La Mente Del Fotografo Recensione | Micheal Freeman

Michael Freeman, la mente del fotografo recensione

La recensione del libro “La mente del fotografo” di Micheal Freeman.

Micheal Freeman, giornalista e fotografo, nato nel 1945 è uno dei più grandi scrittori di libri di fotografia

Chi è Micheal Freeman

Il fotografo britannico si è distinto per la sua passione asiatica e grande cultura su archeologia e architettura.
Ha scritto molti libri riguardo le sue passioni, tra cui 5 volumi su Angkor (il sito archeologico più importante della Cambogia)

Addirittura il libro Angkor: The Hidden Glories è stato utilizzato per il film Baraka del 1992, Freeman ha contribuito alla realizzazione del film.

La trilogia di Micheal Freeman

Freeman è autore della più grande trilogia sulla fotografia, un’insieme di nozioni fotografiche importanti analizzando anche gli aspetti artistici delle foto.

I suoi 3 libri:

  1. L’occhio del fotografo
  2. La mente del fotografo
  3. La visione del fotografo

Di cosa parla La Mente del Fotografo

Recensione La mente del fotografo di Michael Freeman
Recensione La mente del fotografo di Michael Freeman

È il secondo libro della saga, uscito dopo l’occhio del fotografo, l’autore si concentra particolarmente sulla composizione fotografica e la sua importanza per rendere le foto più “belle”.

[Vedi il libro su Amazon al miglior prezzo]

È un libro molto più “concettuale” che tecnico, l’autore vuole entrare nel cuore e nella testa del fotografo e non farlo soffermare ai soli dati tecnici.

Lo scopo del libro è di scavare in modo profondo dentro un fotografo e convincerlo che una foto bisogna pensarla prima che scattarla.

Discorsi filosofici che mirano a virare la mentalità dei moderni fotografi, i quali pensano solo all’esposizione e alla modalità di scatto.

Prima di mettere su pellicola (digitale) lo scatto, bisogna pensarlo.

Bisogna vedere la scena dentro di noi, immaginarla, per poi trovare il modo giusto nel rappresentarla agli altri.

Una fotografia è proprio questo, rappresentare il proprio pensiero.

Freeman in questo libro è riuscito nel suo scopo, rendendo il tutto meno “filosofeggiante” ma molto terreno.

Gli aspetti che analizza Freeman nel suo libro sono gli elementi da mettere a fuoco nella composizione. Questa scelta condizionerà il risultato finale della foto e del suo significato.
Quindi evitare i classici, ma inventare composizioni affascinanti per rendere non solo bella una fotografia, ma anche curiosa e interessante.

Le caratteristiche di una foto influenzano il messaggio finale, una foto più contrastata la renderà dura e decisa.
Al contrario una foto poco satura la renderà delicata, con l’effetto leggermente retrò.

Purtroppo non esiste una versione della Mente del Fotografo PDF, esiste solamente la versione cartacea.
Se dovesse mai uscire la versione Mente del fotografo Ebook saremo i primi a segnalarvela!

Recensione La Mente Del Fotografo

Un libro poco tecnico e molto introspettivo che non lascia il lettore con l’amaro in bocca.
Pieno di esempi, ogni foto è commentata ed analizzata spiegando i retroscena e la sua composizione.
Molto utili i riassunti dei concetti principali al termine di ogni capitolo insieme a un elenco dei termini utilizzati da ricercare online per un’ulteriore ricerca.

Un libro più artistico che tecnico, ma senza perdere tempo in frasi senza senso.
Non ci sono discorsi vaghi, ma solo come mettere in pratica alcune “tecniche” del proprio occhio e rendere le foto più interessanti.

Praticamente l’insegnamento finale è come creare fotografie più espressive che tecnicamente corrette.

Opinioni la mente del fotografo

Lo consigliamo: SI!

È assolutamente consigliato, sopratutto se già letto il suo predecessore L’occhio del Fotografo.

La lettura è un proseguimento del primo, portando il tutto ad un livello più avanzato.

Non sono tecniche che si possono apprendere in qualche corso o lezione di fotografia, ma si acquisiscono stando vicino a chi ha più esperienza di te.

Dedicato ai principianti alla ricerca di un proprio stile, che vogliono ottenere di più dalle proprie foto esprimendo concetti e visioni differenti.

Un libro che consigliamo vivamente, come anche gli altri due di Freeman.
[Sono tra i primi dei libri sulla fotografia consigliati di Fotografia Moderna]

Un libro da leggere e rileggere sul balcone di casa, senza impegno, con la luce naturale e dolce di un tramonto che culla il sapore magico della fotografia.

La Mente del fotografo di Micheal Freeman è l’esatta opinione che abbiamo della fotografia, non solo un oggetto, ma il mezzo per disegnare una storia.

Per questo le nostre opinioni non possono essere che positive di un libro che ha saputo distinguersi dagli altri manuali tecnici.

Un libro veramente consigliato che su Amazon si trova ad un prezzo accessibile.

Cosa racconta il libro

La fotografia non è una composizione “fatta bene”, ma deve narrare la storia di quello che sta per succedere in quello scatto.

Alfred Eisenstaedt fotografia bacio del Marinaio
Alfred Eisenstaedt fotografia bacio del Marinaio

Una foto del genere non eccelle nella sua composizione, personaggi tagliati, soggetti in movimento e non proprio una composizione perfetta dal punto di vista tecnico.

Ma la foto di Alfred Eisenstaedt è uno degli scatti più famosi della storia proprio per quello che racconta.

Uno scatto emozionante che vede un marinaio baciare la sua compagnia fregandosene di quello che sta succedendo intorno a lui.

Sembra raccontare la storia di una coppia giovane innamorata che non si vede da molto tempo e finalmente si ritrova, la passione e l’amore poi fa il resto.

Pensa che questa foto è invece un giorno di festeggiamento a Times Squadre, dopo la vittoria degli Stati Uniti contro il Giappone il 15 Agosto del 1945.

Capito ora cosa intendiamo per fotografia? Emozione. Raccontare una storia.

Ed è quello che Micheal Freeman magicamente racconta nel suo libro.