Fotografare bambini: 5 Trucchi di una Professionista

I trucchi per fotografare i bambini in qualsiasi fascia d'età di Ilaria Gialdino.

Come fotografare i bambini

Se hai provato già a fotografare i tuoi bambini sai perfettamente che a volte è un’impresa ardua!

Proprio nel momento in cui stai per scattare la “foto perfetta” per fermare quell’attimo e per ricordare quel sorriso spontaneo, ecco che il bambino si innervosisce, si muove di continuo o addirittura inizia a piangere!

A volte, saper prendere nel modo giusto i più piccoli è un lavoro nel lavoro ma è fondamentale che servizio fotografico per bambini sia un’esperienza divertente e rilassante, affinché ogni scatto trasmetta bellezza, magia e racconti l’amore di quella famiglia.

Spesso i bambini non hanno voglia di stare in posa, vogliono solo giocare ed esplorare lo studio fotografico! Come abbiamo visto nell’articolo su come fotografare i bambini, ci si deve aspettare di tutto in questi momenti e non si può pretendere che rimangano fermi! E persino con i neonati capita proprio che non abbiano voglia di dormire o abbiano fame e fare qualche scatto diventa un’impresa ardua.

Per questo ad ogni fascia d’età deve corrispondere un servizio fotografico diverso, per
andare incontro alle esigenze dei bambini, come per esempio Ilaria Gialdino che si occupa proprio di fare servizi fotografici per bambini che ci ha dato una mano scrivendo questo articolo con i suoi consigli.

Dai neonati ai bambini che già camminano: quale servizio fotografico scegliere?

Conoscere l’età dei bambini è importante sia per il fotografo che per i genitori, affinché l’esperienza del servizio fotografico non si trasformi in un vero incubo!

Ma soprattutto è importante ricordare che una bella foto non è solo quella che riesce a catturare un sorriso spontaneo o a ritrarre il neonato addormentato. Anche un bimbo che fa una smorfia, che gioca senza guardare l’obiettivo o che viene allattato è un momento da autentico da ricordare. Sono proprio i momenti spontanei e veri quelli da immortalare! 

Per i neonati fino a 15 giorni di vita ci sono i servizi fotografici lifestyle newborn: è una tecnica fotografica che predilige la spontaneità e naturalezza. C’è una pianificazione attenta ma senza una rigida regia o pose forzate. Questo permette di ridurre i tempi del servizio fotografico a 2 ore circa invece di 4 ore, per il benessere del bebè e dei genitori!

Infatti, ci sono esigenze ben precise e ritmi dettati dalla tenerissima età che vanno rispettati.

Quando il neonato inizia ad avere qualche mese in più, si inizia a parlare di servizi fotografici sitter perché il bimbo può mettersi seduto. E’ un periodo fantastico per fotografarli perché sono molto spontanei, ridono sempre e iniziano a interagire con il mondo che li circonda, quindi è utile usare un po’ di creatività e il gioco per rendere speciale ogni foto!

Da 1 anno in su, quando il bimbo inizia a camminare, inizia una nuova avventura: quella del movimento! È il momento in cui il bambino è attirato da mille stimoli, corre e si distrae facilmente e il rischio di foto mossa è dietro l’angolo!

Per questo ho pensato di condividere 5 trucchi per fotografare i bambini che uso spesso durante i miei servizi fotografici, a seconda della fascia d’età.

Trucchi per fotografare i bambini

Per i neonati

Non costringere i bebè in pose innaturali. Non solo per motivi di sicurezza, visto che sono così piccoli e fragili, ma anche perché rischieresti di farli innervosire e a quel punto diventerebbe difficile farli addormentare!

Ovviamente la sicurezza è importante: un fotografo professionista sa come mettere in posa il bebè, oltre a seguire protocolli igienici di disinfezione delle mani e delle stoffe e coperte che vengono utilizzate.

Soprattutto per pose che ritraggono i neonati nudi, il consiglio è di mantenere la stanza a una temperatura molto calda. E se proprio si fa fatica a farlo addormentare, il trucco è nel creare una situazione rilassante e armoniosa grazie ai rumori bianchi, a dei piccoli massaggi delicati sulla fronte o mettendolo a pancia in giù. Anche un’abbondante poppata prima di scattare le foto aiuterà a stimolare un sonno profondo e sereno. 

Per i bambini fino ai 12 mesi

Ancora non camminano ma stanno perfettamente seduti e interagiscono con il mondo circostante. Il gioco è l’arma vincente per fare foto di grande effetto ma attenzione alle distrazioni: nello studio devono esserci pochi giochi, altrimenti la tendenza ad annoiarsi è maggiore.

Il giocattolo è anche un ottimo alleato per attirare l’attenzione del bimbo, magari posizionandolo sopra la macchina fotografica.

Per i bimbi che camminano

Il vero problema è nel movimento perché non stanno mai fermi e c’è il rischio di ottenere foto mosse. 

Per ottenere foto nitide è possibile impostare la fotocamera utilizzando tempi di posa molto corti oppure con lo scatto continuo, così da non perdere nemmeno un fotogramma.

Variare il punto di vista

Abbassarsi all’altezza dei più piccoli o fotografarli dall’alto sono due ottime inquadrature.

Per trasmettere un senso di tenerezza il punto di vista dall’alto è da privilegiare perché il soggetto sembra più piccolo e automaticamente fa scattare in noi un senso di protezione e dolcezza.

Abbassarsi all’altezza del soggetto fotografato invece, permette di avere un’inquadratura che non è banale perché permette di immedesimarsi con il punto di vista di chi è ritratto. Per questo è necessario sdraiarsi a terra cercare di posizionare la fotocamera all’altezza dei loro occhi.

Semplicità per valorizzare l’essenza e la bellezza dei bambini

Non c’è bisogno di grandi oggetti di scena, i più piccoli sono belli e puri già così e sapranno essere degli ottimi protagonisti di ogni scatto.

Per questo consiglio sempre di ridurre al massimo la scenografia e di privilegiare un setting fotografico dai colori naturali, chiari con poche stoffe e pochi giochi. 

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.