Le 11 fotografe donne che hanno fatto la storia

Le 10 fotografe donne più famose e importanti della storia secondo me,

Fotografe donne più importanti
Pino

La storia ci ha fornito una vasta di fotografi di incredibile talento che continuano a ispirare le nuove generazioni con il loro lavoro visionario e oltre i confini che hanno svolto in passato. Non è una questione di genere, nella classifica infatti troviamo sia fotografe di strada, di ritratti che naturaliste, è un elenco di tutte le fotografe donne più famose che hanno segnato la storia.

Sei pronta a trovare ispirazione?

Annie Leibovitz 

Leibovitz è nata nel 1949 nel Connecticut, negli Stati Uniti, e ha iniziato alla grande nel 1970 quando ha ottenuto un lavoro come fotografa ritrattista per la  rivista Rolling Stone.

Se ti sei mai chiesto: “Chi è la fotografa donna più famosa della storia?” , Annie Leibovitz è probabilmente la risposta esatta.

Nel corso della sua carriera che dura da più di cinque decenni, Leibovitz ha fotografato tutti, da Leonardo DiCaprio alla regina Elisabetta II. Pensa a Demi Moore incinta e nuda, nella sua allora controversa, ormai iconica copertina per Vanity Fair. Ecco è la sua.

O anche quell’immagine indimenticabile di John Lennon nudo avvolto intorno a Yoko Ono, scattata lo stesso giorno in cui è stato abbattuto e ucciso. Sempre opera sua.

Ti consiglio di leggere i libri di Annie Leibovitz per scoprire in maniera approfondita il suo talento e farti coinvolgere dalla sua creatività.

Vivian Maier

Approposito di fotografia di strada, Vivian Maier è il vero occhio che ha segnato le scene di Chicago e New York negli anni ’50 e ’60.

Una delle cose incredibili della storia di Maier è che le sue migliaia di foto sono rimaste inedite e sconosciute durante la sua vita. Solo nel 2009, subito dopo la sua morte, le foto digitalizzate condivise su Flickr sono diventate virali e Maier è diventata famosa e riconosciuta a livello mondiale.

Dorothea Lange 

Dorothea Lange è stata una delle più importanti fotografe documentariste e fotoreporter americana di sempre.

Durante la Grande Depressione, ha lavorato per la Farm Security Administration (FSA) catturando le difficoltà della classe operaia mentre affrontavano la vita quotidiana con immagini incise dall’emozione.

La sua opera più famosa, Migrant Mother, mostra una madre oppressa e i suoi due bambini piccoli, forse la sua foto più famosa.

Diane Arbus

Le immagini di Arbus hanno il merito di aver contribuito a normalizzare coloro che sono ai margini della società. Si è spesso concentrata su soggetti emarginati come artisti circensi, persone transgender, nani e malati di mente.

Questa talentuosa fotografa si è purtroppo tolta la vita all’età di 48 anni, ma non prima di aver lasciato un segno indelebile nel mondo della fotografia.

Lee Miller

La fotografa americana Lee Miller era nota per essere un modella di moda e amante dell’artista Man Ray

Le sue foto hanno raccontato un’Europa devastata dopo la seconda guerra mondiale con reportage che l’hanno inserita con merito tra le fotografe più famose del mondo.

Le foto di Miller dei campi di concentramento di Dachau e Buchenwald hanno formato alcune delle prime prove fotografiche degli orrori dell’olocausto.

Nota anche per il suo intimo rapporto artistico con Pablo Picasso: lo ha fotografato più di 1.000 volte e lui, a sua volta, ha dipinto il suo ritratto sei volte.

Sally Mann

Sally Mann può essere facilmente annoverata tra le più famose fotografe ancora in vita ed è nota sopratutto per i temi che tratta, ovvero quello della famiglia. Ha pubblicato una serie di immagini con i suoi figli piccoli in pose intime, spesso vulnerabili che hanno spaccato l’opinione generale.

La serie è molto controversa, ma la loro bellezza evocativa e la prospettiva unica sull’infanzia sono innegabili.

Martine Franck

Martine Franck è stata fotografa belga che ha lavorato principalmente come fotografa di ritratti e documentari. Ha creato composizioni sorprendenti ed emotive che si concentravano fortemente sulla forma. Ha lavorato per importanti riviste come LIFE, Vogue e Fortune. Seconda moglie di Henri Cartier-Bresson, Franck è stata membro di Magnum Photos per oltre 32 anni e all’epoca una delle poche fotografe ad essere rappresentata dall’agenzia.

Eva Arnold 

La fotografa americana Eve Arnold è nota per aver catturato immagini di alcuni dei soggetti più famosi e glamour del mondo, tra cui Marlene Dietrich e Marilyn Monroe. Arnold è nota per essere diventata la prima donna a entrare a far parte della Magnum Photo Agency e per essere una delle fotografe del suo tempo ad esplorare davvero idee e problemi sulle donne nel suo lavoro.

È morta nel 2012 all’età di 99 anni.

Tina Mondotti

Felicissimo di inserire in questa classifica un nome italiano, la nostra Tina Mondotti è stata un punto fermo della fotografia anni 20.

Alcuni dei soggetti ricorrenti di Mondotti erano persone della classe operaia, scene raffiguranti la cultura indigena, l’arte popolare e i paesaggi. Ha anche scattato fotografie di noti intellettuali e artisti, in particolare Frida Kahlo.

Modotti fu esiliata dal Messico nel 1930 a causa della sua importanza nel movimento comunista e il suo lavoro nel campo della fotografia cessò subito dopo. Durante la sua vita un po’ breve ma vibrante, Mondotti ha lasciato una forte impronta come influente fotografa femminile.

Nan Goldin 

Nan Goldin è famosa per il suo coraggio nell’affrontare temi difficili come la crisi dell’HIV e l’epidemia di oppiacei.

È anche nota per esplorare, in modo crudo e intimo, momenti sessuali e corpi LGBT. Questi temi sono incapsulati dalla sua opera più importante, The Ballad of Sexual Dependency, girata tra il 1979 e il 1986.

Gisèle Freund

Durante la sua carriera, Gisèle Freund ha intrapreso circa 80 incarichi fotografici in tutto il mondo per le riviste LIFE e Time, guadagnandosi la fama di fotoreporter di grande successo.

Non per niente è stata l’unica donna fondatrice dell’agenzia fotografica Magnum.

Freund ha catturato ritratti dei giganti del mondo dell’arte e della letteratura, tra cui lo scrittore James Joyce, Vladimir Nabokov, Evita Perón, Frida Kahlo e Aldous Huxley.

I ritratti di Freund sono profondamente stimolanti perché spesso sfidano le convenzioni, concentrandosi sulla rivelazione dell’essenza del soggetto.

Secondo te quali sono le fotografe donne più famose della storia? Hai un nome da aggiungere a questo elenco? Scrivilo nei commenti!

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

4 Commenti

  1. Come non citare Margaret Bourke White? Collaborò alla fondazione della rivista Fortune, prima fotografa straniera ad avere il permesso di scattare foto in URSS e la prima donna fotografa per il settimanale Life. Fotografa di guerra, documentò a seguito del reggimento americano, gli assedi della linea gotica, entrò a Buchenwald il giorno dopo la liberazione dei prigionieri e fece parte del gruppo che scoprì, prima ancora dell’esercito, il campo di Erla. Fotoreporter in Corea , intervisto e fotografò Ghandi poche ore prima della sua morte, e molto altro ancora.

  2. Assolutamente! Grazie mille per aver arricchito questa sezione con un personaggio così importante!

  3. Proporrei di aggiungere Julia Margaret Cameron (1815-1879), la prima donna a praticare in modo professionale la fotografia: entrò a far parte della Royal Photographic Academy. Eseguì suggestivi ritratti di atmosfera preraffaellita (amava un effetto sfocato, che non venne compreso dai più). Era prozia di Virginia Wolf.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui