Come Fotografare Bolle di Sapone

Scattare le fotografie alle bolle di sapone e tornare bambini è possibile? É così difficile? Assolutamente no!

0
262
Come fotografare le bolle di sapone
Come fotografare le bolle di sapone

Sono belle le foto con le bolle di sapone vero? Hai sempre desiderato fotografare il loro aspetto psichedelico ma non ci sei mai riuscito? Ti mostrerò in questo articolo come ottenere dei fantastici risultati di foto con le bolle di sapone senza troppi sforzi.

Non devi preoccuparti, alla fine scattare foto di bolle è abbastanza facile e dato che tornerai ad essere bambino per realizzarle ti godrai questo progetto in tutti i suoi passaggi.

Come realizzare bolle di sapone perfette

Per prima cosa ovviamente dovrai essere in grado di creare delle belle e grandi bolle di sapone, puoi usare tranquillamente il sapone normale ma è molto probabile che utilizzando questo detergente le tue bolle esplodano più velocemente nelle riprese. Per migliorare la durata delle bolle dovrai creare una tua soluzione di sapone.

Non stiamo giocando al piccolo chimico tranquillo!

  • Aggiungi due cucchiaini di sapone liquido (va benissimo anche il detersivo per piatti)
  • Mezzo bicchiere d’acqua
  • Mescola con la glicerina e lascialo agire per alcune ore

La glicerina è proprio l’ingrediente segreto che da forza alle bolle e le fa durare più a lungo! Di solito si acquista nelle pasticcerie o nelle alimentari locali. Poi se proprio non ci riesci o hai paura puoi sempre comprare le “bolle in bottiglia”, sono proprio quei giocattoli con cui ti divertivi da piccolo. Durano quanto la tua soluzione fatta in casa!

Configura la tua postazione

Non puoi mica fotografare le bolle di sapone e utilizzare lo sfondo delle mattonelle della cucina, dovrai creare un piccolo studio fotografico fai da te a casa. Di soluzioni ce ne sono tante, esistono anche gli studi fotografici portatili, semplici, rapidi da costruire e con un treppiede hai praticamente tutto a disposizione.

Puoi anche ricrearti un fondale fotografico fai da te, sempre meglio che utilizzare le mattonelle della cucina!

Tutto quello che ti serve è un tavolo, un treppiede, uno sfondo carino e una fonte di luce.

Quindi organizza il tavolo vicino al muro, posiziona il treppiede davanti al set e basta, il più è fatto.

Non scordiamoci che puoi sempre fotografare all’aperto ovviamente! Guarda la foto qui sopra quanto è carina con quello sfondo verde!

Imposta l’illuminazione correttamente

Una volta che hai finito di montare il tuo studio dovrai installare le luci, l’elemento più importante! Esistono molti modi per illuminarle, naturalmente il migliore è con un softbox professionale, un pannello riflettente, queste sono sorgenti luminose che diffondono la luce in modo uniforme e ti consente di ottenere un risultato professionale.

Puoi anche utilizzare un flash esterno, montalo con un diffusore e posizionalo su un mini treppiede. É possibile utilizzare il cartone bianco per lasciare che la luci rimbalzi sul soggetto.

Anche le luci del pannello a LED se lo possiedi, sono luci che a differenza delle altre fonti non fanno troppo caldo.

Devi scegliere l’obiettivo giusto

Non pensare di fotografare con un obiettivo grandangolare, per questo tuo tipo di fotografia dovrai scattare una foto ravvicinata, quindi la migliore delle ipotesi ovviamente è usare un obiettivo macro.

Se non ne possiedi uno puoi sempre utilizzare il tuo obiettivo zoom normale ed unirlo con un tubo di prolunga, servono proprio a questo d’altronde!

In alternativa puoi sempre utilizzare un teleobiettivo ma dovrai posizionarti lontano dal soggetto per riuscire a mettere a fuoco nel modo corretto e scattare foto ravvicinare.

Metti stabile la tua fotocamera

Dal momento che dovrai scattare foto molto particolari non puoi permetterti di scattare a mano libera, potresti rischiare di ottenerle sfocate e le foto mosse non sono mai il massimo se non è un effetto cercato!

Quindi utilizza un treppiede fotografico e se puoi anche un telecomando a distanza radiocomandato per attivare il dispositivo senza toccarlo, in modo da non dare possibilità di muovere la fotocamera.

Se non si dispone di un telecomando è possibile utilizzare tranquillamente l’autoscatto, impostalo su 1-2 secondi e attendi fino allo scatto dell’otturatore. Certo questa dovrebbe essere la tua ultima alternativa visto che non è proprio efficiente in termini di tempo! Devi sempre considerare che le bolle di sapone scoppiano dopo qualche secondo!

Utilizza le giuste impostazioni di scatto

Personalmente utilizzerei una ridotta profondità di campo in modo da avere lo sfondo sfocato con un piacevole effetto Bokeh e il soggetto principale, le bolle di sapone, perfettamente a fuoco.

Per questo dovrai utilizzare un’apertura piccola tra F/11 e F/16. La messa a fuoco profonda prodotta da queste aperture ti consentirà di fotografare e riprendere l’intera circonferenza della bolla.

Per quanto riguarda invece la velocità di scatto, dipende dalla potenza della luce che stai utilizzando, perché se utilizzi una luce potente puoi tranquillamente arrivare ad una velocità di 1/250, altrimenti 1/60 potrebbe essere più che sufficiente.

Puoi scegliere naturalmente anche una velocità più lenta, provaci, ma ricordati che le bolle esplodono se vai troppo lento!

Per quanto riguarda la sensibilità ISO è sempre meglio rimanere tra i 100 e gli 800 per evitare rumore fotografico e tenere il soggetto abbastanza luminoso anche con fonti di luce non proprio potenti.

Inizia a soffiare le bolle

Rapidi e semplici consigli su come fotografare le bolle di sapone in modo perfetto, con la giusta illuminazione e perfettamente a fuoco.

Una volta che è tutto pronto dovrai solo divertirti! Versa la soluzione in una ciotola, posizionala al centro del tuo studio e inizia a soffiare bolle con una cannuccia! Pronto a scattare le foto?

Per creare le sfere insaponate devi mescolare la soluzione con la cannuccia, metterla nel mezzo della ciotola e soffiare! Se vedi formare piccole bolle, bucale e mescola nuovamente la soluzione altrimenti si aggrapperanno alla bolla principale per farla scoppiare.

Alcune bolle di sapone durano pochi secondi ma altre anche qualche minuto, ma visto che non lo puoi prevedere perché dipende da molti fattori, sbrigati a scattare subito la tua foto!

Prova illuminazioni diverse

Non è detto che la luce che avevi pensato inizialmente sia perfetta, quindi prova a illuminare il soggetto di lato e creare ombre per aggiungere una dimensione alla tua immagine.

Per avere una esposizione fotografica corretta devi posizionare la fonte di luce vicino alla bolla, ma occhio che il calore rischia di far scoppiare la bolla! Accendila solo quando sei pronto a scattare la tua foto!

Utilizza la modalità burst

Hai mai considerato la modalità burst nelle tue foto? Questa funzione ti consente di continuare a fotografare mentre premi il pulsante.
Alcune macchine fotografiche ti consentono di scattare in modo automatico una serie di foto, ma se non possiedi questa funzione attiva la modalità burst dal menu.

Certo che se vuoi utilizzare correttamente questa modalità dovrai utilizzare una velocità dell’otturatore più elevata, altrimenti rischi che la bolla sarà già scoppiata quando la fotocamera scatterà la seconda foto.

Alcune fotocamere consentono fino a 24 fotogrammi al secondo, altre solo 5, dipende sempre dalla frequenza dei fotogrammi che consente la tua fotocamera. Ovviamente, più veloce scatta la tua foto più immagini otterrai.

Fotografia Moderna, fondata nell'estate del 2015 è riuscita a dare un nuovo volto alla community fotografica italiana. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2019. Cercheremo di superare ogni record in questo 2020! Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.