Rashod Taylor e Little Black Boy

Rashod Taylor

Rashod Taylor è un fotografo con la passione per le belle arti e ritratti. Nei suoi progetti fotografici spesso viene affrontato come tema la famiglia, la cultura e l’esperienza del popolo afroamericano. Ha guadagnato una notevole attenzione dalla critica per la sua serie di foto nel progetto Little Black Boy dove documenta la vita di suo figlio mentre esamina l’esperienza e la paternità dei neri americani.

Taylor ha frequentato la Murray State University e ha conseguito una laurea in arte con specializzazione in fotografia d’arte. Ha esposto e pubblicato a livello nazionale e internazionale i suoi capolavori ma la sua serie “Little Black Boy” è stata acquisita dal Museum of Fine Arts di Houstone tanto da ricevere nel 2021 il Premio Arnold Newman per le nuove direzioni nella ritrattistica fotografica. 

Da menzionare anche che Taylor è stato anche uno dei 50 finalisti della Critical Mass Top 50 del 2020, vincitore del premio Critics Choice di Lens Culture e vincitore del Feature Shoot Emerging Photography Awards 2021.

Collabora con clienti di lusso come National Geographic, The Atlantic, Essence Magazine e Buzzfeed News, praticamente i principali nomi per un qualsiasi persona che ha la passione per la fotografia

Rashod Taylor vive a Springfield, MO, con sua moglie e suo figlio.

Per conoscere i suoi lavori: www.rashodtaylor.com@rashodtaylorphoto

Scopri altri fotografi emergenti:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui