Lunga esposizione, i segreti

fotografia a lunga-esposizione
Fotografia a lunga esposizione

La lunga esposizione è un effetto di gran lunga usato dai fotografi professionisti, il loro effetto trasforma le fotografie in veri e propri quadri artistici.

La lunga esposizione è una tecnica fotografica che si può riprodurre con quasi tutte le macchine fotografiche moderne, a fine di questo articolo riuscirai già a scattare le tue prime fotografie a lunga esposizione.

Questa tecnica viene utilizzata sopratutto per i torrenti, per le cascate, per le nuvole, viene utilizzata in tutti quei panorami dove si vuole dare un effetto di scia per trasmettere una sensazione di movimento.
Un esempio classico è il ruscello che con la modalità a lunga esposizione sembrerà una schiuma che scivola, invece che un letto di acqua trasparente.

MA PRIMA DI CAPIRE COME SCATTARE FOTOGRAFIE COME QUESTA:

Se è la prima volta che entri nel mio sito e questa è la prima guida che leggi, ti consiglio di iscriverti alla newsletter di Fotografia Moderna.
Perchè dovresti?

  • Riceverai gratuitamente e senza fatica contenuti che ti aiuteranno a migliorare la tua tecnica fotografica
  • Riceverai consigli e suggerimenti esclusivi solamente a chi è iscritto alla newsletter

Ok, ora cominciamo a vedere come scattare fotografie con un esposizione lunga.

1# LA STABILITÀ DI UNA FOTOCAMERA E’ NECESSARIA

jacok-wagner-lunga-esposizione

Una macchina fotografica professionale settata per scattare ad un esposizione lunga può arrivare ad una velocità di scatto di 5 minuti.
Quando imposti una velocità di scatto molto bassa, la macchina fotografica in quel lasso di tempo memorizza tutto quello che vede, quindi anche i movimenti della reflex verranno registrati.

Già quando scattiamo fotografie a mano libera con velocità elevate dobbiamo preoccuparci di avere la massima stabilità, immagina con una esposizione cosi prolungata i problemi che ne potrebbero derivare.

Cosa ti servirà quindi? Un buon treppiedi.
Se ancora non ne hai uno ti consiglio di controllare le numerose offerte che si trovano qui, puoi passare da treppiedi a prezzi accessibili a treppiedi professionali dal prezzo notevolmente più alto.

Comunque ti consiglio di non badare a spese, un treppiede professionale, di buona qualità, ti rimarrà per parecchio tempo e sopratutto non si rovinerà, al contrario di un treppiede “sportivo” che alla prima ventata al mare lo dovrai buttare via.

Comunque guarda le offerte, ci sono treppiedi per tutti i gusti, e sopratutto per tutte le tasche.

Un treppiede di buona qualità ti trasmetterà anche più sicurezza e riuscirai a lasciare la tua reflex li sopra per parecchio tempo senza stare li a controllare ogni secondo.

Quindi perché è importante una buona stabilizzazione?

Perché quando impostiamo le lunghe esposizioni la reflex registrerà tutti i movimenti, e ora immagina se ti trovi davanti un ruscello e vuoi rendere il flusso dell’acqua un disegno cremoso.
Dovrai impostare il tempo a velocità bassissime (dipende dall’effetto che vuoi dargli) e ora immagina se in quel momento arriva una leggera folata di vento che sposta la macchinetta, lo scatto verrebbe completamente rovinato.
Ma semplicemente considera che ogni movimento della fotocamera potrà rovinare il risultato finale, quindi perché rischiare per risparmiare 10 euro?
E’ una spesa che farai 1-2 volte massimo nella vita se lo comprerai di buon livello, fidati ti rimarrà utile a vita.

2# IL TELECOMANDO A DISTANZA E’ FONDAMENTALE

lunga-esposizione-fiume

Non puoi usare un buon cavalletto senza un telecomando.
Perché?
Il minimo movimento verrà registrato dalla reflex, figurati quando ti troverai in posizioni precarie e dovrai spingere sul pulsante di scatto.

Dovrai piegarti, allungarti, cercare di spingere sul pulsante di scatto senza muovere la fotocamera.

Questo ci provocherà naturalmente nervosismo e stress se dobbiamo ripetere la fotografia più volte, ed è proprio per questo che è meglio tenersi comodi in questi casi.

Un buon telecomando lo trovi anche sotto i 35€, proprio perché è una spesa minima e sopratutto unica (non lo dovrai mai più ricomprare) ti consiglio di farla il prima possibile, ma sopratutto ti limiterà lo stress più del 50%.

Esistono telecomandi per Nikon, per Canon e anche per Sony.

3# ORA IMPOSTIAMO LA FOTOCAMERA PER LA LUNGA ESPOSIZIONE

Fotografia a lunga esposizione di Marc Adamus

Inanzitutto bisogna abbassare gli ISO più bassi possibile, questo perché abbassando gli ISO di conseguenza diminuisce anche il rumore generato.
Questo è molto importante se si vogliono ottenere scatti di ottima qualità e non si vuole far apparire quel fastidioso effetto di grana sulle foto.
[Rileggi l’articolo : “Cosa sono gli iso e come regolarli“]

La messa a fuoco dovrà essere messa in modalità manuale e impostarla in un punto all’infinito del vostro obiettivo.
Questo perché se settiamo la messa a fuoco automatica, essa tenderà a cambiare sempre per trovare un punto di messa a fuoco ogni volta.
Pensa se volessi scattare una fotografia per creare l’effetto scia con le macchine, il fuoco della macchina fotografica impazzirebbe.

L’apertura dovrà essere elevata, per dare massimo spazio al punto di fuoco.

Per aumentare il tempo di esposizione e ottenere l’effetto “velluto” impostiamo gli F alti, anche a f/22.
Aumentando il numero degli F si riduce l’apertura dell’otturatore, di conseguenza si possono allungare i tempi di scatto tenendo la stessa esposizione.

Assolutamente spengere lo stabilizzatore IS, questo se non verrà spento cercherà una correzione automatica per ogni mini movimento.

PS: Se abbassare gli ISO non dovesse bastare, vi consiglio di utilizzare un filtro ND per controllare la luce in entrata.

#4 SCATTA SEMPRE IN RAW

adam salwanowicz-fotografia a lunga esposizione

L’importanza di scattare in Raw è infinita, uno scatto in raw ti permette di lavorarla in post-produzione con la massima accuratezza in modo da impostare i colori nel miglior modo possibile.

La fotografia in RAW permette in post-produzione di modificare l’immagine un po’ come si faceva prima nella camera scura con gli acidi sopra la pellicola
Il bello dei file RAW è il poterli modificare milioni di volte senza che i dati originali subiscano modifiche e potranno essere esportati in tutti i formati digitali.

E’ un po’ come se fosse un file grezzo che dovrà essere modellato per raggiungere il risultato ottimale finale.

5# RIEPILOGO PER SCATTARE UNA FOTO A LUNGA ESPOSIZIONE

Fotografia a lunga esposizione con il fuoco
  • Sistemiamo il cavalletto con sopra la reflex in una zona stabile di fronte al luogo che vogliamo scattare
  • Impostiamo il fuoco manuale
  • Disabilitiamo IS
  • Il punto di fuoco dovrà essere settato verso un punto infinito
  • Abbassiamo gli ISO
  • Scattiamo in modalità completamente manuale
  • Alziamo gli F al massimo consentito
  • Impostiamo la durata dello scatto
  • Usiamo un telecomando per dare il via al nostro scatto a lunga esposizione

Commenta questo articolo

Condividi

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui