Quale dimensione del sensore della fotocamera per l’astrofotografia?

Come influisce la grandezza del sensore nell'astrofotografia?

Sensore della fotocamera nell'astrofotografia

Tra i fotografi la discussione sulle dimensioni del sensore della fotocamera è sempre un argomento caldo, in particolar modo in questo articolo lo vedremo riguardo l’astrofotografia .

Dimensioni fisiche dei sensori comuni

La dimensione di riferimento del sensore della fotocamera è quella della vecchia pellicola da 35 mm, ma piuttosto che utilizzare le dimensioni fisiche del sensore, quando si discutono e si confrontano i diversi tipi di sensori, un parametro più comunemente utilizzato è il cosiddetto fattore di ritaglio , ovvero il rapporto tra la dimensione di un sensore full frame (lunghezza e larghezza) e quella del sensore in discussione.

Ecco i fattore di ritaglio più comuni:

  • Full Frame= 1
  • Canon APS-C= 1,6
  • Nikon, Pentax, Sony e Sigma APS-C= 1.5
  • Panasonic e Olympus MFT= 2

l ruolo delle dimensioni del sensore per l’astrofotografia

Come accennato più volte nei nostri articoli relativi all’astrofotografia, i paesaggi stellati , le tracce stellari , la fotografia planetaria e dello spazio profondo fanno tutti parte del genere. E le dimensioni del sensore possono influire su questi tipi di fotografia in modi diversi.

Il ruolo del campo visivo in astrofotografia

Il campo visivo è importante in astrofotografia quasi più importante che in qualsiasi altro tipo di fotografia. Se sei alla ricerca di paesaggi stellati, potresti avere difficoltà prendere per intero la composizione del paesaggio, le stesse si troveranno a distanze davvero esagerate tra loro.

Abbiamo visto in un articolo quali sono i migliori obiettivi per astrofotografia e sono tutti grandangolari, anche se personalmente un teleobiettivo come si deve bisogna acquistarlo per fotografare la luna nel migliore dei modi.

Profondità di campo e astrofotografia

La profondità di campo non è qualcosa di cui preoccuparsi in astrofotografia perché la luna, i pianeti, le nebulose e le stelle sono così lontane che anche se scatti a f / 1.2, saranno tutte a fuoco. L’unica possibilità in cui la profonditàdi campo può svolgere un ruolo è nei paesaggi stellati e nelle tracce stellari. 

Dimensione pixel

Si dice spesso che i sensori full frame abbiano prestazioni migliori in condizioni di scarsa illuminazione, semplicemente perché hanno pixel più grandi rispetto ai sensori più piccoli.
In pratica, possiamo dire che per una data apertura e tempo di esposizione, pixel più grandi raccoglieranno più luce e quindi significa meno rumore e un’immagine più pulita e dettagliata.
Ovviamente la dimensione dei pixel è anche correlata alla gamma dinamica del sensore, più grandi sono i pixel, più ampia è la gamma dinamica. 

Risoluzione dell’immagine

Mi raccomando da non confondere con la risoluzione in pixel perché queste dipendono dalla dimensione del sensore e anche dalla lente focale utilizzata.
Nell’astrofotografia, le dimensioni di stelle, nebulose e galassie sono espresse come dimensioni angolari apparenti. 

Conclusione

Hai capito ora come le dimensioni dei sensori influenzano l’astrofotografia? E’ un parametro molto importante quando si cerca di acquistare una fotocamera per astrofotografia. Ricorda sempre che i sensori sono dispositivi elettronici e più andiamo avanti con i tempi più troviamo prestazioni sensazionali.

Altri articoli sull’astrofotografia:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui