Effetto Disintegrazione [Photoshop],la guida

effetto-disintregrazione
La guida per ottenere l'effetto disintegrazione con Photoshop

Girando per il web avrai notato che l’effetto disintegrazione è uno degli effetti più utilizzati, questa guida ti spiegherà come ottenerlo.

Effetto disintegrazione, occorrente:

Ti ricordi le short-cut di Photoshop? Leggiti questo articolo, sarai ancora più veloce nei tuoi lavori!

SEI PRONTO A STRAVOLGERE LE TUE FOTO CON L’EFFETTO DISINTEGRAZIONE?
ASPETTA SOLAMENTE UN SECONDO

Se è la prima volta che entri nel mio sito e questa è la prima guida che leggi, ti consiglio di iscriverti alla newsletter di Fotografia Moderna.
Perchè dovresti?

  • Riceverai gratuitamente e senza fatica contenuti che ti aiuteranno a migliorare la tua tecnica fotografica
  • Riceverai consigli e suggerimenti esclusivi solamente a chi è iscritto alla newsletter

1# DUPLICHIAMO IL LIVELLO

Per prima cosa dovrai duplicare il livello base, ricordati sempre per qualsiasi lavoro tu faccia di foto-ritocco di lasciarti sempre a disposizione il file originale, per poter tornare indietro in qualsiasi momento.

Nascondi il primo livello e bloccalo, in modo da non poterlo mai modificare (nemmeno per sbaglio)

2# FACCIAMO UNA MASCHERA DI LIVELLO

Ora prendi lo strumento “Selezione Rapida“, la sua short-cut è la W, e comincia una selezione veloce del tuo soggetto.
Non perderci troppo tempo, fai una selezione veloce all’interno del personaggio, avvicinandoti più vicino ai bordi.
Per “rimuovere” una parte selezionata tieni premuto CTRL e il cursore segnerà un segno di sottrazione (-)

Una volta impostata una prima selezione vai su “Migliora Bordo” e gioca con i vari parametri, uno dei parametri principali per ottenere un buon scontorno è il raggio.

Per migliorare lo scontorno e prendere i capelli persi nella selezione precedente, basta andare di pennello vicino alla zona selezionata per recuperare i capelli non selezionati.

Una volta dato OK avremo una selezione abbastanza precisa del soggetto.

Per migliorare la selezione, creiamo una maschera di selezione e con il pennello bianco di piccole dimensioni andiamo a recuperare le zone che ci siamo dimenticati precedentemente.

Ora che abbiamo ottenuto una maschera di selezione di ottima qualità siamo pronti per cominciare “l’effetto disintegrazione“.

3# USIAMO LO STRUMENTO FLUIDIFICA

Uniamo la maschera di livello con il livello stesso e duplichiamolo.

Ora prendiamo il livello inferiore, andiamo su “Filtro” e clicchiamo su “Fluidifica

Giochiamo con lo strumento di Photoshop “Fluidifica” creando una dispersione dell’immagine verso un lato (questa dispersione sarà la parte che salterà fuori nell’effetto)

Cerchiamo di dare un effetto dispersivo del soggetto, di creare un movimento verso l’alto come se fosse soggetto ad un esplosione.

Ora dovremo trovarci due livelli (+ il livello originale) di cui uno è il soggetto ritagliato, l altro ha l’effetto fluidifica.

Perfetto siamo molto vicini ad ottenere l’effetto di disintegrazione finale.

4# LE ULTIME DUE MASCHERE

Non ci rimane che creare le ultime due maschere, il livello con il soggetto fluidificato avrà una maschera totalmente nera, quindi creiamo la maschera e coloriamo la maschera interamente di nero.

Automaticamente verrà nascosto il livello nell’area di lavoro.

E il soggetto principale per ora avrà la maschera completamente bianca.

5# SELEZIONIAMO IL PENNELLO IDEALE

La parte principale viene ora, dovrai scegliere un pennello particolare per questo effetto, io ti consiglio un pennello effetto fumo, (in rete se ne trovano a migliaia free, devi solo scrivere Brush Smoke download e ne troverai a decine).

Una volta impostato il pennello con l’angolazione giusta, dimensione e opacità andiamo a colorare sulla maschera bianca le parti che vogliamo nascondere con il pennello nero.

Una volta ottenuto il livello “tagliuzzato” possiamo andare sulla maschera totalmente nera e con il pennello bianco far uscire fuori le parti della disintegrazione.

Il segreto dell’effetto disintegrazione sono i pennelli, quindi ti consiglio di scegliere pennelli particolari per rendere il tuo effetto diverso.

Un consiglio è quello di abbassare l’opacità sui lati dell’immagine per avere un effetto di dispersione più reale.

Rimane solo da inserire lo sfondo!

Crea un nuovo livello, prendi lo strumento “sfumatura” e crea il tuo sfondo preferito!

 

Ti è piaciuto il tutorial? Lascia un commento se hai bisogno di una mano!

Se invece ci sei riuscito, lascia nei commenti la foto prima e dopo il tutorial!

 

 

 

Commenta questo articolo

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui