HomeNews FotografiaArriva il documentario sulla passione per la fotografia di Jessica Lange

Arriva il documentario sulla passione per la fotografia di Jessica Lange

Un nuovo documentario esplorerà la dedizione decennale all’arte della fotografia di Jessica Lange, nota principalmente come attrice di successo in “American Horror Story” e vincitrice di due Oscar. Lange, oltra la recitazione, ha coltivato una passione profonda per la fotografia per oltre vent’anni.

Il documentario, intitolato “Jessica Lange: Something About the Light“, sarà prodotto dalla Cinergistik e diretto da Benjamin Alfonsi, noto per il documentario del 2023 “Whitney Houston in Focus”. Le riprese si svolgeranno quest’estate in diverse località significative per Lange, inclusi il Messico, New York City e lungo la US Highway 61 in Minnesota, dove l’attrice è cresciuta.

Jessica Lange e la passione per la fotografia

Secondo quanto riportato da Deadline, il film offrirà agli spettatori un viaggio intimo attraverso i luoghi immortalati da Lange con la sua fotocamera Leica M6, esplorando più di vent’anni di lavoro fotografico. Alfonsi ha commentato: “C’è una qualità cinematografica nel lavoro fotografico di Jessica, quindi portare queste immagini nel regno del cinema sembra naturale”.

Al centro del documentario ci saranno le opere fotografiche emotivamente potenti di Lange, con un focus sui temi esplorati, le vite rivelate e le emozioni suscitate dalle sue immagini. “Non ero interessato tanto a raccontare le storie dietro le foto quanto ad approfondire i temi che esplorano, le vite che rivelano e i sentimenti che suscitano“, ha detto Alfonsi.

Jessica Lange e la Leica M6

Prima di diventare attrice, Lange aveva studiato fotografia all’Università del Minnesota, grazie a una borsa di studio per studiare arte. È tornata alla fotografia negli anni ’90 quando il suo compagno, il defunto drammaturgo e attore Sam Shepard, le regalò una fotocamera Leica. Da allora ha continuato a scattare foto attivamente, pubblicando diversi libri fotografici, tra cui “Highway 61”, un tributo al percorso che ha percorso fin da bambina nel Minnesota settentrionale.

Lange descrive la fotografia come un contrappunto al cinema, essendo un’esperienza più privata e solitaria, simile alla scrittura o alla pittura. “È qualcosa che puoi fare da solo. La recitazione è una forma d’arte co-dipendente e l’attore non ha il controllo“, ha osservato Lange. Ha anche notato come il cinema influenzi il suo approccio alla fotografia, attirandola verso situazioni con una forte atmosfera drammatica in termini di illuminazione, sfondo o presenza umana.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI