Luisa Briganti e la sua Cascina Farsetti Art

L’8 novembre inaugurerà presso Palazzo Velli Expo, storico palazzo nel cuore del rione Trastevere a Roma, Cascina Farsetti Art, alla sua decima edizione organizzata da Luisa Briganti.

0
86

L’8 novembre inaugurerà presso Palazzo Velli Expo, storico palazzo nel cuore del rione Trastevere a Roma, Cascina Farsetti Art, alla sua decima edizione. Per capirne i nuovi intenti e le radici profonde abbiamo intervistato Luisa Briganti che ne è l’organizzatrice.

Da dove nacque l’idea di Cascina Farsetti Art dieci anni fa?

Come tutte le cose che fanno parte della mia vita fotografica, per caso.
Cascina Farsetti si trova all’interno del Parco di Villa Pamphili e per 6 anni si è svolta in quella sede. Poi la villa è stata chiusa e abbiamo dovuto rendere l’evento itinerante. 

La manifestazione è promossa dal CSF Adams, di cui sono responsabile e fondatrice insieme a mio marito Gabriele Agostini. È proprio dalla nostra scuola di fotografia che Cascina Farsetti Art ha trovato luce, dal suo fermento creativo e dalla condivisione dei nostri iscritti ed associati. Sapere che c’è un evento l’anno a cui si può partecipare è stimolante e aiuta gli associati a tirar fuori il meglio di se. 

La Call for entry creata in occasione di Cascina Farsetti Art ci consente di vedere come si muove la fotografia al di fuori del CSF Adams. Quest’anno è un caso che abbia vinto Carola Graziani, una nostra ex allieva. È la prima volta che accade in 8 anni di contest. 

Come sarà questa edizione?

È tutta da scoprire. Ci sono 19 partecipanti tra fotografi ed artisti, il più giovane ha 20 anni, quattro sono stranieri, due sono pittori, altri anche grafici.

Miro Svolik sarà l’ospite d’onore, poi ci saranno Silvia Agostini, Olmo Amato, Eleonora Chiodo, Daniela Di Lullo, Gabriele Di Stefano, Elisabetta Ercadi, Francoise Fasnibay, Carola Graziani (vincitrice del cotest), Eva Krampen Kosloski, Beatrice Luzi, Michele Marinucci, Francesa Manzullo, Benedetta Montini, Robin Maier, Roberta , Marsigli, Nicoletta Prandi, Gian Marco Sanna, Nina Smidek, Paola Tonrambe’.

Perché la scelta del tema “ Il limite del presente”?

Perché il presente limita la creatività, la “ottimizza”, e questo per me è inaccettabile. Le immagini sono la prima forma di scrittura dell’umanità, la forma di scrittura universale deve essere libera e comprensibile, deve andare oltre le mode e gli stereotipi. Come scrive Gabriele Agostini in merito al tema della manifestazione “dobbiamo quindi fare appello alla fantasia che contiene una dose di sogno, un pizzico di istinto combinato alla follia per trasgredire all’ordine delle cose. L’ostinazione alla visionarietà caratterizza l’atto creativo che accompagna la creazione artistica”

 Più si tenta di ingabbiare la fotografia in un linguaggio autoreferenziale e più noi tenteremo di opporci a questa mancanza di libertà creativa.

La manifestazione sarà ospitata in un Palazzo storico di Roma, Palazzo Velli nel cuore di Trastevere. Qual è il rapporto che avete intessuto con il territorio?

Questa è una domanda difficile perché Roma è una città difficile e altrettanto il suo territorio. Alessandro D’Alessandro di Palazzo Velli è una persona evoluta che come noi capisce l’importanza della collaborazione. La collaborazione territoriale è l’unica cosa che mette in moto cose belle ed interessanti.

Cascina Farsetti Art
Dall’8 al 10 novembre
Opening 8 novembre ore 18:30
Palazzo Velli Expo
Piazza di Sant’Egidio 10, Roma

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.