Fotografia Naturalistica: 10 Luoghi Perfetti

Ecco 10 dei migliori luoghi sulla terra per i fotografi naturalisti che vogliono riprendere i luoghi e animali più affascinanti del pianeta.

0
328
Luoghi per fotografia naturalistica

Qual è il modo migliore per diventare un vero fotografo naturalista? Uscire e vivere la vera libertà. Nonostante gli umani siano sempre più presenti nelle aree selvagge del nostro pianeta, ci sono ancora vaste aree protette piene di animali selvaggi che vivono sereni nel loro habitat naturale. Guarda le foto dei fotografi naturalisti più famosi per farti un’idea della bellezza del nostro pianeta!

Se il tuo parco nazionale preferito o area selvaggia non è nella nostra lista, non ti arrabbiare, anzi, elencalo alla fine di questo post! Questo articolo non vuole essere un elenco “top” per le location di fotografia, ma semplicemente vuole dare ai fotografi avventurosi del mondo nuovi spunti per incredibile opportunità nel nostro splendido pianeta! Vediamo ora quali sono i posti migliori per la fotografia naturalistica.

PS: Se vuoi imparare qualcosa di più su ti consigliamo il libro di Laurie Excell su come fotografare gli animali o leggi l’articolo su come diventare un fotografo naturalista.

Parco nazionale di Ranthambore, India


Ranthambore ha circa 60 tigri del Bengala reale. 
Immagine: Creative Commons CC0

Pensate che trovare le tigri nella natura selvaggia sia facile? Pensate che la maggior parte dei visitatori che partono per i safari tornano a casa delusi. Il Ranthambore National Park, vecchio terreno di caccia privato del Maharaja di Jaipur, contiene ben 60 tigri del Bengala reali che si possono ammirare praticamente tutte le mattine.
Il parco inoltre ospita l’antico forte di Ranthambore che fa da sfondo alla fauna selvatica. È vicino al triangolo d’oro indiano Delhi, Agra e Jaipur quindi se state facendo il classico itinerario in India non potete perdervi questo spettacolo!

Parco nazionale di Yellowstone, USA

Mandrie di bisonti sono ciò che tutti vogliono vedere a Yellowstone.
Immagine: Creative Commons CC0

La maggior parte dei visitatori vanno a vedere il Parco Nazionale Yellowstone per l’Old Faithful, il famoso geyser che soffia a 90 piedi ogni 30 minuti ed in molti sottovalutano la grande varietà di fauna selvatica che questo parco può offrire. Guidando fino all’ingresso a Sud si attraversa il parco nazionale del Grand Teton dove si possono vedere spesso grandi alci intorno al centro visitatori.

In tutta la regione si possono vedere orsi neri e se ci si arma di buona pazienza si riescono a intravedere anche i grandi orsi grizzly. Accanto al fiume Madison si possono vedere mandrie di bisonti o alci che si abbeverano nel fiume durante l’alba o il tramonto.

Yala National Park, Sri Lanka

Yala in Sri Lanka è un posto fantastico per fotografare un leopardo.
Immagine: Ozkan Ozmen, Getty Images

Una delle faune con più alta densità di leopardi del mondo, una vasta aerea di 5 blocchi separati dove sono visibili tutti l’anno i leopardi che la popolano. È possibile vedere anche i bradipi che si cibano delle bacche prima di andare in letargo. Un nostro consiglio è quello di non partecipare alle uscite con 10-20 macchine perché i leopardi in presenza di tante automobili hanno paura e non escono fuori.

Riserva naturale Son Tra, Vietnam

Monkey Mountain è la patria del bellissimo lemure douc rosso.
Immagine: Creative Commons CC0

Se vuoi fotografare animali insoliti dai soliti che potresti vedere negli zoo questo è uno dei posti ideali, potrai vedere il Douc Langur, un primato dal muso rosso che vive solo nelle foreste della penisola di Son Tra, vicino a Da Nang, in Vietnam, in un area soprannominata appunto la “montagna delle scimmie” dalle truppe USA negli anni 60. Sono stimati fino a 1.300 scimmie che vivono in questa foresta fluviale. Portatevi un buon teleobiettivo perché si nascono in coma alle chiome degli alberi.

Queensland, Australia

Puoi fotografare i dingo a Fraser Island.
Immagine: Darren Tierney, Getty Images

Certo in Australia dove si va si trova uno spettacolo, dalla barriera corallina ai parchi nazionali, ma nel Queensland si trova qualcosa di unico per i fotografi naturalisti. Ovviamente c’è la Grande Barriera Corallina, a sud c’è l’isola di Fraser con i dugonghi, le tartarughe e i dingo. Nell’entroterra invece si riescono a vedere tranquillamente canguri, ornitorinchi ed enormi coccodrilli di acqua salata.

Parco nazionale di Etosha, Namibia

Le pozze d’acqua di Etosha offrono ottime opportunità fotografiche. 
Immagine: Digital Vision, Getty Images

La Namibia forse non è il primo posto che viene in mente quando si sceglie una meta per le vacanze ma la fauna che si trova in questi posti è impareggiabile. Basti pensare che in un singolo deserto si possono trovare ghepardi, elefanti, leoni, leopardi e giraffe girando tra il Parco Nazionale di Etosha e Damaraland. È una delle esperienze più emozionanti per un fotografo, trovare gli animali che si riuniscono intorno alle pozze d’acqua per abbeverarsi. Pensate che le troupe cinematografiche della BBC sono di continuo in queste zone per girare i documentari.

Selous Game Reserve, Tanzania

Ippopotami dominano le paludi del Selous.
Immagine: CC0 Creative Commons

Certo ci sono luoghi più famosi per fotografare i “Big Five” in Tanzania, ma questo posto ha qualcosa di speciale. Un sito patrimonio dell’Unescu con fitte foreste, paludi e praterie aperte dove l’attrazione principale è il leone Selous (una versione più piccola e più grigia del leone classico). È un posto dove non possono entrare i cacciatori e proprio per questo motivo gli animali vivono tranquillamente in libertà.

Isole Galápagos

Le isole Galapagos ospitano una vasta gamma di specie endemiche. 
Immagine: Wildestanimal, Getty Images

Le isole Galapagos sono un mondo a parte, circondate nell’oceano Pacifico a 1.000km dal Sud America, sono un gruppo Ecuadoriano di 18 isole vulcaniche e 100 isolotti con spiagge nere e altipiani interni. Uno dei luoghi del mondo migliori per fare attività di Kayal e Snorkeling e fotografare animali subacquei mai visti prima.

Il Pantanal, Brasile

Il Pantanal è la patria dei capibara.
Immagine: Joanne Hedges, Getty Images

Non fate il solito errore si fermare il Brasile alla foresta pluviale amazzonica, c’è molto di più! Proprio quest’area denominata The Pantanal è uno dei più grandi ecosistemi di acqua dolce al mondo alle sorgenti dei fiumi Paraguay e Cuaibà. Si possono trovare gli animali più minacciati del pianeta, dall’armadillo gigante al formichiere gigante, la lontra al cervo palustre. Logicamente ci sono le più grandi e varie specie di pappagalli del mondo. Da non dimenticare anche la popolazione di giaguari che vivono nell’entroterra. Attenzione al più grande serpente del mondo, l’anaconda verde!

Parco nazionale di Sundarbans

La fauna selvatica nel Sundarbans è incredibile.
Immagine: RNMitra, Getty Images

Le tigri vi fanno gola? Parlate con la gente del posto del Sundarbans National Park e scoprirete che sono così appassionati alle loro 500 tigri del Bengala che hanno costruito una religione attorno alla loro paura e al rispetto riluttante. Ovviamente sono molto difficili da fotografare, in gran parte perché i canali navigabili passano attraverso le spesse mangrovie e le escursioni sulle chiatte li spaventa molto. Tuttavia le Sundarbans sono uno dei posti preferiti per la fotografia naturalistica anche per i coccodrilli d’acqua salata, i cervi maculati e un numero incredibile di uccelli, aironi, cicogne e il martin pescatore!

FONTEDigital Camera World
Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.