Fotografia HDR: La Guida Definitiva

Come funziona la fotografia HDR? Qual è il suo scopo? È possibile realizzarla in post-produzione?

Fotografia HDR la guida

La fotografia High Dynamic Range (HDR) è un modo per creare fotografie che in condizioni di luminosità precarie sarebbero impossibili, catturando l’alta gamma dinamica di una scena attraverso diverse fotografie diverse e fondendole tutte in una.

In pratica con la fotografia HDR, crei una serie di immagini che vengono successivamente combinate per catturare dettagli nelle ombre e nelle alte luci che non possono essere raggiunti in una singola esposizione.

Attraverso l’HDR possiamo superare i limiti dei sensori della fotocamera e ottenere un risultato più vicino a quello che vede l’occhio umano quando guarda una scena ad alto contrasto.

In questa guida, risponderò ad alcune delle domande più comuni sull’HDR e ti mostrerò esattamente come creare da solo un’immagine HDR straordinaria.

Che cos’è la fotografia HDR?

La fotografia HDR è il metodo di utilizzo del software per portare i dettagli dagli estremi di luminosità e ombra all’interno di una fotografia.

In genere si tratta di catturare più immagini della stessa scena, tutte con impostazioni di esposizione leggermente diverse, e quindi di fonderle insieme per creare una fotografia finale che sembra perfetta.

La fotocamera può fare cose straordinarie, ma la gamma dinamica del suo sensore, ovvero la sua capacità di vedere gli estremi di ombre e luminosità allo stesso tempo, non può essere come i nostri occhi.

Quando ci troviamo di fronte alla perdita di dettagli nelle alte luci spente o nelle ombre scure e oscure, possiamo usare la fotografia HDR per prendere parti di fotografie esposte in modo diverso in cui quei dettagli sono ancora presenti e combinarli insieme al software di editing.

Quando dovresti usare la fotografia HDR?

La fotografia HDR può essere utile in un’ampia gamma di situazioni, ma è più semplice ed efficace quando c’è poco o nessun movimento nella scena e quando la fotocamera è bloccata su un treppiede.

L’HDR è una tecnica popolare utilizzata dai fotografi di paesaggi poiché spesso riprendono scene statiche con molta gamma dinamica.

Se modifichi l’esposizione in modo che il primo piano sia perfettamente esposto, il cielo diventerà improvvisamente troppo luminoso, per ovviare a questo, l’HDR ci consente di scattare due o più fotografie, almeno una delle quali cattura un cielo perfetto, un’altra cattura un primo piano perfetto.

Come funziona la fotografia HDR?

La fotografia HDR funziona creando prima una serie di fotografie a forcella , di solito tra due e nove, che catturano tutte la stessa scena dalla stessa identica posizione ma utilizzando esposizioni diverse.

Idealmente, questo significa bloccare la fotocamera su un treppiede e utilizzare un telecomando per assicurarti di non rischiare di urtarla o di creare alcun movimento.

Puoi variare tu stesso l’esposizione scattando in modalità manuale e quindi modificando le impostazioni della fotocamera tra uno scatto e l’altro. Puoi cambiare ISO o apertura, ma la velocità dell’otturatore tende ad essere l’opzione migliore.

In alternativa, è possibile impostare la fotocamera in modalità Programma e utilizzare la ghiera di compensazione dell’esposizione.

Ruotarlo su +1, +2, ecc. renderà la scena più luminosa e migliorerà l’esposizione nelle ombre. Ruotandolo su -1, -2, ecc., la scena sarà più scura e ti consentirà di catturare più punti salienti.

In alternativa, molte fotocamere sono dotate di una modalità Auto Exposure Bracketing (AEB) che apporta queste modifiche per te. È possibile impostare il numero di fotografie e la quantità di differenza di esposizione tra ciascuna fotografia (misurata in “stop”).

Alcune fotocamere scatteranno quindi l’intera sequenza di fotografie a forcella con una sola pressione del pulsante di scatto.

Come creare un’immagine HDR

La magia dell’HDR si verifica quando arrivi a modificare queste fotografie a forcella sul tuo computer. Il tuo software di editing combinerà insieme le immagini, selezionando in modo intelligente le parti di ogni fotografia che sono perfettamente esposte e poi fondendole tutte insieme per creare una fotografia finale.

Scatta più immagini con esposizioni diverse

L’obiettivo qui è quello di prendere tre diverse esposizioni di una scena identica, senza alcun movimento tra le esposizioni. Le tue fotografie a forcella saranno distanti due fermate.

Si consiglia di utilizzare la modalità Manuale o Priorità apertura, ma va bene anche la modalità Programma. Ecco cosa fare:

  • Trova un posto stabile per il tuo treppiede e fissaci la fotocamera
  • Configura il rilascio del cavo, l’app per smartphone, il telecomando a infrarossi o l’autoscatto
  • Componi la tua fotografia e metti a fuoco come faresti per qualsiasi altro scatto
  • Imposta la fotocamera come faresti per un’esposizione normale e scatta la tua prima fotografia. Oppure, se la tua fotocamera ha il bracketing automatico dell’esposizione, seleziona le impostazioni, attiva la sequenza di scatti e ignora i passaggi seguenti (!).
  • Scatta una seconda fotografia che è più luminosa per esporre per le ombre. Se sei in modalità Programma o Priorità apertura, ruota la ghiera di compensazione dell’esposizione su +2. Se sei in modalità Manuale, dimezza la velocità dell’otturatore, quindi dimezzala di nuovo.
  • Scatta una terza fotografia che è più scura per esporre per le alte luci. Se sei in modalità Programma o Priorità apertura, ruota la ghiera di compensazione dell’esposizione su -2. Se sei in modalità Manuale, raddoppia la velocità dell’otturatore, quindi raddoppiala di nuovo.

Unisci più immagini in un’unica immagine

L’obiettivo qui è unire (fondere) le 3 diverse esposizioni in un’unica immagine “High Dynamic Range”.

Se non l’hai già fatto, scarica una copia di Aurora HDR in  modo da poter seguire i passaggi (c’è una garanzia di rimborso di 30 giorni, ma dubito che ne avrai bisogno dato che è uno strumento così utile per creare immagini HDR .)

  • Dalla schermata di benvenuto, fai clic su “Apri immagine”
  • Sfoglia le fotografie tra parentesi sul tuo disco rigido, selezionale tutte e tre e premi “Apri”
  • Se stavi scattando a mano libera, assicurati di selezionare “Allineamento automatico” (e potresti dover ricominciare il processo con questo segno di spunta se in seguito scopri che le tue immagini non sono allineate correttamente). In caso di dubbio, accendilo.
  • Fare clic sul simbolo dell’ingranaggio piccolo. Se la tua fotografia contiene soggetti che potrebbero essersi spostati leggermente tra uno scatto e l’altro, ad esempio i rami degli alberi che si muovono al vento, assicurati di selezionare “Riduzione fantasma”
  • Fai clic su “Crea HDR”

Aurora HDR preparerà quindi le tue tre immagini. Una volta completato, puoi iniziare a modificare i risultati.

Se hai utilizzato altri software di modifica delle immagini come Lightroom, molte di queste impostazioni e cursori ti sembreranno familiari. Tuttavia, tieni presente che ci sono molti altri strumenti specifici per Aurora HDR che sfruttano al massimo la qualità ad alta gamma dinamica dell’immagine che stai modificando.

6 Suggerimenti per una foto HDR di successo

  1. Se possibile, imposta la fotocamera per scattare fotografie come file RAW anziché come JPEG . I file RAW acquisiscono una gamma più dinamica e informazioni sui colori e forniranno al tuo software di editing ancora più dati con cui giocare quando si tratta di unire i tuoi file.
  2. Se non c’è movimento nella tua fotografia, usa un ISO basso. Ciò garantirà che le tue immagini abbiano la minor quantità di rumore e creeranno un’immagine finale più pulita.
  3. Se c’è il rischio di movimento nell’immagine, potresti voler utilizzare una velocità dell’otturatore più veloce per bloccarla e, se possibile, scattare una serie di immagini a forcella in modalità di scatto continuo. Ciò ridurrà qualsiasi sfocatura di movimento nei singoli scatti e, si spera, ridurrà la quantità di movimento tra ogni fotogramma.
  4. Utilizzare la modalità priorità di apertura per assicurarsi che l’apertura non cambi tra gli scatti. L’impostazione dell’apertura può determinare la profondità di campo e modificarla potrebbe significare che ciò che è nitido in una foto potrebbe essere sfocato in un’altra.
  5. Per la tua prima foto “normale”, controlla l’istogramma per avere un’idea più precisa di dove si stanno perdendo le informazioni. Le immagini che vediamo sul nostro LCD posteriore possono essere fuorvianti, specialmente se i livelli di luce stanno cambiando, e comprendere il grado di saturazione di ombre e luci può aiutarti a determinare il tuo bracketing.
  6. Non “bruciare” le tue foto! È facile lasciarsi trasportare dal contrasto estremo e dai colori che bruciano la retina, ma tieni presente che la prima cosa che uno spettatore dovrebbe vedere è la tua foto, non la tua modifica.

Domande frequenti sulla fotografia HDR

  • Perché le mie foto HDR hanno un brutto aspetto?

Una ragione potrebbe essere perché hai fatto troppe modifiche. Se la tua fotografia ha un contrasto molto forte e colori irrealisticamente vibranti, uno spettatore può sentire che ogni parte dell’immagine sta richiedendo attenzione, minando il modo in cui l’immagine funziona in termini di composizione.

  • Quando non dovresti usare l’HDR?

Se le parti più luminose e più scure della scena non sono così estreme, la fotografia HDR non è necessaria. Puoi verificarlo rapidamente guardando l’istogramma: se c’è una buona diffusione attraverso il grafico senza che nulla venga ritagliato su entrambi i lati, non ti perdi alcun dettaglio di luci o ombre.

  • Le foto HDR sono più grandi?

Una volta che un numero di immagini a forcella è stato unito insieme, l’immagine risultante contiene spesso un contrasto, una gamma tonale e sfumature più fini rispetto alle fotografie originali. Di conseguenza, le fotografie HDR esportate possono diventare molto più grandi.

  • Che cos’è Smart HDR su iPhone?

Con Smart HDR attivato, il tuo iPhone deciderà da solo quando è meglio usare la fotografia HDR. Per impostazione predefinita, scatterà fotografie normali, ma una scena ad alto contrasto in cui non è possibile catturare gli estremi delle luci e delle ombre in una singola immagine richiederà all’iPhone di scattare un’immagine HDR.

  • Riesci a scattare HDR in RAW?

Assolutamente sì, e per ottenere i migliori risultati dal tuo software HDR, dovresti scattare in RAW.

Conclusione

La fotografia HDR può essere un modo divertente per creare immagini che altrimenti sarebbero impossibili, estendendo le funzionalità della tua fotocamera e producendo risultati sorprendenti e creativi.

Se hai domande su come iniziare, sentiti libero di pubblicarle nei commenti qui sotto, ti aspetto!

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui