Migliori Monitor 4k per Fotografi

0
196
Migliori monitor 4k per fotografia
Migliori monitor 4k per fotografia

La risoluzione dei monitor è un fattore fondamentale in fase di nuovi acquisti, le nuove tecnologie stanno spingendo verso risoluzioni sempre più alte, un tempo il Full Hd era la migliore sul mercato, ora quasi tutte le macchine fotografiche di nuova generazione registrano in 4K. Per esempio le nuove mirrorless iniziano ad essere prodotte con la qualità di registrazione video 4k, come abbiamo visto nel nostro articolo sulle migliori mirrorless 4k.

Ma che cosa è la risoluzione di un monitor?

La risoluzione di un monitor si basa dal rapporto tra i pixel in orizzontale e i pixel in verticale, più il rapporto è maggiore, più sarà la definizione video.
Una maggiore quantità di pixel offrirà una nitidezza del video superiore.

Cosa vuol dire monitor 4k?

Il nome “4K” deriva da 4kilo (“4 mila”), che indica i suoi circa quattromila pixel orizzontali di risoluzione; il fatto che il nome ne descriva la risoluzione orizzontale è l’esatto contrario dei suoi predecessori: il 720p e il 1080p indicano il numero di pixel sull’asse verticale.
Nel quadro della convenzione precedente, un 4K UHDTV sarebbe equivalente a 2160p. 

Vogliamo precisarvi che ci sono delle differenze molto importanti tra DPI e PPI, quindi non confondetevi!

Come scegliere Monitor 4k

Questi sono parametri base sempre molto importanti, come visto nella guida sui migliori monitor per fotoritocco le dimensioni, la tecnologia, la luminosità e la gamma dei colori sono le caratteristiche da controllare.

  • Dimensioni: Con un monitor inferiore ai 24 pollici non si apprezzano determinate riprese, c’è poco da fare. Logicamente avrete bisogno di una buona scrivania e di un discreto spazio per poterlo apprezzare.
  • Tecnologia: Esistono ormai due tipi di tecnologie importanti che distinguono i monitor, IPS o TN. Abbiamo visto in un vecchio articolo su cosa sono i monitor IPS del perché sono migliori a livello di riproduzione di colore, per questo è un parametro che un fotografo deve tenere sempre in considerazione in fase d’acquisto. La tecnologia TN (Twisted Nematic) è più vecchia e anche se offre tempi di risposta migliori, in qualità di riproduzione del colore soffre di maggiori distorsioni, sopratutto quando si guarda il monitor 4k da una diversa angolazione.
  • Luminosità: Logicamente è uno dei parametri più importanti, perché un monitor economico di bassa qualità non permette l’analisi accurata di un contenuto, sopratutto se bisogna lavorarlo in post-produzione.
  • Gamma del colore: Serve per capire quanto un monitor è fedeli ai colori standard secondo la gamma Adobe RGB o sRGB. Essenziale per chi lavora di video editing o color correction.

Vi ricordiamo che i monitor una volta venduti sono serviti con le caratteristiche di default, quindi una buona calibrazione del monitor è sempre necessaria qualunque esso sia.

Vediamo quali sono i migliori monitor 4k

  • Risoluzione 3840×2160
  • Formato 16:9
  • Interfaccia HDMI x1, Display Port
  • Tempo di risposta 1 ms
  • Entrata audio: cuffie
  • Qualità delle immagini ad 8 milioni di pixel con una risoluzione quattro volte superiore rispetto al formato Full HD.
  • Sincronizza dinamicamente la frequenza di aggiornamento dello schermo con la frequenza dei fotogrammi dei contenuti per minimizzare l’input lag e ridurre in maniera sostanziale tearing e stutter delle immagini durante il gioco.
  • 1 miliardo di colori: un numero di colori 64 volte superiore rispetto ai monitor tradizionali.
  • Livello di luminosità elevato pari a 370 cd/m².
  • PBP: la funzione Picture-by-Picture permette di visualizzare due diverse sorgenti in ingresso su un unico schermo, mantenendo la qualità delle immagini della sorgente originale.
  • PIP 20: sfrutta il multi tasking mentre guardi i tuoi contenuti preferiti grazie al supporto ottimizzato di Picture-in Picture 20 Ridimensiona la seconda immagine per coprire fino al 25% dello schermo e posizionarla dove preferisci, gestendo con facilità anche le impostazioni audio. Connettività ottimizzata con tripla interfaccia
  • DisplayPort 1,2 e due porte HDMI differenti
  • 28″(71.12cm) Wide Screen (16:9)
  • WLED/ TN
  • 3840×2160 at 60Hz (DP1.2)3840×2160 at 30Hz (HDMI)
  • 300cd/mq
  • VESA Montaggio a parete: 100x100mm
  • La più veloce esperienza 4K possibile grazie al tempo di risposta di 1 ms GTG con 60Hz di refresh rate
  • DisplayPort 1.2 per il supporto dei contenuti 4K UHD a velocità di refresh fino a 60Hz
  • 2 porte HDMI, di cui una che supporta MHL
  • 1,07 miliardi di colori, l’Asus PB287Q offre colori eccezionali per riproduzione e saturazione grazie alla sua luminosità di ben 330cd/m² e 100,000,000
  • Risoluzione: 3840 x 2160, 16:9, 4K+60Hz
  • Luminosità: 350 cd/m²
  • Contrasto: 1000:1 (statico), 2.000.000: 1 (dinamico)
  • Tempo di risposta: 6 ms
  • Angolo di visione: 178°/178°
  • l MultiView permette una connessione attiva doppia e la visione in contemporanea
  • SmartErgoBase per una migliore ergonomia
  • Altezza ridotta per il massimo comfort durante la lettura
  • Altoparlanti stereo incorporati per la riproduzione multimediale
  • La tecnologia MHL ti permette di godere di contenuti mobile su uno schermo più grande
  • Risoluzione WQHD 2560×1440,
  • Luminosità 350 cd/m2
  • Tempo di Risposta 4 ms
  • ZeroFrame
  • Tecnologia G-Sync
  • HDMI, USB 3.0, DP,
  • Speaker Integrati

Leggi questo nostro nuovo articolo se non stavi cercando un monitor con risoluzione 4k ma semplicemente un monitor adatto alla fotografia.

Se invece ti sei trovato bene o ai altri monitor 4k da consigliarci, scrivi il modello e le tue opinioni nei commenti!