HomeFotografiChang Chao-Tang e le sue foto surrealiste

Chang Chao-Tang e le sue foto surrealiste

Al centro della scena artistica di Taiwan c’è il fotografo Chang Chao-Tang, le cui radici risalgono al 1959, quando prese in mano per la prima volta una macchina fotografica quando era uno studente delle superiori. Conosciuto principalmente per le sue foto di strada in bianco e nero che riflettono una realtà strana e assurda in momenti inaspettati e quotidiani, Chang cattura ritratti sorprendenti che fondono idee di surrealismo occidentale ed esistenzialismo all’interno dell’ideologia cinese.

“Cerco di catturare il momento in cui il reale e l’irreale si incontrano, una sorta di difficile incontro di alienazione e incertezza”, ci ha detto Chang in una e-mail. Quando gli è stato chiesto perché fotografa, ha risposto: “Per risolvere la noia esterna e il vuoto interno”.

Quel senso di alienazione e vuoto si può leggere in molte delle immagini del fotografo 72enne, spesso interpretate in relazione alla Lost Generation di Taiwan e al periodo repressivo del White Terror che va dal 1949 al 1987. “La scelta dell’assurdità e l’approccio surrealista riflette l’ideologia e l’oppressione dei tempi”, ha detto Chang, che ha presentato la sua prima mostra personale retrospettiva al Taiwan Fine Arts Museum nel 2013, a Invisible Photographer Asia . “Le mie immagini servono come confessione della rabbia e della perdita provate dai giovani all’interno di una realtà politica conservatrice e annoiata. Voglio articolare l’essenza stessa della vita attraverso domande e dubbi.

“Ovunque tu vada, sei sulla scena.” Da studente delle superiori, Chang Chao-Tang ha preso in mano la sua macchina fotografica e ha iniziato a scattare, e da allora non si è più fermato. Le sue immagini rivelano la trascendenza in mezzo al luogo comune, l’intimità in mezzo all’alienazione, l’umorismo in mezzo all’assurdo. Riflettono le acute osservazioni e la sincera comprensione del fotografo, la sua sostanziale preoccupazione ed empatia. La sua carriera, che dura da più di 50 anni, comprende fotografia, programmi televisivi, documentari e drammi. Le sue opere non solo sentono il polso della sua epoca, ma sono anche testimoni di vasta portata della storia. Ha ricevuto numerosi premi importanti, tra cui la Golden Bell (1976), il National Award for Arts (1999) e il National Cultural Award (2011). Ha curato mostre e tenuto corsi di fotografia e cinema. Ha organizzato, ha curato e scritto libri su fotografi e fotografia taiwanesi. Con instancabile dedizione ha lavorato per tramandare, costruire e promuovere l’eredità della fotografia fissa e del cinema, guidando i meno esperti, apportando notevoli contributi e gettando una lunga ombra nel suo campo.

La prima mostra personale retrospettiva completa di Chang, Time: The Images of Chang Chao-Tang presenta oltre 400 opere fotografiche dal 1959 ad oggi (tra cui stampe a contatto, una serie di ritratti inediti e una serie di immagini tratte da fotocamere digitali e telefoni cellulari ), oltre a otto documentari ed episodi televisivi. Presenta anche due “mostre nella mostra”, replicando due installazioni altamente sperimentali degli anni ’60 che ha pubblicato come parte delle mostre Modern Poetry and Painting e Formless. Sono inoltre presentati numerosi lavori fotografici originali, disegni, scarabocchi, appunti e collage; articoli, libri e altri documenti sui fotografi taiwanesi che ha curato

Sebbene Chang, mentore influente di molti giovani fotografi di Taiwan, sia stato definito “il fotografo più rappresentativo di Taiwan”, rifiuta questa etichetta.

“Quel titolo è un fardello di vanità, non è per niente importante”, ci ha detto. “Voglio solo fare le cose che mi piacciono negli anni che mi restano.”

Questo articolo è una libera traduzione di un articolo pubblicato su MyModernMet: Qui articolo originale e i diritti delle foto pubblicate qui sopra appartengono a Chang Chao-Tang e sono state pubblicate sempre nel medesimo articolo che ho menzionato sopra.

Altri articoli:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI
ULTIMI ARTICOLI