Che cos’è la fotografia digitale

Il passaggio dalla fotografia analogica a quella digitale ha cambiato radicalmente il mondo della fotografia facendo risparmiare molto tempo e risorse.

0
83
La storia della fotografia digitale
La storia della fotografia digitale

La fotografia digitale è stata una vera e propria rivoluzione nel campo fotografico ed ha segnato una delle pagine più importanti della storia, per questo voglio parlarvi in questo articolo in modo approfondito della rivoluzione, anzi continua evoluzione che sta accompagnando questo mondo.

Con l’arrivo della tecnologia digitale e dell’utilizzo dei microprocessori quasi tutti i dispositivi digitali hanno fatto passi da gigante.

La storia della fotografia digitale

Storia della fotografia digitale

Il primo ad avvicinarsi a questa nuova tecnologia fu Eugene Lally nel 1961, che stufo di studiare sistemi per rendere più performanti i razzi ebbe l’idea di dotare i stessi razzi con una fotocamera, in modo che quest’ultima inviasse immagini alla terra per rendere più semplice l’identificazione della posizione degli astronauti. In poco tempo riusci a produrre i diagrammi base per la costruzione della rima fotocamera digitale, ben in anticipo i 14 anni. Purtroppo non riuscì a produrre fino alla fine la sua visione e il progetto non ebbe mai un seguito.

Steve Sasson, ingegnere della Kodak, riuscì a continuare la visione di Lally producendo nel suo capannone la prima fotocamera digitale con vari pezzi di fotocamere e altro materiale, precisamente nel 1975.

Le foto erano composte da 100 linee bianche e nere registrate su una cassetta e per essere viste dovevano essere riprodotte su una televisione. Non esistevano ancora schermi LCD sulle fotocamere per vederle in tempo reale!

L’idea inizio a rivoluzionare il settore ma nonostante tutto la Kodak scelse di non finanziare l’idea perché era convinta che come tecnologia fosse ancora troppo costosa e non adatta a tutti.

La fotocamera progettata da Sasson utilizzava il sensore CCD della Fairchild con una risoluzione di ben 0.01 megapixel! (100×100 pixel) e richiedeva 23 secondi per scattare la foto e registrarla all’interno della cassetta digitale. Non è tutto, la fotocamera pesava ben 4kg!

Le persone hanno dovuto aspettare fino al 1987 per poter comprare la prima macchina fotografica senza rullino, il primo modello chiamato MegaVision, una piccola società californiana.
Dopo poco meno di un anno i giapponesi della Fuji hanno iniziato la vendita di un loro modello di macchina fotografica digitale. Il prezzo partiva dai 10 mila dollari fino ai 40 mila, non proprio accessibile a tutti.

Fotografia digitale e analogica

Cos'è la fotografia digitale e analogica

Ma quali sono stati i vantaggi di questo passaggio?

Bhe ai tempi della fotografia con l’alogenuro d’argento (la sostanza fotosensibile che permetteva alle foto di rimanere impresse sul rullino) era molto difficile scattare foto senza avere problemi con la messa a fuoco o altre impostazioni. Erano veramente tante le variabili che si dovevano considerare, come la sensibilità dello stesso rullino fino allo sviluppo nella camera oscura, bastava un piccolo sbaglio per compromettere tutto il lavoro.

Proprio per tutti questi motivi la fotografia non era “apprezzata dalla massa” o meglio erano evitata perché ritenuta troppo difficile. Ma questo comportava anche ad un commercio più basso delle fotocamere, poche vendite e di conseguenza pochi guadagni.

Forse è stato proprio questo il passaggio che ha spinto le grandi case a passare dalle fotocamere analogiche al digitale. In quest’ultimo il rullino non ha più quella delicatezza con la sensibilità ISO, non c’è più bisogno di aspettare ore per vedere il proprio scatto e sopratutto scattare una semplice foto è diventato a prova di bambino.

Come funziona la fotografia digitale

Come funziona la fotografia digitale

Basta avere una semplice fotocamera moderna per scattare una foto e controllare più o meno in tempi brevi il risultato. Ma la grande conquista arriva ora.

Se la foto non era di proprio gradimento si poteva cancellare e rifarla in tempi rapidissimi senza alcun problema, niente più scatti buttati o spese folli per i rullini. Questo forse ha fatto perdere un po’ di amore e di buon gusto alla fotografia? Non lo so, ma di sicuro è stato un passaggio troppo importante.

Ruotando una semplice ghiera si possono modificare le impostazioni di scatto, variare l’apertura del diaframma modificando quindi la quantità di luce in ingresso, bilanciare il bianco in pochi secondi e controllare l’esposizione della fotografia.

Il tutto poi accompagnato dalle varie modalità di scatto che rendono la foto davvero molto semplice e alla portata di tutti. In definitiva la fotografia digitale ha portato davvero tanti vantaggi sia economicamente ma anche in fattore di risparmio di tempo.

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.