Che cosa vuol dire fotografia a 30 bit?

Cosa vuol dire 30 bit? Quali sono le fotografie con questa profondità di colore? E cosa comporta?

0
72
Fotografia a 30 bit

Molti fotografi impiegano gran parte del loro budget ad acquistare i migliori monitor sul mercato per avere la massima gamma di colori per visualizzare oltre un miliardo di colori, ma quello che pochi sanno è che probabilmente il loro flusso di lavoro è effettivamente limitato a soli 16.7 milioni di colori a causa di limitazioni software o hardware.

Ma quali sono le differenze quindi tra un canale a 10 bit e uno a 30 bit? Quali sono i vantaggi e i svantaggi di una foto a 30 bit?

Ormai stiamo vedendo sul mercato sempre più modelli avanzati, pannelli 4k a prezzi abbastanza contenuti e tecnologie sempre più avanzate. Ma è anche fondamentale capire come queste nuove tecnologie possono migliorare effettivamente i nostri risultati fotografici.

Che cos’è un flusso di lavoro fotografico a 30 bit?

Non preoccuparti se non conosci che vuol dire lavorare a bit, tranquillo, la maggior parte dei fotografi non ha la più pallida idea di cosa significhi realmente.

Quando un monitor visualizza un’immagine, ogni pixel visualizzato è rappresentato da un certo numero di colori e poiché l’unità di base delle informazioni nell’elaborazione sono bit questo numero è rappresentato come bit=profondità di colore.

La profondità di bit è rappresentata come numero 2 con un esponente. Ad esempio, il colore a 2 bit è 2² = 4 colori totali. Agli albori dell’informatica, i monitor erano monocromatici, praticamente 1 bit (2 1= 2 colori per bianco e nero). Se sei abbastanza anziano da ricordare i monitor EGA, quelli erano a 4 bit con solo 16 colori totali. 

Al giorno d’oggi, la maggior parte degli schermi è dotata di pannelli “true color” a 24 bit in grado di produrre un totale di 16.777.216 colori. Poiché i colori sono composti da tre colori principali (rosso, verde e blu), i 24 bit a cui mi riferisco rappresentano il numero totale di colori, che si traduce in 8 bit o 256 colori per canale di colore (2 8 ). 

Quindi, se fai i conti, equivale a 2 8 x 2 8 x 2 8 o 256 x 256 x 256 = 16.777.216. Quindi, se oggi senti qualcuno parlare di “display a 8 bit”, tieni presente che si riferiscono a 8 bit per canale, che è uno schermo a 24 bit con 16,7 milioni di colori.

Questa magnifica spiegazione è stata presa da PhotographyLife.

In confronto, un monitor a 30 bit significa 10 bit per canale, che è 2 10 = 1024. Sono 1024 colori per canale, quindi se facciamo la matematica 1024 x 1024 x 1024, questo è un totale di 1.073.741.824 colori, che è 64 volte di più colori di un vero display a colori! 

Sembrerebbe che un leggero aumento da 8 bit a 10 bit aumenterebbe solo leggermente il numero totale di colori, ma come puoi vedere, non è certamente così. Quindi, se ti chiedi mai cosa guadagneresti scattando un file RAW a 14 bit invece di uno a 12 bit, stiamo parlando di 4,4 trilioni di colori contro 68,7 miliardi, ancora una volta 64 volte la differenza in confronto! 

Quindi, un vero monitor a 30 bit è significativamente migliore nella visualizzazione di più colori rispetto a un tipico monitor a 24 bit.

In breve, un flusso di lavoro a 30 bit ha lo scopo di visualizzare sullo schermo tanti contrasti dei colori che puoi vedere e lavorare in post-produzione.

Visualizzazione a 30 bit di Adobe Photoshop

Per impostazione predefinita, Photoshop non rileva e invia automaticamente 30 bit sullo schermo.

Passare a Modifica -> Preferenze -> Prestazioni, quindi fare clic sul pulsante “Impostazioni avanzate” in “Impostazioni processore grafico”. 

Assicurati di mettere un segno di spunta davanti a “Display a 30 bit”

Come controllare l’uscita a 30 bit di una foto?

Potresti chiederti come controllare se il tuo monitor sta effettivamente emettendo 10 bit di colori. 

 Il metodo prevede la creazione di una sfumatura in bianco e nero in Photoshop. 

Una volta aperta l’immagine, seleziona lo strumento Sfumatura (G), fai clic con il pulsante sinistro del mouse e trascina il mouse da sinistra a destra (o viceversa), partendo da un lato dell’immagine fino all’altro lato. Se vuoi mantenere il gradiente dritto, tieni premuto il tasto Maiusc mentre lo fai.

Con il gradiente che va dal nero al bianco da un lato all’altro dello schermo, dovresti essere in grado di vedere transizioni molto fluide.

Se vedi linee verticali che separano diverse sfumature di colore come bande o posterizzazione lo schermo è molto probabilmente limitato a 8 bit. Se vedi molta posterizzazione, potrebbe non essere nemmeno 8 bit.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.