HomeAttrezzatura FotograficaSmartphoneiPhone: In arrivo l'ultimo sistema di stabilizzazione ottica

iPhone: In arrivo l’ultimo sistema di stabilizzazione ottica

Gli smartphone iPhone e Android stanno diventando sempre più popolari tra gli appassionati e i creatori di contenuti professionali, grazie ai miglioramenti nei sensori di immagine. Tuttavia, un’area che è rimasta indietro rispetto a questi sviluppi è la stabilizzazione dell’immagine. Un recente brevetto concesso ad Apple, tuttavia, potrebbe cambiare il gioco in questo campo rendendoli i migliori telefoni per fare le foto sul mercato ancora per molto tempo.

I progressi nella tecnologia dei sensori, nella resa cromatica e nel flusso di lavoro hanno reso gli smartphone strumenti validi per la creazione di contenuti su piattaforme social, pubblicità e persino produzioni televisive e cinematografiche. Tuttavia, la stabilizzazione dell’immagine rimane una sfida, specialmente quando si introduce il movimento, poiché gli attuali sistemi ottici all’interno dei moduli delle fotocamere per smartphone sono limitati dalle dimensioni.

Anche se le tecnologie di stabilizzazione digitale come quelle presenti nell’iPhone sono innovative, sono essenzialmente una forma sofisticata di ritaglio e tracciamento degli oggetti. Questi sistemi cercano di stabilizzare l’immagine centrando il soggetto in movimento, ma ciò comporta una perdita di risoluzione e una diminuzione della qualità.

La risoluzione del metraggio risultante è inferiore a quella dell’originale, poiché il video ritagliato è più piccolo. Anche le funzionalità avanzate come la modalità Azione dell’iPhone non possono eguagliare la stabilizzazione ottenibile con software di post-produzione come Resolve e Premiere.

La stabilizzazione ottica dell’immagine, già presente in molte fotocamere professionali, è una soluzione più efficace. Questa tecnologia sposta i componenti della lente per compensare il movimento.

Anche se alcune aziende come Sony, Huawei, Vivo e OnePlus offrono già telefoni con stabilizzazione ottica, non è ancora una caratteristica standard su tutti gli smartphone. Il recente brevetto di Apple non introduce una nuova tecnologia di stabilizzazione, ma indica che l’azienda sta lavorando attivamente per migliorare questa funzionalità.

Il brevetto descrive un sistema che Apple potrebbe utilizzare per progettare e produrre una migliore stabilizzazione dell’immagine. Anche se il documento stesso potrebbe non essere particolarmente avvincente, rivela l’approccio ingegneristico di Apple per risolvere i problemi legati al movimento nelle immagini

Brevetto di stabilizzazione di immagini

Attualmente, la tecnologia di stabilizzazione dell’immagine di Apple si basa su due assi per mitigare il movimento. Tuttavia, un recente brevetto suggerisce un sistema più avanzato che sfrutta magneti e motori aggiuntivi per fornire stabilizzazione su assi supplementari, promettendo miglioramenti in prestazioni e affidabilità.

Apple riconosce che la sua attuale tecnologia OIS può essere influenzata da vibrazioni di elevata ampiezza, pertanto il nuovo approccio alla stabilizzazione potrebbe offrire una soluzione più robusta. Attualmente, Apple consiglia l’uso di supporti antivibranti per determinati utenti, specialmente coloro che utilizzano iPhone su veicoli come ciclomotori, scooter o droni.

Il concetto di utilizzare bobine mobili, comunemente presenti nei microfoni e negli altoparlanti, come driver per la stabilizzazione dell’immagine non è nuovo, ma implementarlo in un dispositivo così compatto come uno smartphone è una sfida tecnologica significativa.

Il brevetto descrive anche come i magneti all’interno del sistema di fotocamere degli smartphone potrebbero essere utilizzati per controllare con precisione la posizione dei vari componenti al fine di migliorare la qualità dell’immagine. Questa precisione potrebbe essere essenziale per garantire la nitidezza dell’immagine, specialmente quando i componenti non sono perfettamente allineati.

Anche se i brevetti non garantiscono l’introduzione immediata sul mercato di una nuova tecnologia, Apple ora ha la libertà di integrare questa innovazione nei suoi futuri dispositivi. Considerando l’influenza che Apple esercita nel settore, è probabile che altri produttori di smartphone seguano il suo esempio, portando a una diffusione più ampia della stabilizzazione ottica dell’immagine.

Un iPhone con una migliore stabilizzazione dell’immagine potrebbe presto diventare una realtà, grazie agli sforzi innovativi di Apple nel campo della fotografia mobile.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI