Doppia Esposizione Fotografica: Come ottenerla

La guida su come ottenere una buona doppia esposizione fotografica.

0
1840
Doppia Esposizione Fotografica
La tecnica della doppia esposizione si usa in post-produzione

Quante volte ti sarà capitato di scattare fotografie ad un paesaggio con luci forti nel cielo e una zona ombrata sotto al panorama.
Di scattare in situazioni dalle difficili esposizioni, ti sarà capitato migliaia di volte, e questa tecnica di post-produzione sarà la soluzione a questo problema.

La doppia esposizione è la soluzione ideale per i casi di panorami ad alta possibilità di essere bruciate o sottoesposte.
Chiaramente questa è una tecnica di post-produzione, quindi ti consiglio sin da ora di scattare le tue fotografie solamente in RAW per poterle correggere in seguito.

Ma prima di leggere la guida leggi bene qui sotto!

Se è la prima volta che entri nel mio sito e questa è la prima guida che leggi, ti consiglio di iscriverti alla newsletter di Fotografia Moderna.
Perchè dovresti?

  • Riceverai gratuitamente e senza fatica contenuti che ti aiuteranno a migliorare la tua tecnica fotografica
  • Riceverai consigli e suggerimenti esclusivi solamente a chi è iscritto alla newsletter

La doppia esposizione è una tecnica che si effettua in post-produzione, richiede di scattare due fotografie identiche allo stesso panorama ma con una diversa esposizione, per questo il primo ed essenziale consiglio è quello di avere una buona stabilità della macchinetta.

Il treppiedi

Basta uno spostamento indesiderato per non poter ottenere l’effetto desiderato e salvare le tue fotografie dalla sottoesposizione/sovraesposizione.

Scattare a mano libera se hai bisogno di questa precisione è pressoché impossibile, quindi è obbligatorio avere un buon treppiedi.
Se ancora non ne hai uno ti consiglio di comprarlo vivamente.

Un fotografo non può essere un vero fotografo senza un treppiedi.
Non aver paura di spendere, ormai si trovano moltissime offerte anche sotto i 50€, il mio suggerimento è sempre quello di non risparmiare sul materiale.

Quello che non spendi oggi, lo spendi domani.

Comunque se ancora non possiedi uno ti consiglio di leggere la nostra classifica dei treppiedi ed acquistarne uno.

Il telecomando

Come detto, la stabilità è essenziale, e nel toccare la macchinetta posizionata sul cavalletto si potrebbe rischiare di spostarla dalla posizione principale.
La soluzione?
Un telecomando che ti permetta di scattare le tue fotografie senza correre il rischio di toccare la fotocamera!

Anche per i telecomandi ormai si trovano numerose offerte, controlla su questa pagina dei nostri migliori telecomandi per fotocamere selezionati dal nostro staff e comprane uno se ancora non lo possiedi.

Ricordati sempre, una volta acquistati questi due accessori, avrai il 70% degli strumenti utili per scattare in piena libertà!

Le impostazioni

Per la corretta esecuzione di questa tecnica non dovrai usare impostazioni automatiche per nessun motivo al mondo, per questo comincia impostando sul manuale e disattivando i vari automatismi.

  • Mettere la fotocamera sul cavalletto: trovare una posizione stabile per i vostri scatti inquadrando il panorama
  • Impostare gli ISO bassi: per avere una fotografia pulita, senza rumori causati dalla sensibilità della fotocamera alla luce
  • Impostare un’apertura focale abbastanza alta: per dare al panorama una buona profondità di campo puoi impostare da un F11 in poi.
  • Ora dovrai scattare verso il cielo, bilanciando l’esposizione in modo che il cielo risulti esposto correttamente, aiutati leggendo l’istogramma sulla tua reflex
  • Riscattare di nuovo, rimanendo sempre fermi con la stessa inquadratura, ma spostando l’esposizione per avere la parte inferiore della foto esposta correttamente
  • Non ti preoccupare se nelle due fotografie le due parti non calcolate vengono esposte male, non ti serviranno
  • Riportare tutto in post-produzione

La post-produzione

Una volta aperto Photoshop (se ancora non lo possiedi ti consiglio vivamente di comprarlo il prima possibile) importa le due fotografie insieme.

Chiudendo e riaprendo il livello superiore ti accorgerai subito delle zone sottoesposte e sovraesposta.

Se hai il cielo con un esposizione corretta e la parte inferiore sbagliata dovrai applicare una maschera di livello sulla prima fotografia che nasconda la parte inferiore.

Se hai scattato in modo corretto precedentemente, questa volta, la parte inferiore della seconda fotografia sarà esposta correttamente, per questo mischiando le due fotografie riuscirai ad ottenere il risultato finale fondendo le due fotografie con le parti esposte correttamente.

Per approfondire: I metodi di fusione di Photoshop

Ultimi consigli

Per ottenere un buon risultato con una doppia esposizione, dobbiamo fare molta attenzione in post-produzione.
Non è un procedimento difficile, ma basta apporre qualche accortezza.

Una volta create le maschere di livello:

  • Se siamo riusciti a dividere le due fotografie grazie alla linea dell’orizzonte, basterà usare il gradient per nascondere il livello con l’esposizione sbagliata.
    Ti consiglio di impostarlo in modalità “multiply” invece che “normale”, riuscirai con più passate ad avere un risultato ottimale
  • Se invece usare il gradient ti è complicato, imposta il primo pennello, il più leggero.
    Imposta una grandezza ampia e abbassa al minimo la durezza del pennello.
    Avrai un effetto più leggero.

Se non ti ricordi le shortcut di Photoshop rileggiti il nostro articolo.

Spero che questa guida ti sia utile!
Lascia un commento con i tuoi lavori e se ti è piaciuto l’articolo lascia un bel like!

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.