Hanami, i fiori di ciliegio nella cultura giapponese

Hanami cosa significa, la storia della festa giapponese
Hanami cosa significa, la storia della festa giapponese

Hanami, una tradizione antica giapponese ammirata in tutto il mondo.

Letteralmente Hanami vuol dire “ammirare i fiori di ciliegio“, è un termine che indica un azione ma anche un determinato periodo dell’anno.

Precisamente coincide con la fioritura primaverile degli alberi di ciliegi, di cui i fiori si chiamano “sakura“.

Una tradizione storica giapponese molto sentita in Giappone, antica più di 1000 anni!

Quando si verifica l’Hanami?

Questo periodo dell’anno non ha una data precisa, ma di solito inizia verso inizio aprile e il fenomeno avviene fino a metà maggio.

La prima fioritura comincia dal sud dell’isola di Honshu e termina nella parte settentrionale nipponica (Hokkaido)

La tradizione giapponese per la fioritura di ciliegi

Per i giapponesi è una vera e propria festa, quasi come il natale, dove per festeggiare l’avvenimento si consumano picnic all’ombra di questi alberi fioriti.

Cosa significa “Hanami”

Il vero significato di questa festa giapponese è molto spirituale, si collega alla brevità e fragilità della vita, e della sua continua rinascita.

Un esistenza destinata a concludersi, ma con la forza di rinascere ogni anno.

Un vero e proprio ciclo della vita, dove la fioritura coincide con l’inizio dell’anno scolastico, simboleggiando un nuovo inizio.

E’ un concetto buddista, associato più volte ai samurai.

Non c’era modo più glorioso per un giapponese che morire in battaglia per difendere la propria terra.
Proprio come petali di ciliegio dispersi sul terreno

Guarda le foto più belle della fioritura del 2017

Guarda il video per ammirare la bellezza di questa festa giapponese