Come scegliere un obiettivo fotografico

Come bisogna scegliere un obiettivo fotografico? Quali sono i parametri da controllare?

0
97
Come scegliere un obiettivo

Ti sei comprato una macchina fotografica nuova e devi scegliere un nuovo obiettivo fotografico? Quali sono i parametri che devi controllare? Quali sono le differenze più importanti?

Capire immediatamente qual è l’obiettivo che fa al caso nostro e segue le nostre esigenze non è molto difficile, esistono abbreviazioni e acronimi per capire al volo i produttori e il tipo di obiettivo, quindi per capire che obiettivo abbiamo davanti basta semplicemente aver letto gli articoli che si trovano nella nostra sezione manuali di fotografia e scegliere il produttore indicato.

Comunque in questo articolo vedremo quali sono le caratteristiche più importanti che si possono trovare su un obiettivo.

Apertura di un obiettivo

L’apertura massima è indicata su tutti gli obiettivi del mondo e ti dice quanta luce può raggiungere l’obiettivo del sensore. Logicamente più luce riesce a raggiungere, maggiore sarà la possibilità di scattare anche in condizioni di scarsa luminosità senza rischiare di rovinare l’immagine.
Il diaframma viene fornito come un numero di apertura, ad esempio quando leggi F/2.8.

Per leggere l’apertura si va al contrario, nel senso, più è basso quel numero maggiore sarà la luce che si può raccogliere. In teoria l’apertura massima che si può ottenere è pari a 1, ma in pratica gli obiettivi più luminosi offrono un’apertura di circa F/1.2.

Come linea generale, maggiore è il numero di apertura, minore sarà la luce che riesce a raccogliere, più economico sarà l’obiettivo. Tra i diversi obiettivi il teleobiettivo è quello che di solito ha un’apertura maggiore.

Sugli obiettivi zoom troviamo di solito due numeri di apertura (ad esempio F/2.8 – F/5.6) questo vuol dire che il numero più piccolo indica la quantità di luce che si riesce ad ottenere con lunghezza focale più bassa, mentre il più grande con lo zoom al massimo.

La lunghezza focale

Oltre l’apertura il secondo parametro più importante è la lunghezza focale. Viene indicata in millimetri e indica se stiamo parlando di un grandangolare o di un teleobiettivo.

La scelta tra i due è molto soggettiva, dipende dal tipo di fotografia che devi andare a svolgere:

  • I teleobiettivi sono più indicati per la ritrattistica in quanto proteggono meglio le proporzioni facciali al contrario di un grandangolare ed è molto più facile ottenere l’effetto bokeh poiché hanno meno profondità di campo. Di solito hanno una luminosità inferiore e sono fisicamente più grandi.
  • Gli obiettivi grandangolari invece sono indicati quando si vuole catturare un paesaggio, sono molto buoni in luminosità e per la profondità di campo, di norma più piccoli e leggeri ma non sono indicati per fotografare le persone.
  • Un obiettivo normale è indicato di solito quando varia dai 50mm ai 135mm. Sono chiamati così perché hanno una lunghezza focale che ricorda la visione dei nostri occhi.

È molto importante ricordare che la lunghezza focale è collegata alle dimensioni del sensore della fotocamera, consentendo alla lunghezza focale di un obiettivo di cambiare a seconda della fotocamera utilizzata. Per evitare confusione ti consiglio di leggere meglio come funziona il fattore di crop.

Fisso o zoom

La scelta tra una lente fissa e una zoom è sempre stata molto difficile. Di solito le lenti fisse sono molto più piccole, leggere e luminose rispetto agli obiettivi zoom ed è molto più facile correggere vari errori dell’obiettivo su uno fisso piuttosto che che su uno zoom. Dall’altra parte però devi considerare che l’obiettivo fisso non avrà lo zoom, quindi per comporre le tue inquadrature dovrai spostarti fisicamente e avere una maggiore esperienza.

Aspetta ad ciascun fotografo decidere cosa funziona meglio al caso proprio.

Fattore di ritaglio

Lo abbiamo nominato in precedenza, non si può fare a meno di menzionarlo per la sua importanza perché “trasforma” la lunghezza focale indicata a seconda della grandezza del sensore.
In questo caso ti basterà sapere che per calcolare quanto verrà ingrandita l’immagine dovrai moltiplicare la lunghezza focale per questi valori qui sotto

  • Nikon – 1.5
  • Canon – 1.6
  • Pentax – 1.5
  • Sony – 1.5

Stabilizzazione dell’immagine

Sebbene ormai sia presente in quasi tutte le fotocamere i produttori continuano a inserire la stabilizzazione anche all’interno dell’obiettivo in modo da eliminare le vibrazioni ulteriori della fotocamera. I produttori come Olympus, Pentax e Sony hanno smesso di produrre in questi ultimi anni obiettivi stabilizzati perché usano tutti la stabilizzazione della fotocamera nel suo corpo.

Ecco le abbreviazioni utilizzate dai produttori per indicare che i loro obiettivi sono stabilizzati:

  • Nikon – VR
  • Canon – IS
  • Pentax – Stabilizzazione dell’immagine nelle telecamere
  • Sony – Stabilizzazione dell’immagine nelle telecamere
  • Sigma – OS
  • Tamron – VC

Correzione della rifrazione del colore

La fotografia si concentra sulla luce, ma può capitare che un fascio di luce si piega in maniera diversa quando attraversa la lente e rischia di provocare una variazione di colore, in particolare verso i bordi di un’immagine. Per contrastare questo fenomeno i produttori stanno utilizzando un vetro a bassa dispersione:

  • Nikon – ED
  • Pentax – ED
  • Sigma – APO
  • Tamron – LD

La distorsione dell’obiettivo

La distorsione è un errore dell’obiettivo dove le linee rette verso i bordi dell’immagine sono piegate verso l’interno o verso l’esterno. I produttori ormai ne tengono conto durante la creazione della lente in modo da poterla correre in seguito. Se vedi queste indicazioni vuol dire che l’obiettivo ha una correzione per le distorsioni:

  • Pentax – AL
  • Sigma – ASP
  • Tamron – AD

Spostamento della prospettiva

Alcuni obiettivi hanno la capacità di correggere la prospettiva, per esempio quando si punta un edificio alto è possibile inquadrare verso l’alto e l’edificio sembrerà più sottile in alto che in basso. Questi obiettivi di solito hanno anche la possibilità di cambiare il piano di messa a fuoco in modo da migliorare o peggiore la profondità di campo:

  • Nikon – PC
  • Canon – TS

Indicati per i sensori delle fotocamere

Poiché la superficie dell’immagine registrata nel sensore è più piccola, gli obiettivi possono essere ridotti ma allo stesso tempo non possono essere utilizzati nella stessa maniera con i sensori di immagini Full Frame. Le sigle qui sotto indicano che stiamo parlando di obiettivi per fotocamere APS-C

  • Nikon – DX
  • Canon – EF-S
  • Pentax – DA
  • Sony – DT
  • Sigma – DC
  • Tamron – DI-II

Gli obiettivi Macro

La macro fotografia è qualcosa di grandioso, consente di avvicinarsi al soggetto e fotografare dettagli che difficilmente si riescono a notare ad occhio nudo. Vengono indicati con la scritta Macro-Micro sull’obiettivo

  • Nikon – Micro
  • Canon – Macro
  • Sigma – Macro
  • Tamron – Macro

In questo articolo abbiamo raccolto quali sono i migliori obiettivi macro sul mercato.

Come scegliere un obiettivo per reflex

Sempre seguendo i parametri indicati qui sopra, scegli a seconda del produttore che cerchi:

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.