Una storia tratta da 30 foto straordinarie

elleni libro

Una raccolta di trenta fotografie che hanno segnato l’umanità scattate da maestri della fotografia. Queste le opere raccontate nel libro dell’autrice Elleni: un dietro le quinte a fumetti per conoscere e apprezzare meglio gli scatti simbolo dei nostri tempi.

Chi è la misteriosa ragazza dai grandi occhi verdi ritratta da Steve McCurry? E quali sono le vicende che hanno portato al triste atto di protesta del monaco buddista, fotografato in fiamme nella piazza di Saigon?

Queste sono le domande che l’autrice del volume illustrato si è posta per la stesura del volume “Foto Straordinarie. La storia delle 30 fotografie che hanno cambiato il mondo” edito da Beccogiallo. Una raccolta di racconti illustrati a fumetti che raccontano le storie e i protagonisti dietro le immagini divenute simboliche per la storia dell’umanità. A raccontare gli eventi e i protagonisti legati alla vicenda è oggi l’illustratrice Elleni che, armata di penne a biro e matite colorate, ha deciso ripercorrere – attraverso il linguaggio del fumetto– la storia e le figure chiave di questa e di molte altre fotografie simbolo del Novecento.

Fotografie a fumetti

Nei trenta capitoli che compongono il volume, ognuno dei quali dedicato ad una singola fotografia, possiamo entrare nella storia della Madre migrante di Dorothea Lange, vivere il terrore della guerra civile spagnola con la Morte di un miliziano lealista di Robert Capa per finire in piazza Tienanmen con la famosissima fotografia del ragazzo contro il carro armato, fotografato da Jeff Widener. O ancora La bambina del napalm, gli occhiali di John Lennon o la celebre immagine che ritrae insieme i giudici Falcone e Borsellino.

Ognuna di queste foto è raccontata in un complesso viaggio a colori tra le immagini che hanno cambiato la nostra storia. Un esperimento a nostro parere ben riuscito, che consigliamo a tutti, ma soprattutto ai più piccoli facendoli così avvicinare in modo “giocoso” alle vicende che hanno cambiato la storia dell’umanità.

Le parole dell’autrice

«Subito dopo la pubblicazione di Straordinarie: vita e imprese di trenta donne fuori dagli schemi; con Beccogiallo volevamo continuare a raccontare storie avvincenti in maniera breve e concisa e, avendo sempre avuto una discreta passione per la fotografia e per le storie che racchiude, abbiamo deciso di ideare questo libro». A parlare è Elleni – all’anagrafe Flavia Benefazio, «nata nel 1980, già prima di parlare scarabocchiava i compiti di scuola del fratello maggiore», riporta la bio – che scrive e disegna questo volume focalizzandosi su trenta scatti che hanno documentato gli istanti irripetibili della nostra epoca; trenta storie a fumetti che narrano sia come sono nate quelle foto iconiche sia cosa si cela dietro i momenti storici che hanno immortalato.

Precisa l’autrice: «Molte delle storie dietro questi scatti le conoscevo già, quindi avevo ben chiaro nella mente cosa raccontare. Inoltre, come è successo nel primo libro, queste immagini danno la possibilità di narrare, appunto, non solo la storia dietro le fotografie ma anche avvenimenti storici, cambiamenti sociali o avvenimenti a volte dimenticati».

Dodici mesi: tanto ci è voluto a scrivere e disegnare il volume Foto straordinarie – «durante il giorno sono impiegata nel settore della logistica, quindi sul libro ci lavoravo la sera o nel weekend», precisa Elleni – che ha iniziato a prendere forma «dopo che ho stilato un elenco di foto cercando di variare il più possibile periodo storico, luogo dello scatto, situazione sociale. Questo per riuscire a fornire al lettore un ventaglio più ampio di conoscenze e magari incuriosirlo per spingerlo poi a indagare nella storia». Aggiunge l’autrice: «La selezione è stata anche fatta in base alle informazioni disponibili: purtroppo ci sono scatti famosi di cui poco si sa e sarebbe stato difficile riempire le tre pagine del fumetto. Inoltre non volevo fornire informazioni errate, quindi c’è stato un lavoro ben preciso per ricercare fonti affidabili e notizie certe».

Aggiunge sempre l’autrice: «La selezione è stata anche fatta in base alle informazioni disponibili: purtroppo ci sono scatti famosi di cui poco si sa e sarebbe stato difficile riempire le tre pagine del fumetto. Inoltre non volevo fornire informazioni errate, quindi c’è stato un lavoro ben preciso per ricercare fonti affidabili e notizie certe».

info: www.beccogiallo.it

Una storia simbolo

L’11 giugno 1963 il monaco buddhista Thích Quảng Đức si lasciava bruciare nel centro di Saigon. La foto che venne scattata in quell’occasione è considerata ancora oggi simbolo di lotta contro ogni repressione. A ricordare quell’evento, 57 anni dopo, è il fumetto di Elleni: un racconto disegnato per conoscere le vicende e i protagonisti dietro il celebre scatto.

Invitandovi a sfogliare il libro, pubblichiamo di seguito Il monaco che brucia, la storia della fotografia scattata da Malcolm Browne l’11 giugno del 1963. Una immagine che ancora oggi, a quasi 60 anni di distanza, resta uno dei simboli di lotta e resistenza più potenti.

Altri articoli su libri di fotografia:

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui