Recensione Panasonic GH5S: Incredibilmente creata per i video!

Panasonic Lumix DC-GH5S

La fotocamera Panasonic GH5S è una Micro Quattro Terzi focalizzata perlopiù sulle riprese video costruita attorno ad un sensore da 10,2 MP. Può girare filmati DCI o UHD 4K in modo nativo fino a 60p con una qualità finale davvero impressionante.

La serie GH ha costantemente ampliato la gamma di funzionalità video professionali che appaiono nelle fotocamere consumer e la GH5S porta questa logica un ulteriore passo avanti, abbassando la risoluzione del sensore e omettendo la stabilizzazione dell’immagine per creare uno strumento video più univoco, piuttosto che un ibrido destinato ad essere altrettanto capace in entrambe le discipline.

In offerta
Panasonic Lumix DC-GH5S Fotocamera Digitale Mirrorless da 10 MP, Sensore LIVE MOS MFT, Nero
235 Recensioni
Panasonic Lumix DC-GH5S Fotocamera Digitale Mirrorless da 10 MP, Sensore LIVE MOS MFT, Nero
  • Sensore Micro 4/3" da 10MP
  • Tecnologia Dual Native ISO per riprese perfette anche in situazioni di scarsa luminosità
  • Riprese Video in formato cinema 4K in 4:2:2 10bit,Time code in/out e Vlog preinstallato
  • Ottima per videomaker

La possibilità di riprendere DCI 4K fino a 60p senza fattore di ritaglio è la distinzione più ovvia tra questo e il GH5 standard, ma le differenze sono più profonde, andiamo a vedere nel dettaglio le sue caratteristiche.

Scheda tecnica

Tipo di corpo
Tipo di corpoMirrorless in stile reflex
Materiale corporeoLega di magnesio
Sensore
Risoluzione massima3680 x 2760
Altre risoluzioni3:2 (3840 x 2560), 16:9 (4016 x 2256), 1:1 (2752 x 2752)
Rapporto immagine l:h1:1, 4:3, 3:2, 16:9
Pixel effettivi10 megapixel
Fotorivelatori a sensore12 megapixel
Dimensioni del sensoreQuattro terzi (19,2 x 13 mm)
Tipo di sensoreCMOS
ProcessoreMotore di Venere 10
Spazio coloresRGB, Adobe RGB
Matrice di filtri coloratiFiltro colore primario
Immagine
ISOAuto, 160-51200 (si espande a 80-204800)
ISO potenziato (minimo)80
ISO potenziato (massimo)204800
Preimpostazioni di bilanciamento del bianco5
Bilanciamento del bianco personalizzatoSì (4 slot)
Stabilizzazione dell’immagineNo
Formato non compressoCRUDO
Livelli di qualità JPEGBene, standard
Formato del fileJPEG (Exif v2.31)Raw (Panasonic ARW, 12/14 bit)
Ottica e messa a fuoco
Messa a fuoco automaticaRilevamento contrasto (sensore)MultizonaCentroPunto singolo selettivoTracciamentoSeparareContinuoToccoRiconoscimento faccialeDal vivo
Lampada di assistenza alla messa a fuoco automatica
Zoom digitaleSì (2x-4x)
Messa a fuoco manuale
Numero di punti focali225
Attacco per obiettivoMicro Quattro Terzi
Moltiplicatore della lunghezza focale2 ×
Schermo/mirino
LCD articolatoCompletamente articolato
Dimensione dello schermo3.2 ″
Punti sullo schermo1.620.000
Touch screen
Tipo di schermoLCD TFT
Dal vivo
Tipo di mirinoElettronico
Copertura del mirino100 %
Ingrandimento del mirino1,52 × (0,76 × 35 mm equiv.)
Risoluzione del mirino3.680.000
Caratteristiche della fotografia
Tempo di posa minimo60 sec
Massima velocità dell’otturatore1/8000 sec
Velocità massima dell’otturatore (elettronica)1/16000 sec
Modalità di esposizioneProgrammaPriorità d’aperturaPriorità dell’otturatoreManuale
Flash incorporatoNo
Flash esternoSì (tramite hot shoe o porta di sincronizzazione flash)
Modalità flashAuto, Auto/Riduzione occhi rossi, Attivazione forzata, Attivazione forzata/Riduzione occhi rossi, Sinc. lenta, Sinc. lenta/Riduzione occhi rossi, Disattivata forzata
Velocità di sincronizzazione flash X1/250 sec
Modalità di guidaSeparareContinuoFoto 4KImpilamento della messa a fuocoAutoscatto
Guida continua12,0 fps
AutoscattoSì (2 o 10 secondi, 10 secondi con 3 immagini)
Modalità di misurazioneMultiPonderata centraleMacchiare
Compensazione dell’esposizione±5 (a incrementi di 1/3 EV)
Bracketing AE±3 (3, 5, 7 fotogrammi a incrementi di 1/3 EV, 2/3 EV, 1 EV)
Bracketing WB

Specifiche

  • Sensore “Multi Aspect” sovradimensionato con design a doppio guadagno
  • Area utilizzabile massima di 10,2 MP da un totale di circa 12,5 MP
  • DCI o UHD 4K fino a 60p
  • Acquisizione interna 4:2:2 a 10 bit fino a 30p
  • Uscita interna 60p 4:2:0 a 8 bit o 4:2:2 a 10 bit su HDMI
  • 1080 filmati fino a 240p (con ritaglio aggiuntivo sopra 200p)
  • Modalità Hybrid Log Gamma
  • ISO 160 – 51.200 (80 – 204.800 esteso)
  • AF valutato fino a –5EV (con obiettivo F2)
  • Mirino OLED da 3,68 milioni di punti (1280 x 960 pixel) con ingrandimento 0,76x
  • LCD completamente articolato da 1,62 milioni di punti (900 x 600 pixel).
  • Immagini fisse a 14 bit Raw
  • 11 fps (7 con AFC) o 1 fps più veloce in modalità a 12 bit
  • USB 3.1 con connettore di tipo C

Oltre alla possibilità di riprendere DCI 4K a frame rate più elevati, la Panasonic ha affermato che i pixel più grandi del GH5S e il sensore “Dual Native ISO” significheranno che riprenderà filmati significativamente migliori in condizioni di scarsa illuminazione.

Caratteristiche tecniche

Il GH5S utilizza un chip che riprende nativamente DCI o UHD 4K, il che significa che un pixel sul sensore viene utilizzato per produrre ogni pixel nel filmato finale. Il sensore è sovradimensionato, questo significa che può riprendere diverse proporzioni utilizzando l’intera estensione del cerchio di imaging proiettato dall’obiettivo, anziché ritagliare semplicemente dalla regione 4:3.

Oltre a utilizzare la quantità massima di pixel e silicio per ciascuna proporzione, ciò significa anche che viene preservato l’angolo di campo diagonale, sia che si scatti 4:3, 3:2, 16:9 o nelle proporzioni di circa 17:9 di DCI 4K.

Panasonic ha un sensore con chip con due modalità di lettura, una che massimizza la gamma dinamica a impostazioni di sensibilità basse e una seconda progettata per ridurre al minimo il rumore ma a scapito della gamma dinamica, a impostazioni più elevate. 

L’altra cosa che secondo Panasonic contribuisce a dare al GH5S un aumento delle prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione è l’adozione di un numero inferiore di pixel e quindi più grandi.

In termini generali, non c’è alcun vantaggio significativo per i pixel grandi rispetto a quelli piccoli: singolarmente hanno accesso a più luce ma una volta ridimensionate le cose a una dimensione comune, i livelli di rumore e gamma dinamica tendono ad essere simili. Invece, l’utilizzo di più pixel ma più piccoli può avere un vantaggio in termini di risoluzione, anche se poi si ridimensiona. Questo perché i sistemi pixelati possono acquisire solo una certa percentuale della loro risoluzione nominale, ma il campionamento a una risoluzione più alta rispetto al ridimensionamento (sovracampionamento) può preservare alcuni dei dettagli a frequenza più alta che cattura inizialmente.

Avere un numero di pixel inferiore significa anche che GH5S è anche in grado di includere un filtro anti-aliasing che riduce il rischio di moiré video, senza doversi preoccupare di limitare la risoluzione delle foto.

Dal punto di vista fotografico può sembrare strano rimuovere la stabilizzazione dell’immagine dalla fotocamera, ma per le riprese video di fascia alta, Panasonic afferma che ha senso. I sistemi Sensor-shift IS funzionano facendo “fluttuare” il sensore utilizzando una serie di elettromagneti. Anche quando sono “spenti” non sono bloccati in posizione, sono semplicemente impostati in modo che gli elettromagneti non stiano tentando di correggere il movimento. Questo ha l’effetto collaterale che, montato su un impianto di stabilizzazione professionale, c’è il rischio che il sensore venga scosso

Riprese video

l set di funzionalità video del GH5S è essenzialmente un’espansione di quello del GH5 standard, con le maggiori differenze nella gamma di opzioni di scatto che si ottengono nel formato DCI 4K con proporzioni più ampie (4096 x 2160 pixel).

La GH5S può riprendere tutte le modalità che il GH5 può, ma ora può abbinare tutte quelle combinazioni di bitrate/compressione in modalità DCI, che in precedenza era limitata a 24 e 23,98 fps.

In combinazione con il sensore multi-aspetto della fotocamera, che dedica un po’ più di area del sensore, la GH5S dovrebbe essere la scelta migliore se hai in mente il formato DCI più cinematografico.

Oltre a queste modalità ad alto bitrate, GH5S continua a offrire riprese MP4/AAC e AVCHD/Dolby a 28, 24, 20 e 17Mbps.

La fotocamera è in grado di registrare internamente e simultaneamente emettere un segnale 4:2:2 a 10 bit durante le riprese fino a 30p. Oltre a questo, è necessario scegliere tra l’acquisizione interna 4:2:0 a 8 bit o l’uscita HDMI 4:2:2 a 10 bit.

A differenza del GH5, dove VLog-L è un componente aggiuntivo a pagamento, il GH5S più incentrato sui video viene fornito con esso disponibile come standard.

“Cos’è V-Log?” Log gamma è un modo per comprimere una parte maggiore della gamma dinamica della fotocamera in un file con profondità di bit relativamente bassa, per consentire una maggiore flessibilità durante la post-elaborazione del filmato. Ovviamente questo significa condividere quello spazio limitato su una gamma più ampia di toni, quindi dovrebbe essere utilizzato solo in circostanze con DR elevato dove è necessario.

Log gamma non è la stessa cosa dell’acquisizione Raw: anche in 4:2:2 stai buttando via metà dei dati sul colore e stai anche fissando i canali, l’uno rispetto all’altro, in quegli 8 o 10 bit bilancia. Ciò significa che non puoi spingere troppo un canale rispetto a un altro dopo l’acquisizione, quindi dovresti girare Log solo quando la scena lo richiede. Tuttavia, come Raw, può dare accesso alla gamma dinamica massima possibile se si dispone di un flusso di lavoro per elaborarlo.

Funzione di assistenza alla visualizzazione VLog L

Una delle sfide durante le riprese di log è che l’immagine appare visivamente molto piatta. Come regista, sai che sarà classificato in post per sembrare molto più bello di quello che appare sullo schermo, ma a volte può essere difficile visualizzare come apparirà quel risultato classificato quando stai fissando un’immagine Log molto piatta.

Come con GH5, GH5S offre la possibilità di caricare fino a quattro LUT (tabelle di ricerca) nella fotocamera. Queste LUT possono essere utilizzate per visualizzare un’approssimazione in tempo reale di come apparirà il tuo metraggio una volta valutato. Una novità per GH5S è la possibilità di applicare questa LUT di anteprima alla modalità di riproduzione, nonché l’anteprima live view della telecamera.

Gamma dinamica

La profondità di bit grezza non influisce sulla gamma dinamica di un sensore, ma può fungere da limite che impedisce di registrare quella gamma completa. La GH5S è la prima fotocamera Micro Quattro Terzi a catturare file Raw a 14 bit, quindi cercheremo di vedere se c’è qualche vantaggio da trarre da questa mossa.

L’attuale GH5 è stato misurato come cattura una frazione su 12 stop di gamma dinamica: il limite di ciò che può essere registrato in un file Raw lineare a 12 bit. Con i suoi pixel più grandi, ci aspetteremmo che il GH5S superi questo limite, da qui la necessità di andare oltre i 12 bit. 

Come la GH5 e la 4, la GH5S può scattare utilizzando la curva gamma V-Log L di Panasonic, per aumentare la gamma dinamica catturata e renderla più utilizzabile. Ecco come funziona:

Dal momento che non puoi girare video Raw su queste fotocamere, la cosa migliore da fare è assicurarti di sfruttare al meglio la profondità di bit limitata del metraggio a 8 o 10 bit che la fotocamera può acquisire. Per ottenere ciò, una curva Log stipa molte alte luci nel ~ 20% superiore dei valori del file, quindi dedica circa il 60% circa del file rimanente all’acquisizione di quante più informazioni tonali possibili sui mezzitoni, quindi lascia il resto per le ombre.

Miglior prezzo

In offerta
Panasonic Lumix DC-GH5S Fotocamera Digitale Mirrorless da 10 MP, Sensore LIVE MOS MFT, Nero
235 Recensioni
Panasonic Lumix DC-GH5S Fotocamera Digitale Mirrorless da 10 MP, Sensore LIVE MOS MFT, Nero
  • Sensore Micro 4/3" da 10MP
  • Tecnologia Dual Native ISO per riprese perfette anche in situazioni di scarsa luminosità
  • Riprese Video in formato cinema 4K in 4:2:2 10bit,Time code in/out e Vlog preinstallato
  • Ottima per videomaker

Conclusione

La Panasonic Lumix DC GH5S è una delle fotocamere più incentrate sui video che abbiamo mai recensito, il che solleva alcune sfide interessanti. In particolare: quanto peso dovremmo dare alle funzioni che ci aspettiamo dalle fotocamere, anche se sono cose non necessariamente richieste da un pubblico principalmente di riprese video? Il nostro approccio sarà quello di dettagliare queste limitazioni e permetterti di decidere in che misura minano i considerevoli aspetti positivi che abbiamo riscontrato.

In termini di pari, gli unici confronti ovvi sono la Sony a7S II, che fa sacrifici di risoluzione simili per dare la priorità alle riprese video 4K quasi native, e il modello gemello del GH5S: il GH5. La Sony ha un sensore più grande, che può offrire un vantaggio in condizioni di scarsa illuminazione e una profondità di campo inferiore, ma è piuttosto limitato in termini di sofisticatezza dell’acquisizione e dell’output dei dati. Nel frattempo, come la Sony, la normale GH5 è dotata di stabilizzazione dell’immagine interna, rendendola una fotocamera molto più flessibile per molti videoregistratori.

Come le fotocamere a7S di Sony, la GH5S è una fotocamera a bassa risoluzione per gli standard moderni. E sebbene ciò significhi che offre immagini meno rumorose se visualizzate in scala 1:1, tale vantaggio non è particolarmente evidente quando le telecamere con un numero elevato di pixel vengono ridimensionate per corrispondere. Certamente non pensiamo che molte persone riterranno che le immagini siano abbastanza diverse da giustificare la significativa perdita di risoluzione.

Se sei particolarmente interessato alle immagini fisse e ai video, saremmo propensi a indirizzarti verso il GH5 standard, poiché offre un numero di pixel significativamente più elevato e una stabilizzazione dell’immagine interna, entrambi a beneficio diretto delle tue immagini fisse .

La GH5S produce la migliore qualità video di qualsiasi fotocamera che abbiamo mai testato, con il suo bitrate elevato e le riprese ad alta profondità di bit che si dimostrano straordinariamente flessibili. L’a7S II può superarlo in condizioni di scarsa illuminazione se si riesce a tollerare la minore profondità di campo che ne deriva, ma al di là di quelle circostanze specifiche, il GH5S sarebbe probabilmente la nostra scelta. Il fatto che funzioni proprio come una GH5 e si adatti perfettamente all’ecosistema di accessori e supporto che è cresciuto intorno ad esso significa che la GH5S è una fotocamera facile con cui iniziare a scattare.

Altri articoli sulle Panasonic:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.