HomeLezioni di FotografiaSocial MediaFoto per Instagram: Quali sono le regole per farle (e ritoccarle) bene

Foto per Instagram: Quali sono le regole per farle (e ritoccarle) bene

Instagram è uno dei social media più utilizzati in assoluto, tant’è che i dati sugli utenti registrati e attivi sono altissimi. Ciò è anche dovuto alle remunerative possibilità fornite direttamente da Instagram, sulla cui piattaforma vi è l’occasione di sponsorizzare – con un’apposita campagna pubblicitaria – il proprio brand. Infatti, sul social media in questione si possono postare contenuti quali foto e video elaborati ad hoc per cercare di colpire il target ambito. Ma quest’azione è parecchio diffusa anche tra i clienti stessi, in quanto riuscire ad incrementare il numero personale di follower è di comune interesse. Farsi conoscere è sempre importante, e su Instagram tale obiettivo può diventare concreto se si comprendono i meccanismi dietro le immagini e le didascalie.

Indubbiamente la qualità delle immagini postate su Instagram acquisisce un’importanza ancora maggiore se il loro scopo è promuovere un’attività commerciale o professionale; infatti, sebbene l’utilità di questo social network nel business sia legata a svariati fattori (su postpickr.com, sito tra i più autorevoli su queste tematiche, è possibile approfondire tale aspetto), pubblicare fotografie qualitativamente impeccabili (grafiche incluse) consente di sfruttare al massimo l’efficacia di tale strumento. La conoscenza di tutti i segreti che ci sono dietro, assume un ruolo cruciale nella pubblicizzazione di sé stessi e della propria azienda. Dunque, allo scopo di fornire una guida utile riguardante le foto per Instagram: ecco quali sono le regole per farle e ritoccarle bene.

Lo strumento per scattare le foto

Prima di ragionare sul come scattare e ritoccare le foto, è necessario interrogarsi sullo strumento da utilizzare. Chiaramente, se si dispone di una macchina fotografica di un qualunque modello mirrorless o reflex è preferibile, poiché la qualità sarà senz’altro elevata e si possono alternare gli obiettivi per effettuare degli scatti diversificati. Ciò significa che in post produzione, ovvero nel momento in cui si modificano le foto, il tempo da investire è sensibilmente ridotto.

Al contrario, con uno smartphone dotato di una fotocamera di livello si deve intervenire maggiormente in fase di ritocco, ma è uno strumento che garantirebbe ugualmente un risultato soddisfacente con il quale lavorare. In ultima analisi, per realizzare delle immagini di qualità è necessario avere a disposizione un dispositivo quanto più potente possibile. Se lo si può ritenere un vero e proprio lavoro, quello di postare contenuti su Instagram, allora un investimento in termini economici – per partire col piglio giusto – dovrebbe essere preso in seria considerazione.

Scegliere il formato adatto

Per pubblicare delle foto di qualità su Instagram, va sicuramente scelto il formato adatto. Siccome nella maggioranza dei casi gli scatti avvengono tramite smartphone, è preferibile tenersi sulla verticalità e sul formato 4:5. Inoltre, c’è da considerare che gli utenti visualizzano le immagini sulla piattaforma direttamente da telefono, dunque è preferibile optare per un contenuto verticale e non ritagliato. A tal proposito, si sconsiglia di scattare delle foto orizzontali per poi tagliarle, così come in generale è da evitare l’orizzontalità. Non c’è alcun dubbio: le foto in verticale con formato 4:5 sono più persuasive rispetto agli altri formati.

Gestire la luminosità al meglio

Dato che il desiderio comune è quello di realizzare degli scatti limpidi e apprezzabili, bisogna gestire al meglio la luminosità. Da questo punto di vista, si consiglia di effettuare degli scatti avvalendosi della luce naturale in esterni. C’è da fare attenzione quando si fanno delle foto in interni, poiché i giochi di luce sono interessanti ma complessi da concretizzare. Da evitare, invece, scatti serali o in luoghi colmi di luci artificiali. Una corretta esposizione consente di lavorare al meglio durante l’editing.

Raddrizzare le linee

La simmetria può giovare tantissimo ai propri contenuti, dato che l’estetica odierna è alla spasmodica ricerca della perfezione formale. Per riuscire in questo intento, è opportuno raddrizzare le linee verticali e orizzontali delle foto scattate. Tale azione è possibile grazie alla griglia da attivare sulla macchina fotografica o sullo smartphone, con la quale si ottiene così una guida assai precisa. Nel peggiore dei casi, esistono delle applicazioni per smartphone e computer da poter utilizzare in post produzione; così facendo, qualunque foto (o quasi) può essere raddrizzata!

Scattare le foto manualmente

Quando si devono scattare le foto, sulla macchina fotografica o sullo smartphone appaiono delle impostazioni manuali da settare per far sì che il risultato ottenuto sia quello desiderato. Nel caso in cui si facciano le foto con una reflex o con una mirrorless, bisogna fare attenzione agli ISO, all’apertura del diaframma, alla regolazione del bianco, al fuoco e alla luminosità. Le ottiche degli smartphone possono essere intercambiate per avere una foto più larga o più stretta, così come è possibile selezionare il soggetto da mettere a fuoco e regolare i livelli di esposizione.

Trovare uno stile personale

Trovare uno stile personale è praticamente un concetto essenziale quando si decide di pubblicare abitualmente delle foto su Instagram. Data l’alta concorrenza, bisogna sapersi distinguere con dei contenuti di qualità. Per far ciò, si potrebbe considerare l’idea di introdurre rubriche creative a intervalli regolari, poiché le nuove proposte tendono sempre ad attirare nuovi follower.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI