Come Fare le Foto ai Fuochi d’Artificio

Foto ai fuochi d'artificio
Foto ai fuochi d'artificio

Forse questo il 30 dicembre diventa l’articolo più letto in assoluto, come si fotografano i fuochi d’artificio? Esiste un modo migliore per riuscire a riprenderli senza farci scappare quei colori bellissimi?

Riuscire a scattare foto ai fuochi d’artificio non è difficile tranquillo, ma per riuscirci in modo adeguato dovrai seguire alcuni accorgimenti che partono dall’attrezzatura e finiscono alla scelta accurata dell’obiettivo per realizzare una degna composizione.

Ed è proprio dell’attrezzatura fotografica che vogliamo parlarvi inizialmente, questa è un’occasione “unica” o meglio che si verifica raramente durante l’anno, quindi farsi trovare impreparati e perdere l’occasione equivale a dover aspettare per altri 365 giorni prima di poter scattare di nuovo. Cosa dobbiamo portare dietro?

  • Zaino impermeabile se possibile
  • 2 Obiettivi: Un tele e un grandangolare
  • 1 Power Bank
  • Cavalletto
  • Se possibile un portatile

Allora lo zaino è fondamentale per avere tutto sotto mano, evitate assolutamente obiettivi nelle tasche del cappotto o peggio ancora tenerli appoggiati accanto a voi. Queste sono occasioni dove urti, polveri e alcool possono diventare fatali per la nostra attrezzatura, quindi tenerla al riparo è d’obbligo. Se poi il nostro zaino fotografico è anche impermeabile abbiamo una sicurezza in più in caso di pioggia imprevista.

Obiettivi due, un teleobiettivo e un grandangolare, in modo da avere tutte e due le possibilità di composizione: un bel dettaglio del fuoco d’artificio o una panoramica del luogo illuminato dai fuochi.

Il power bank è fondamentale per non rimanere “a secco“, visto che sicuramente farai delle prove prima dell’arrivo di mezzanotte e non riuscirai a lasciare la fotocamera al 100% della batteria, riuscire a dargli una carica volante verso le 10.30 11 non è una cattiva idea.

Per quanto riguarda il cavalletto, stabilizzare la fotocamera è importantissimo, visto che utilizzerai velocità di scatto molto lenti, tenere la macchina fotografica perfettamente stabile permetterà la riuscita di scatti nitidi.

Il portatile per un fotografo può essere un paracadute, sopratutto se dobbiamo inviare gli scatti pochi minuti dopo a qualche amico. Ma non solo, anche per avere un backup ulteriore dei nostri scatti. Ma questo è un accessorio fondamentale.

Ma veniamo ora alla parte più interessante, quali sono i parametri di scatto migliori.

Come fotografare i fuochi d'artificio
Come fotografare i fuochi d’artificio

Come impostare la fotocamera per i fuochi d’artificio

  1. Trova una situazione comoda, non puoi fotografare in una piazza piena di gente, non potrai mantenere la lucidità necessaria o la calma per riuscire a scattare buoni foto. Trova un punto separato, meglio se rialzato dalla massa. Se puoi andare in luoghi isolati sarebbe perfetto.
  2. Sicuramente l’apertura dovrà essere massima, un buon f/10-11 può andare bene, l’importante è riuscire a dare la profondità di campo massima necessaria per dar maggiore effetto alla foto. Le aperture strette non servono a nulla, non avete un soggetto vicino da mettere in primo piano.
  3. Per quanto riguarda la sensibilità ISO impostarla al minimo è buona cosa, visto che presumibilmente gli scatti saranno di notte, utilizzando valori alti basta il minimo rumore per rovinare lo scatto.
  4. La parte fondamentale riguarda l’impostazione dei tempi d’esposizione, questi cambieranno il risultato finale dello scatto. Se imposti delle velocità alte il risultato saranno dei colori “freezati” nel cielo, se invece vuoi dare quell’aspetto di pennellata nel cielo i tempi consigliati si avvicinano ai 2-4 secondi. Con queste velocità lente si riesce a riprendere il percorso del fuoco d’artificio dalla sua esplosione fino a quando rimane visibile nel cielo.
  5. Quindi batti il punto di fuoco verso l’infinito, o meglio, inquadra una porzione di cielo dove presumibilmente arriveranno i fuochi e batti il punto in manuale verso quella direzione. Da questo momento, se riuscirai a beccare il punto perfetto non toccare più la ghiera del fuoco.
  6. Imposta la modalitàBulb“, ovvero quando l’otturatore frmane aperto finché si tiene il pulsante di scatto per poi scattare con una nuova pressione sul pulsante. (di solito ha la lettera B)
  7. Appena vedi che parte il fuoco d’artificio apri l’otturatore e lascialo aperto per tutto il tempo dell’esplosione finché non vedi formare i disegni nel cielo. Ricordati sempre, finché l’otturatore rimane aperto stai “catturando tutto quello che vede
  8. Imposta sempre come formato Jpeg + Raw per poter modificare le tue fotografie e correggerle in post-produzione

Come fotografare più fuochi d’artificio

Questo è un trucco abbastanza semplice, hai visto quando si riescono a riprendere più fuochi nella stessa composizione? Funziona sempre alla stessa maniera, tranne che bisogna aggiungere una piccola variabile.

Tieni sempre il pulsante di scatto con la modalità Bulb, ma quando vedi finire il primo fuoco non cliccare per chiudere lo scatto, ma metti un foglio nero davanti l’obiettivo (va bene anche il tappo stesso). Questa procedura permette di registrare più fuochi d’artificio nella stessa composizione. Logicamente in questo caso l’obiettivo da utilizzare è preferibile un grandangolare.

Questo trucco non si può ripetere all’infinito, anche perché quando ci sono molti fuochi d’artificio nello stesso scatto la composizione diventa “disordinata” e non è nemmeno troppo piacevole.

Ora non resta che provare, ma prima di aspettare capodanno per provare questi consigli la prima volta, prova ad andare a qualche festa vicino dove abiti. Di solito ci sono i fuochi d’artificio nelle feste padronali, in modo da poterti esercitare senza la paura di perdere l’evento dell’anno.

E te che consigli hai per fotografare i fuochi d’artificio? Lasciaci i tuoi consigli nei commenti!
PS: Aspettiamo i tuoi scatti nel nostro gruppo privato di Facebook! Iscriviti!