HomeAttrezzatura FotograficaObiettiviObiettivi Reflex: La Guida Definitiva

Obiettivi Reflex: La Guida Definitiva

Il 90% delle volte mi viene chiesto “quale obiettivo per la mia fotocamera dovrei comprare?” e fidati che alla fine dell’articolo troverai la mia risposta, ma per il momento sappi che se stai anche cercando di acquistare obiettivi per la tua fotocamera, è probabile che troverai anche prima la risposta.

Possedere una fotocamera DSLR o EVIL/Mirrorless offre incredibili opportunità fotografiche quando si gioca con obiettivi intercambiabili. Ricorda sempre che ogni obiettivo ci apre nuovi mondi e possibilità.

Naturalmente, questo solleva una nuova domanda: “quali obiettivi mi interessa avere?”

Non ti darò teorie astratte, né entreremo in aspetti troppo tecnici. Cercherò di rispondere alla tua domanda nel modo più preciso possibile e di risolvere qualsiasi dubbio che possa sorgere in merito all’acquisto di lenti.

So che decidere su uno è un lavoro ingrato, quindi il mio obiettivo è chiarirti la questione e aiutarti a essere chiaro su quell’obiettivo che oggi manca nel tuo zaino. Inoltre, la mia idea è di chiarirti:

  • Quali tipi di lenti esistono sul mercato.
  • Quali sono i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna gamma di lenti.
  • Cosa dovresti tenere in considerazione quando acquisti un obiettivo/lente.

Per tutto questo, penso sia importante salvare queste informazioni da qualche parte che hai a portata di mano, o in una cartella dei preferiti del tuo browser.

Ma prima di entrare nel merito, voglio chiarire velocemente una cosa:

  • Quello che dico sempre: una buona foto non è fatta dalla fotocamera, né dal flash, né dal treppiede, né dall’obiettivo. 

Quale obiettivo bisogna acquistare?

Quando si tratta di acquistare lenti, hai diverse possibilità. Al di là delle sue caratteristiche, che vedremo di seguito, hai la possibilità di acquistare nuove, usate, della stessa marca o altre, ecc. È meglio dare un’occhiata più da vicino:

La marca e la compatibilità

Bene, per acquistare un obiettivo aggiuntivo per la tua fotocamera SLR, di solito hai sempre un’offerta generosa dal produttore della fotocamera, che si tratti di Canon, Nikon, Pentax, Sony o qualsiasi altro.

Ora, dovresti sapere che ci sono anche marchi che producono lenti da utilizzare con altre marche. Qui mi riferisco principalmente a due: Sigma e Tamron,  anche se ce ne sono altri come Tokina, Samyang o Yongnuo.

Questi due marchi producono obiettivi praticamente per tutte le fotocamere. Ovviamente, quando acquisti un obiettivo Tamron, diciamo, per la tua fotocamera Nikon, assicurati che sia compatibile con Nikon e non con Canon o un’altra marca.

Questi obiettivi sono generalmente leggermente più economici rispetto all’acquisto dallo stesso produttore della fotocamera e la qualità non è inferiore in molti casi.

Acquistare obiettivi nuovo o usati?

Acquista obiettivi, anche se ci sono tutti i prezzi, di solito non sono esattamente economici e, a volte, quello che vogliamo è fuori budget. Per questo motivo, devi sapere che hai la possibilità di ricorrere all’ottica di seconda mano (seguendo questi suggerimenti).

Acquistare obiettivi analogici?

C’è un intero mondo di obiettivi analogici in attesa di essere utilizzati. Può darsi che ne erediti uno o che trovi di seconda mano, a un prezzo ridicolo, un obiettivo di cui ti innamori.

Che tu ci creda o no, puoi utilizzare obiettivi analogici con la tua fotocamera digitale purché utilizzi l’adattatore giusto.

Cosa tenere in considerazione quando si acquista un obiettivo?

Prima di consigliarti la mia scelta di obiettivi preferita, lascia che ti dica prima cosa cerco in genere in un obiettivo prima di registrarlo.

Le prime cose che guardo quando acquisto un obiettivo

Questi sono i tre punti su cui devo essere chiaro prima di iniziare a guardare.

Il budget

I seguenti criteri sono importanti, ma se non hai i soldi non andiamo da nessuna parte. Prima di andare a comprare un obiettivo, cerco sempre di essere chiaro sui soldi che hai. Questo ti permette di scartare quegli obiettivi che sono troppo costosi.

Il tipo di fotografia che ti piace

La scelta di un obiettivo si basa principalmente sul tipo di fotografia per cui lo desidero. Non avrebbe senso acquistare un obiettivo macro se il 90% delle mie foto sono paesaggi.

La luce è fondamentale

Ridurre la quantità di luce in una fotografia è relativamente semplice. Aumentarlo è molto più complicato. Ci sono obiettivi sul mercato che catturano più luce e altri che catturano meno. Cerco sempre quelli che catturano più luce perché in seguito mi danno un’enorme flessibilità quando si tratta di scattare foto.

Il problema della quantità di luce che un obiettivo può assorbire ha a che fare con il diaframma o l’apertura dell’obiettivo, come ti parlerò più dettagliatamente di seguito. Più grande è l’apertura, come puoi immaginare, più luce entrerà.

Sembra sciocco, ma gli obiettivi più economici tendono ad avere un’apertura relativamente piccola. Quelli buoni hanno diaframmi più larghi e sono fantastici perché puoi scattare foto in momenti di luce relativamente scarsa e non succede nulla, la foto esce perfettamente illuminata.

Quella stessa foto con un obiettivo scadente o scadente risulterebbe molto più scura, dovresti mangiarti la testa per illuminarla, giocare con le impostazioni manuali della fotocamera per impostare una velocità dell’otturatore più bassa, pensando che in questo modo catturi più luce, ma ovviamente finisci per ottenere la foto sfocata.

O forse devi toccare gli ISO per ottenere quella foto illuminata che stai cercando, ma ovviamente con un ISO molto alto, oltre a catturare la luce, catturi il rumore, molto rumore.

Le recensioni online

Quando un marchio immette sul mercato un nuovo obiettivo, non sono mai il primo ad acquistarlo. Preferisco che altri utenti abbiano quel primo contatto.

Dopo qualche mese vado su Amazon o qualsiasi altro negozio online dove ci sono opinioni e valutazioni da parte degli acquirenti, e guardo il numero di stelle che ha un determinato obiettivo. Per quanto sia attratto da un obiettivo, non lo comprerei mai con una valutazione di 2 stelle su 5. Idealmente, dovrebbe avere un 4 o 4,5 su 5. Se ha solo 3 stelle o meno, non non pensarci nemmeno.

Quando ti imbatti in un obiettivo che 50 o 100 utenti hanno valutato bene, questo è un voto più “solido”.

Detto questo, vedremo alcuni dettagli da tenere in considerazione quando acquisti il ​​tuo obiettivo. E sottolineo i dettagli perché sebbene siano aspetti che a volte non vengono presi in considerazione, sono importanti.

Obiettivi full frame o aps-c?

Non tutti gli obiettivi sono validi per tutte le fotocamere anche se sono della stessa marca. Come sapete, alcune fotocamere sono full format o Full Frame e altre hanno un sensore più piccolo, è ciò che è noto come APS-C.

Gli obiettivi realizzati per fotocamere Full Frame possono essere utilizzati su fotocamere APS-C, tuttavia, quelli realizzati per APS-C non funzioneranno su fotocamere full frame poiché viene creata una forte vignettatura e solo la parte centrale dell’immagine viene illuminata mentre i bordi appaiono scuri .

Il vantaggio degli obiettivi APS-C è che sono più economici.

Questo è identificato in ogni marchio con un acronimo, ad esempio, i target che sono per APS-C hanno questi acronimi nei seguenti segni:

Leggi questo articolo se non conosci bene la differenza tra APS-C e Full Frame.

Ogni fotocamera ha il suo obiettivo

Pentax ha le sue particolarità, metto da parte le sue diverse cavalcature (K, Q e 645).

Lo stesso accade con Olympus o Fujifilm, a seconda del tipo di fotocamera che hai, dovrai scegliere un tipo di obiettivo o un altro, sebbene ci siano adattatori per usarli nell’altro tipo di fotocamere:

Olimpo

  • Obiettivi OM-D e PEN: Micro Quattro Terzi
  • Obiettivi DSLR: Sistema Quattro Terzi

Fujifilm

  • Serie X: attacco X
  • Serie GFX: attacco G

Sony

Sony ha due tipi di attacchi A ed E:

  • Supporti di tipo A: per fotocamere con specchio o traslucido. Il loro nome inizia con SAL e possono essere utilizzati su supporti di tipo E con un adattatore.
  • Supporti tipo E: per fotocamere mirrorless. Sono indicati dalle lettere SEL e non possono essere utilizzati su supporti di tipo A.

L’importante è che, quando acquisti la tua ottica, ti assicuri che la montatura sia quella giusta per la tua fotocamera.

Obiettivi zoom o a focale fissa

Sicuramente l’obiettivo che hai provato è uno zoom. Cioè, sei stato in grado di avvicinarti o allontanarti dal tuo soggetto senza fare un passo. Gli obiettivi zoom coprono diverse lunghezze focali e sono quindi più versatili.

Esistono però anche obiettivi fissi , con i quali non è possibile zoomare, ma che di solito sono di qualità migliore.

Sia gli obiettivi zoom che gli obiettivi fissi hanno i loro vantaggi e svantaggi, devi essere chiaro su ciò di cui hai bisogno e in base ad esso, scegli l’opzione migliore.

Messa a fuoco automatica

Anche se ora è difficile trovare nuovi obiettivi che siano solo con messa a fuoco manuale, va notato che tutti gli obiettivi hanno una modalità di messa a fuoco manuale, ma non tutti hanno necessariamente una modalità di messa a fuoco automatica.

Ciò è utile quando si desidera scattare foto rapidamente lasciando che la fotocamera si focalizzi da sola. Queste situazioni si verificano spesso, quindi quando acquisti un obiettivo per la tua fotocamera, assicurati che abbia una modalità di messa a fuoco automatica.

Anche se ci sono anche fotocamere, ad esempio Nikon, che hanno un motore di messa a fuoco interno e possono funzionare con obiettivi che non hanno questo sistema. Se la tua fotocamera è Nikon e dispone di questo sistema, puoi utilizzare obiettivi AF Nikkor. Altrimenti, dovrai cercare AF-S Nikkor. E se quello che farai di più è il video, lascia che sia AF-P.

Se invece hai una Canon dovresti sapere che:

  • Gli obiettivi STM hanno un sistema di messa a fuoco più fluido e silenzioso, che li rende più adatti per le riprese video.
  • Gli obiettivi USM sono più veloci da mettere a fuoco.
  • Se l’obiettivo non viene fornito con STM o USM, probabilmente avrà un motore CC che offre anche l’autofocus, ma non è fluido o veloce come i precedenti.

Apertura del diaframma

Come ti ho detto poco sopra, l’apertura del diaframma è uno degli aspetti più importanti quando si acquista un obiettivo per avere più luce.

Vedete, tutti gli obiettivi consentono al fotografo di variare l’apertura a seconda della situazione. Ricorda che una grande apertura implica una piccola profondità di campo ed è espressa da un piccolo numero f/.

D’altra parte, un numero f/alto rifletterebbe un’apertura molto piccola, che è una grande profondità di campo o più area di messa a fuoco.

Se guardi l’obiettivo vedrai che mette l’apertura massima che è in grado di raggiungere. 
Di solito è espresso come segue:
  • 1:1.4 In questo caso significa che l’obiettivo raggiunge un’apertura massima di f/1.4. 
  • 1:3.5-5 Ciò che indica qui è che l’obiettivo può raggiungere un’apertura massima di f/3.5 alla sua lunghezza focale minima, 18 mm per esempio, ma se lo usiamo alla sua lunghezza focale più lunga, circa 200 o 300 mm per esempio, la sua apertura massima rimarrebbe af/5.

Maggiore è l’apertura massima, maggiore sarà la capacità che avrà di catturare la luce. Ecco perché quelli con un’apertura massima di almeno f/2.8 (o inferiore: f/1.8, f/1.4, ecc.) sono noti come obiettivi luminosi.

F/1.4 o F/1.8?

Una domanda molto frequente nei commenti è se valga la pena pagare la differenza di prezzo tra un f/1.4 e un f/1.8 poiché, in base ai numeri, sembra che la differenza sia molto piccola. La differenza, a parte il prezzo, è che l’f/1.4 è molto più luminoso e che la sfocatura è diversa, molti direbbero che è molto più bella. Quello che posso dirti è che chi prova l’f/ 1.4 si innamora perdutamente di lui.

Insomma, se te lo puoi permettere, non te ne pentirai. Ora, se la domanda è avere l’f/1.8 o non averlo, allora no, non ne vale la pena. Meglio prendere un f/1.8 che restare senza niente.

Distanza focale

Entriamo in un altro concetto che abbiamo già introdotto e che all’inizio passa un po’ inosservato, ma che è davvero importante.

La lunghezza focale è la larghezza del campo visivo che l’obiettivo è in grado di catturare. Di solito è misurato in millimetri (mm). Minore è il numero (18 mm, ad esempio), maggiore è l’angolo di campo che puoi catturare con quell’obiettivo.

D’altra parte, una grande lunghezza focale (diciamo 200 mm) catturerà un angolo di campo più piccolo sebbene consentirà uno zoom maggiore.

Ricorda di tenere conto del famoso fattore di ritaglio o conversione delle   fotocamere con formato APS-C.

È chiaro che la lunghezza focale ha un’influenza decisiva sulla composizione delle tue fotografie. 

Gli obiettivi da 50 mm sono quelli che catturano l’immagine più simile a quella che vediamo con i nostri occhi. Al contrario, le lunghezze focali più estreme producono determinate distorsioni o effetti. 

Obiettivi stabilizzati

Alcune fotocamere hanno uno stabilizzatore d’immagine integrato nel corpo macchina stesso, nel qual caso questa distinzione non si applica. Ora, nel caso di alcune marche, le fotocamere non hanno lo stabilizzatore d’immagine e deve essere nell’obiettivo.

Se questo è il tuo caso, sarai comunque in grado di utilizzare l’obiettivo per scattare foto fantastiche, ma in molti casi scoprirai che la foto risulta sfocata e traballante. Quando l’obiettivo ha uno stabilizzatore d’immagine, il compito diventa molto più semplice: attivi lo stabilizzatore e inizi a scattare foto, di solito senza treppiede, e ti accorgi che non risultano sfocate.

Lo stabilizzatore d’immagine in Nikon si chiama VR e in Canon è conosciuto con l’acronimo IS.

Prima di acquistare un obiettivo ti consiglio vivamente di prendere in considerazione l’acquisto di uno stabilizzatore d’immagine, soprattutto per obiettivi a focale lunga (200 o 300 mm).

In genere la differenza economica è piccola mentre quello che guadagni in qualità fotografica non ha prezzo. 

Numero di lamelle

Il numero di lamelle del diaframma nell’obiettivo influenza il bokeh. C’è chi pensa che maggiore è il numero di lamelle, maggiore è la qualità di questa, anche se non è del tutto vero, perché dei gusti sappiamo già cosa succede.

In realtà la differenza è che la forma delle sfere luminose del bokeh avrà una forma più arrotondata o più esagonale, ettagonale, ecc… a seconda del numero di lamelle che ha o se sono arrotondate o meno. Alcuni diaframmi, quando i fogli sono chiusi, rimangono come un cerchio e altri, a seconda del numero di fogli, come un pentagono, un esagono, ecc. 

Diametro dell’obiettivo

Il diametro dell’obiettivo non influenza le impostazioni della fotocamera o della fotografia. Devi saperlo, soprattutto quando acquisti accessori per il tuo obiettivo, come un filtro o un paraluce. Questi accessori circolari che si attaccano all’obiettivo devono corrispondere al diametro dell’obiettivo.

Il diametro dell’obiettivo è indicato in millimetri e reca un caratteristico simbolo simile ad un cerchio barrato. 

Distanza di messa a fuoco

Alcuni obiettivi, ma non tutti, ti dicono la distanza di messa a fuoco in metri (o piedi ). Questo numero è molto facile da identificare poiché di solito appare con il simbolo dell’infinito a un’estremità e una distanza in metri all’altra estremità. Dipenderà dalla marca dell’obiettivo.

Questo valore cambia quando modifichiamo la lunghezza focale della fotocamera e indica in ogni momento la distanza in metri che potremmo mettere a fuoco mentre ingrandiamo.

Nei casi di focale fissa, come nell’immagine di esempio, sarà sempre la stessa. In questo caso è 0,45 m (45 cm).

I miei 3 obiettivi più consigliati

Avrei potuto iniziare l’articolo qui. Ti dico gli obiettivi che mi piacciono di più e basta, ma ho voluto condividere con te i miei criteri di selezione personali in modo che tu capisca anche perché un obiettivo e non un altro.

Inoltre, volevo che tu fossi in grado di risolvere eventuali domande che potrebbero sorgere al momento dell’acquisto. Detto questo, ecco la mia selezione degli obiettivi DSLR più consigliati, con collegamenti alla versione giusta per la tua marca di DSLR ogni volta che riesco a trovarli.

Il 50mm F/1.4 per me è il re degli obiettivi

Ecco l’unico obiettivo che occupa praticamente da anni l’innesto della mia fotocamera reflex. Raramente l’ho smontato. È l’obiettivo con cui scatto la maggior parte delle mie foto. Alla fine, questo ha a che fare con il tipo di fotografia che mi piace, che è la fotografia di ritratto, la fotografia di oggetti con uno sfondo molto sfocato, i dettagli della natura. 

Con esso si ottengono risultati affascinanti ( qui intero articolo dedicato ai migliori 50mm ).

Uno zoom è per sempre

Una delle piccole ossessioni del fotografo approdato di recente nel mondo delle reflex è quella di ottenere un obiettivo con il livello di zoom più alto possibile.

Mi sembra che sia una “consuetudine” che riportiamo dal nostro palco per fotocamere digitali compatte o bridge . Con le compatte digitali le opzioni creative sono tremendamente limitate, non puoi giocare con il tempo di posa o il diaframma, quindi puoi semplicemente zoomare avanti e indietro, ti diverti a inseguire le persone per strada con il tuo zoom, avvicinandoti il ​​più possibile a quella finestra o quel ramo d’albero, e tu scatti la foto.

Ci sono molti obiettivi zoom sul mercato, la maggior parte copre una buona gamma di lunghezze focali. Come sempre, qui la mia preferenza va verso gli obiettivi che offrono una gamma di focali più ridotta.

Per farti un esempio, tra un 18-105mm e un 18-300mm, mi orienterei chiaramente con il primo, dato che, coprendo un range più piccolo, le sue ottiche sono molto più specializzate proprio in quel range, a differenza del 18-300mm che Ha un obiettivo leggermente “jolly”, perché deve essere valido sia per le foto da 18 mm che per quelle da 300 mm. Niente di meglio per descrivere questo concetto che il detto popolare «chi copre molto, stringe poco» .

Il mio zoom consigliato è il Tamron 70-200mm. Ha una gamma di lunghezze focali relativamente stretta, che lo rende uno specialista della lunghezza focale se stai cercando di scattare da 70 a 200 mm.

Obiettivo macro

Per me, un obiettivo macro deve avere quanto segue:

  • Leggeri , più sono e meglio è, come sempre.
  • Una lunghezza focale relativamente lunga. Esistono obiettivi Macro da 40 e 50 mm ma il problema è che per ottenere una foto macro con loro devi avvicinarti molto al soggetto o all’oggetto. Questo dà alla foto una prospettiva ottica un po’ strana, oltre a bloccare la luce con il tuo corpo dovendoti avvicinare troppo fisicamente al soggetto. Quindi macro si, ma se può essere con una focale lunga meglio. Da 70 o 80 mm andrebbe bene. 100 mm sarebbe l’ideale.
  • Prezzo corretto . Gli obiettivi macro di solito salgono alle stelle nel prezzo e sono facilmente trovabili a 1.000 euro. Quindi più conveniente è il prezzo, meglio è.

Se sei un appassionato di fotografia macro qui troverai la classifica dei migliori obiettivi macro secondo me.

Conclusione

In questo articolo vi ho proposto i miei 3 obiettivi preferiti ma non aspettarti che l’obiettivo faccia magie, dovrai imparare a fare buone foto se vuoi ottenere risultati simili a quelli che vedi dei fotografi più seguiti su Instagram.

Prima di salutarti, vorrei lasciarti con alcuni consigli di articoli che potrebbero interessarti:

Grazie per aver letto fino a qui. Buona fortuna con l’acquisto del tuo obiettivo nuovo di zecca. Hai trovato questo articolo utile? Se è così, come sempre, ti sarei grato se lo condividessi sul tuo social network preferito in modo che possa aiutare anche altre persone nella loro ricerca.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI