Born2Travel | Mark&Stefy, Fotografi e Turisti per caso

Born2travel, mark e stefy
Born2travel, mark e stefy

Born2Travel, più di 120 nazioni per Mark e Stefy

Ciao ragazzi grazie per aver partecipato a questa intervista con Fotografia Moderna

Vogliamo subito iniziare conoscendo meglio chi sono Mark e Stefy, come avete iniziato questa avventura?

Guardandoci semplicemente negli occhi. Quando ci siamo conosciuti in Sud Africa abbiamo vissuto un’emozionante avventura lungo l’Africa Australe Est fino allo Zambia e attraverso Malawi, Zimbabwe e Mozambico… in quei lunghi giorni abbiamo capito che c’era qualcosa di grande che ci univa e così sin da subito la nostra fantasia s’è messa in moto e qualche mese dopo eravamo a Kathmandu alla scoperta del Sud Est Asiatico, un viaggio on the road di sei mesi…

2) Guardando sul vostro sito abbiamo notato che avete praticamente visitato mezzo mondo, dall’America fino all’Oceania, sappiamo che ogni luogo ha una propria bellezza, ma qual è quello che vi è rimasto nel cuore?

Non potevate fare una domanda più difficile e speriamo di non essere banali dicendo che ogni luogo ha un suo fascino, ogni posto ti lascia SEMPRE qualcosa, può essere un odore, un’esperienza, una disavventura, un aneddoto simpatico, un insegnamento… alla fine c’è sempre qualcosa per cui vale la pena esser arrivato fin lì… dovrei scrivere un’enciclopedia per elencarli tutti ma posso solo affermare che bisogna ANDARE! Ogni occasione lasciata è persa.

Born2travel, mark e stefy

3) Noi della redazione amiamo in particolar modo l’oriente, il Giappone e la loro cultura, voi stessi avete raccontato :
“Li Na è una ragazza cinese che si è trasferita qui 14 anni fa. Ci ha accolti nella sua casetta con estrema cortesia preparandoci una cenetta davvero deliziosa a base di zuppa con polpettine di carne, cipolla ed una verdura mai vista prima!

Questo per noi è un segno di una società totalmente diversa dalla nostra, purtroppo in Italia questi gesti sono ormai dimenticati.

Cosa si respira in Oriente? Cosa trasmettono le persone che ci vivono?

Se parliamo del Giappone ci interfacciamo con un mondo completamente diverso dal nostro, un mondo dove le antiche tradizioni e l’interessantissima cultura cercano di difendersi dalla forte modernità digitale che piano piano comincia ad affermarsi. Di sicuro mai dimenticheremo il loro approccio con le persone, soprattutto con gli stranieri, la loro grazia quasi timida, la loro educazione, il loro  rispetto verso la società… sì, gesti che sembrano ormai anacronistici in Italia…ahimè!

In Oriente si respira storia, miti, leggende… si respira il profumo dei mandorli in fiore e un senso di benessere ti pervade l’anima. Abbiamo avuto la fortuna di trascorrere un bel po’ di tempo in giro in lungo e largo, soprattutto in  lungo J , in questa magnifica isola e spessissimo rimanevamo incantati dalla pace che infondevano i suoi abitanti… tranne a Tokyo dove la frenesia della vita ti mostro l’altro lato della medaglia nipponica!

Born2travel, mark e stefy
Born2travel, mark e stefy

Born2Travel, Mark e Stefy

4) Conosciamo meglio Mark, ti racconti come un “Backpack Man” il tuo inseparabile compagno di avventura, quali sono le cose che porti sempre con te? Hai un tuo “porta fortuna”?

E’ proprio vero, proprio ieri ho pubblicato una foto sulla nostra piattaforma instagram del mio zaino con una dedica: “quando sei sulle mie spalle mi sento invincibile”! Adoro lo zaino, mi dà una forza incredibile, quando mi avvolge sento che posso andare ovunque perché so che non mi mancherà nulla.  Cerco di portare il minimo indispensabile quando viaggio ed ho notato che più sono in giro e più diventa leggero il mio backpack… di sicuro non potranno MAI mancare: diario di viaggio, macchina fotografica e videocamera… il resto è superfluo!

5) Stefy ora tocca a te, sei un’educatrice e un’attinenza all’aiutare il prossimo, uno dei tuoi luoghi preferiti e l’Africa, dove hai conosciuto Mark. Perché ti è rimasta così impressa quella terra?
Cosa si prova quando un bambino africano incrocia il tuo sguardo?

Ci sono certi posti nel mondo dove appena scendi dall’ aereo ti senti bene. Guardi il cielo immenso e respiri finalmente a polmoni pieni. Ci sono certi posti che quando è ora di tornare a casa piangi, piangi  e non sai il perchè. L’ essenza dell’Africa è sicuramente la sua gente, il loro calore, la loro allegria…la voglia che hanno di stare insieme a parlare , a ballare ad abbracciarsi. Il rispetto per gli anziani che sono visti come saggi ed è un onore poter trascorrere del tempo con loro. E poi ci sono i bimbi…ma la risposta alla tua domanda è impossibile descriverla a parole. Gli occhi grandi grandi, il sorriso sincero che ti disarma…ti arriva dritto alla pancia, dritto al cuore. E ogni volta torno per quegli sguardi così profondi che ti fanno stare bene, che ti fanno sentire finalmente nel posto in cui vorresti essere. Ti fanno sentire a Casa.

6) Ormai molte persone sostengono che per viaggiare bisogna avere “tanti soldi”, noi sosteniamo che per viaggiare bisogna solamente avere la voglia e fare il primo passo, esistono tante opportunità a prezzi accessibili.
Voi come avete fatto con il lato economico?

Anche qui bisognerebbe scriverci un libro! Il buon Lao Tzi diceva: “ogni lungo viaggio comincia con il primo passo”. Fatelo ‘sto primo passo! Viaggiare, fortunatamente, non è necessariamente costoso, grazie ad internet, grazie alla capacità do ognuno di noi di arrangiarsi e adeguarsi. Le nostre key words: low cost flights, couchsurfing, warmshowers, oltre che prenotazioni aeree fatte con largo anticipo.  

Born2travel, mark e stefy
Born2travel, mark e stefy

Born2Travel, i viaggi

7) Come organizzate di solito i vostri viaggi?

Già la fase organizzativa è un viaggio a sé. Sognare, fantasticare e pianificare è già entusiasmante! Naturalmente cerchiamo di informarci quanto basta altrimenti si perde il giusto spirito del viaggio che è scoperta ed avventura però di solito almeno le prime due notti le prenotiamo dall’Italia…il resto… chi può dirlo? Le più belle avventure di viaggio ci sono accadute proprio quando ci lasciavamo guidare dal flow del luogo che ci ospitava! Del resto uno dei nostri motti è: “Life begins at the end of your comfort zone”.

8) Per adesso siete ancora giovani e riuscite a far collimare molti viaggi con la vita di tutti i giorni, come vi vedete tra 20 anni? Ancora in giro per il mondo zaino in spalla?

Tra 20 anni, schiena permettendo, assolutamente sì! Lo zaino è già avventura e per noi è una linfa vitale. Sarà forse più leggero perché, si spera, avremo imparato a fare a meno di qualche altra cosa.

9) Questa è una domanda “classic” di Fotografia Moderna, come vedete il mondo dopo aver viaggiato così tanto? A colori o in bianco e nero?

Assolutamente a colori! Soprattutto nei luoghi non molto turistici i colori sono molto accesi!

E soprattutto, dopo aver viaggiato così tanto, l’italia secondo voi, come la vedete? Di che colore?

Anche l’Italia è a colori, colori un po’ sbiaditi, ma solo perché non vengono messe in luce le meraviglie di questo paese nel giusto modo. L’ Italia potrebbe vivere sul turismo se solo lo volessimo!  

Grazie ragazzi di nuovo per aver partecipato a questa intervista, a presto!

Informazioni utili: Sito WebPagina Facebook  TwitterInstagram

Articoli correlati:

Commenta questo articolo

Condividi