Priorità di tempi, manuale per la velocità

priorità-di-tempi-macchina-fotografica
La priorità di tempi, la guida su come impostarla e conoscerla meglio

Gli elementi principali per scattare una fotografia sono la luce e il tempo, queste due variabili sono gestite direttamente dalla velocità dell’otturatore della macchina fotografica, in questo articoli ti spiegherò come impostare correttamente la priorità di tempi per le tue fotografie.

Se ancora non ti senti pronto per scattare in modalità manuale ma vuoi provare a testare la tua creatività, la modalità priorità di tempi fa per te.
Quante volte ti è capitato durante i tuoi scatti di fotografare situazioni diverse, dalla fotografia sportiva con un soggetto in veloce movimento ad un cielo stellato con scarsa luminosità?
La soluzione ottimale, prima di passare completamente in modalità manuale nella tua fotocamera è impostare la modalità priorità di tempi.
Devi sapere che, l’apertura dell’otturatore determina quanta luce dovrà entrare e raggiungere il sensore della fotocamera, proprio per questo variando l’apertura e la velocità di essa si può modificare la quantità di luce che desideriamo imprimere nel nostro scatto, ottenendo cosi diversi risultati a seconda della velocità.

MA PRIMA DI CAPIRE COME IMPOSTARE LA PRIORITA’ DI TEMPI, ASPETTA UN ATTIMO

Se è la prima volta che entri nel mio sito e questa è la prima guida che leggi, ti consiglio di iscriverti alla newsletter di Fotografia Moderna.
Perchè dovresti?

  • Riceverai gratuitamente e senza fatica contenuti che ti aiuteranno a migliorare la tua tecnica fotografica
  • Riceverai consigli e suggerimenti esclusivi solamente a chi è iscritto alla newsletter

La quantità di luce dipende dalla luminosità della scena e dalla velocità dell’otturatore

priorita-tempi-reflex

La velocità dell’otturatore determina quindi la quantità di luce per ottenere l’esposizione che desideriamo.
Se la priorità di tempi che settiamo è “bassa”, quindi uno scatto lento, entrerà più luce dentro il nostro obiettivo, se settiamo una velocità “alta”,  verrà raccolta poca luce.

Questi elementi li puoi controllare direttamente sulla tua DSLR sul suo LCD, la velocità sono quei numeri che appaiono sullo schermo che possono variare dai 30 secondi (in generale) ai 1/4000 secondi.

Aumentando la velocità dell’otturatore di uno stop, si dimezza la quantità di luce che raggiunge il sensore.

Sei alle prime armi e ti sembra complicato?
Ti voglio aiutare, leggi bene che ora ti svelo un trucco

Sopratutto se sei alle prime armi, la priorità di tempi ti risulterà difficile, non ti troverai subito con le velocità, ma ti basta sapere che:

Più il numero “visivamente” è grande (es. 1/1000), maggiore è la velocità, di conseguenza sarà uno scatto velocissimo

Più il numero è netto (es. 30 secondi), minore sarà la velocità, di conseguenza otterrai uno scatto lentissimo.

IMPOSTARE LA PRIORITA’ DI TEMPI

Impostare la priorità di tempi

Per impostare la priorità di tempi bisogna prima verificare il modello di macchina fotografica che abbiamo in mano, ogni casa produttrice ha il suo “modo” di indicare le varie modalità di scatto.
Per le due principali, la Canon e la Nikon abbiamo rispettivamente la modalità “tv” e “s” per indicare la modalità di scatto priorità di tempi sulla nostra ghiera in alto.

Una volta impostata la modalità se andiamo a girare la ghiera che ci troviamo di fronte, “all’altezza del pollice” (se abbiamo una corretta postura), andremo a modificare la velocità.
Girando verso sinistra andremo ad abbassare i tempi di scatto, girando la rotella verso destra andremo a velocizzare la priorità di tempi.

CON LA MODALITA’ TEMPI, L’ESPOSIMETRO IMPOSTA AUTOMATICAMENTE L’APERTURA DEL DIAFRAMMA

priorità-di-tempi

La particolarità che differenzia la priorità di tempi dall’impostazione manuale per la fotocamera è il fatto che una volta impostata la velocità di scatto, la fotocamera imposterà automaticamente (grazie al sensore della fotocamera) l’apertura del diaframma, per ottenere un’esposizione più corretta possibile.

OTTENERE L’EFFETTO “GOCCIA” CON UNA PRIORITA’ TEMPI VELOCE

PRIORITA-DI-TEMPI-VELOCE

Per ottenere il famoso effetto “goccia”, cioè riuscire a congelare il movimento dell’acqua che schizza fuori, dobbiamo impostare la nostra velocità di scatto a una velocità molto alta (essendo il movimento dell’acqua già abbastanza veloce di suo)
Una volta impostato il valore a magari 1/1000 di secondi dobbiamo fare attenzione però alla luminosità della scena che verrà diminuita radicalmente.
[Leggi questo articolo se vuoi congelare le tue foto]

Quindi per compensare l’esposizione dobbiamo aumentare la luce ambiente del soggetto in questione o possiamo anche aiutarci aumentando gli ISO, magari riuscendo a trovare il giusto compromesso tra i due in modo da non ottenere l’effetto grana sulle nostre fotografie.

Ottenere l’effetto vellutato di un ruscello o fotografare le stelle

priorita-tempi-lenta-lunga-esposizione

Per ottenere questi effetti invece dobbiamo impostare una velocità molto bassa perchè l’otturatore dovrà avere il tempi di imprimere tutto il movimento possibile ma sopratutto nel caso di un cielo stellato, più luce possibile.

Logicamente, a seconda dei casi, dobbiamo agire sulla luminosità esterna, se ci troviamo di giorno e vogliamo fotografare un ruscello ma la luce è molto forte dobbiamo agire abbassando la sensibilità del sensore.
[Leggi la guida sugli ISO, cosa sono e come impostarli]

Con una velocità lenta si può ottenere anche l’effetto “scia”, utile sopratutto se si vuole disegnare il traffico delle auto [vedi come fare] o evidenziare la velocità di una moto.

Ti voglio dare l’ultimo consiglio per scattare in modalità tempi

Per le velocità molto basse, l‘otturatore avrà bisogno della massima stabilità per non ottenere fotografie sfocate, per questo ti sarà essenziale un treppiedi, ormai su Amazon li puoi trovare anche a 50€, anche se il mio consiglio è sempre di investire su materiali di ottima qualità, proprio per non spendere in seguito di nuovo per lo stesso oggetto. [Treppiedi in offerta]

Commenta questo articolo

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui