Problemi tra Sony A7RIV e Apple iPad PRO

I problemi di comunicazione riscontrati tra la Sony A7RIV e Apple iPad PRO da Maicol Cortesi.

Sony A7RIV e Apple iPad PRO

Ora basta, è ora di smettere di essere lassisti e accettare queste ingiustizie ricevute da un capitalismo impazzito che ha perso il controllo… vi racconto la mia esperienza in modo diretto coi da immergervi in queste realtà astruse e complesse a cui ci sottopongono i produttori di elettronica di consumo di questo particolare periodo storico.

Avete mai notato che stanno rendendo i prodotti sempre più complessi, aggiungono funzioni su funzioni in continuazione rendendolo solamente più complesso e inusabile e questo solo per vendere i prodotti, abbiamo prodotti con dei nomi da fantascienza questo fa capire che l’azienda è come la famiglia e cioè una vetrina… quando non ha più capacità inventiva e si arena utilizza altre risorse che non migliorano il prodotto ma che lo abbellisco e lo rendono perfetto all’apparenza.

Ora parto con la mia storia in modo diretto così vi coinvolgo nell’animo, perché qui ragazzi è ora di cominciare a ribellarsi a questo sistema assurdo e che ci prende soltanto in giro.

Ho comprato dispositivi di ultima generazione per non avere problemi perché ormai lo sanno tutti, se un prodotto è complesso e richiede tempo per utilizzarlo la fine che sicuramente farà se tutto va bene è prendere la polvere sulla mensola, va bene che Toy Story è solo un cartone animato e gli oggetti non hanno vita, ma la nostra passione è la nostra vita! Cercherò di essere più sintetico, ho acquistati iPad pro di ultima generazione e Leica Q2 (prodotti di tutto rispetto) per coltivare la mia passione per la fotografia, ma l’applicazione per effettuare il download dei RAW su iPad era a pagamento (e per giunta ora vanno questi abbonamenti mensili/annuali che non so chi li ha inventati sinceramente) l’abbonamento includeva software che nemmeno mi interessavano, in aggiunta il software gratuito non era disegnato per iPad e soprattutto aveva problemi con la connessione diretta con la macchina fotografica e mi faceva perdere 10 minuti tutte le volta… decisi cosi di scrivere una lettere a Leica e gentilmente il responsabile dei negozi italiani di Leica mi ha chiamato e ha ascoltato tutte le mie critiche dicendo che per quello che riguardava il software si sarebbe impegnato di sistemare personalmente tutte le problematiche, successivamente mi hanno pubblicato la lettera su fotografia moderna un sito web di fotografia attuale, poi ho dovuto vendere la macchina fotografica perché non era semplice e funzionale nonostante le fotografie fossero di ottima qualità.

Ho acquistato la Sony A7RM4 una signora ammiraglia nel campo della fotografia, leggendo la brochure dal sito sembrava un concentrato di tecnologia di ultima generazione… ma alla fine stesso discorso, funzioni su funzioni, menu complessissimo bottoni ovunque e siamo ancora agli albori della tecnologia computazionale che è ancora in manuale, questo rende il prodotto inusabile oltre al fatto che ha le 5 tecnologie più recenti di connessione e nessuna funziona con iPad, ho parlato con l’assistenza Sony e gli operatori del supporto sono alquanto disinteressati alcuni mi hanno fatto parlare a vuoti in quanto non erano più al telefono, altri hanno preso in carico la problematica ma non si è più sentito nessuno, questo vi fa capire che puntano esclusivamente a vendere i prodotti e ad abbellirli in ogni modo con fotografie, tecnologie che sembrano provenire dal futuro accompagnate da paroloni di ogni sorta e una volta venduto il prodotto se ne sbattono completamente di assistere alle problematiche che il consumatore incontra.

Questo vale anche per la Apple, che messa al corrente di questa problematica dopo mesi di telefonate estenuanti non era in gradi di mettersi in contatto con la Sony per risolvere questo problema di comunicazione tra i dispositivi… vi faccio notare che entrambi i dispositivi sono dotati delle ultime tecnologie wireless disponibili attualmente (NFC/Bluetooth/Wi-Fi) e non riescono a dialogare tra loro, non vi sembra assurdo, insomma non sono dei giocattolini da pochi spiccioli infondo si sa…: chi meno spende più spende ma in questo caso mi sto incominciando a ricredere.

Ora mi Apple mi ha detto che ci vogliono forse mesi per sistemare il problema di comunicazione attraverso il cavo (che per me utilizzare i cavi nel 2021 mi sembra un assurdità sinceramente). Sony se ne sbatte altamente, non gli interessa nulla ricevere critiche ai loro prodotti… sono autonomi vanno avanti con i paraocchi a costruire prodotti di una complessità assurda facendo perdere il tempo prezioso alle persone, dovrebbero implementare la semplicità invece di aggiungere sempre più complessità solo per vendere questo è palese che è un sistema obsoleto e malsano che è destinato a fallire… ho scritto questo perché nonostante abbiamo cercato di confrontarmi con queste aziende che si credono di essere chissà chi, non ho trovato qualcuno che si prendesse a cuore la mia problematica (per loro sono solo un numero, perché è così che ragionano). Sinceramente da Sony me lo aspettavo, ma da Apple assolutamente no!

Pertanto ho buttato giù queste parole per esprimere tutta la mia impotenza e frustrazione invitandovi a non farvi propinare prodotti progettati da persone che cercano di complicare la vita delle persone, la semplicità è sinonimo di intelligenza e pace mentale è completa armonia che porta ad utilizzare i prodotti con amore.

Sperando di infondere coraggio e di donarvi la forza e il potere necessario per non essere passivi e accettare indirettamente questa assurda realtà che deriva da una mentalità retrograda fatta solo di competizione spietata, il futuro è collaborazione, chi non si adeguerà a questa nuova prospettiva non riuscirà ad evolversi e di conseguenza non sarà competitivo.

Ora prendete penna e calamaio e scrivete i vostri disagi, le vostre frustrazioni con questi dispositivi progettati dalla complessità, coinvolgente con le emozioni i vostri lettori e soprattutto gli operatori del supporto e con essi i big della tecnologia.

Maicol Cortesi

Altri articoli di Cortesi:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.