deserti, geyser.

Si vive quattro giorni a contatto con la natura più selvaggia in un’ambiente quasi fiabesco.

E poi il parco Torotoro, con il suo enorme canyon e la spettacolare grotta sotterranea di Umajalanta.

Che avventura, vale la pena solo cimentarsi nella ricerca del mezzo di trasporto per arrivarci, nessuno sa niente con precisione. E poi una volta che trovi il piccolo van maledici il momento in cui hai deciso di andarci sapendo che passerai cinque o sei ore dentro questo trabiccolo scomodissimo che sfreccia per la quasi totalità su strade non asfaltate sballottolandoti da una parte all’altra.

E poi la splendida Sucre e il mercato di Tarabuco, che per quanto stia diventando un’attrazione sempre più turistica, merita assolutamente una visita perché ancora conserva molta della sua autenticità.

Vista-del-Cerro-Rico-da-Potos
Vista del Cerro Rico da Potosi.
@NicolòTimpano – Life is a travel

Ma la Bolivia è anche tanto altro, è Samaipata, è Oruro, è la jungla, ma soprattutto la Bolivia è un’esperienza di vita, bellissima e affascinante per molti aspetti, ardua e snervante per altri, sicuramente differente rispetto a tutto il resto del contesto sud americano che ho avuto la fortuna di poter apprezzare.

E’ un’avventura nel vero termine della parola che se intrapresa con il giusto spirito saprà regalarvi tante emozioni e tante esperienze che difficilmente potrete dimenticare.

Life is a travel (di Nicolò Timpano)

 

Tutte le fotografie in alta definizione le potrai trovare sulla pagina Facebook di Fotografia Moderna cliccando qui —> Bolivia – Life is a Travel

Il suo travel blog lo potrete trovare qui –>Life is a Travel

Per leggere gli altri racconti di fotografi in viaggio iscriviti alla Newsletter di Fotografia Moderna, avrai anche un ebook in omaggio!

Commenta questo articolo

Condividi

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui