Rolling Shutter: Comprendere e Correggere l’Effetto

Il fenomeno del Rolling Shutter rischia di rovinare le nostre fotografie, ma si può evitare, basta conoscere il problema.

Rolling Shutter

Rolling Shutter, o anche detto “effetto tapparella”, è uno dei problemi che i fotografi professionisti temono di più, la distorsione dell’otturatore rischia di rovinare una fotografia ma ci sono dei modi per capire in anticipo il problema e correggere l’effetto per renderlo nullo. Vediamo insieme come evitarlo e persino come correggere l’effetto.

Cos’è l’effetto Rolling Shutter?

L’effetto rolling shutter assume la forma di una distorsione nelle foto in cui un oggetto si muove rapidamente.

Accade per esempio quando si scatta una foto dal finestrino di un treno, gli oggetti con forti forme verticali appariranno piegati nella parte superiore o inferiore dell’immagine. 

Può capitare anche se i soggetti sono fermi ma si esegue una rapida panoramica della fotocamera. La distorsione del rolling shutter influisce anche sulla registrazione video.

Il modo in cui esponi il sensore della fotocamera alla luce provoca l’effetto di rotazione. 

La maggior parte degli otturatori della fotocamera utilizza un paio le classiche “tendine” che scorrono verticalmente attraverso l’area del sensore di immagine. C’è uno spazio che durante l’apertura cattura la luce e imprime la forma sul sensore.

L’effetto rolling shutter si verifica a causa della coppia di tendine che si muove troppo lentamente per catturare rapidamente i dettagli di un soggetto in rapido movimento. Di conseguenza, il sensore della fotocamera non cattura contemporaneamente la parte superiore e inferiore dell’immagine.

Qual è la differenza tra rolling e global shutter?

Una tapparella utilizza un paio di tendine per esporre il sensore della fotocamera alla luce.

Le tendine si muovono verticalmente attraverso il sensore con un piccolo spazio orizzontale tra di loro.

Le fotocamere DSLR di livello professionale di solito dispongono di un otturatore globale che non soffre di questo problema. È dotato di un otturatore che espone l’intero sensore in un unico movimento piuttosto che una parte alla volta. 

Esempio: Quando leggiamo un libro, i nostri occhi si comportano come una tapparella. Non possiamo leggere l’intera pagina di testo in una volta: dobbiamo leggere riga per riga.

Perché le fotocamere utilizzano la tapparella?

Ci sono alcuni motivi per cui i produttori di fotocamere scelgono di utilizzare le tapparelle in alcune delle loro fotocamere. È importante sapere che le fotocamere dotate di sensore CMOS sono dotate di tapparelle. CMOS è uno dei due tipi di sensori di immagine: CMOS (Complementary Metal Oxide Semiconductor) e CCD (Charge Coupled Device).

Per saperne di più: Differenze tra CMOS e CCD

La maggior parte delle fotocamere con sensori CCD utilizza un otturatore globale, generalmente presente nelle fotocamere DSLR. Un otturatore globale espone l’intero sensore alla luce in un colpo solo e di conseguenza gestisce tutti i dati contemporaneamente: lettura, elaborazione e memorizzazione.

Con una tapparella, il sensore gestisce solo le aree già esposte alla luce in ordine sequenziale, una riga di dati alla volta.

Come si evita l’effetto Rolling Shutter?

Ci sono alcuni modi per evitare l’effetto rolling shutter. Il primo è capire perché accade e in che tipo di scene può verificarsi.

Aumentare la velocità dell’otturatore

Un modo per ridurre l’effetto shutter è ridurre il più possibile tale ritardo. Il modo più semplice per farlo è aumentare la velocità dell’otturatore: sposta l’otturatore più velocemente sulla parte anteriore del sensore.

Se ottieni l’effetto otturatore a 1/125 di secondo, raddoppialo a 1/250 di secondo e controlla i risultati.

Ricorda, l’aumento della velocità dell’otturatore riduce la quantità di tempo che il sensore ha a disposizione per catturare abbastanza luce. Compensa questo aumentando l’ISO o usa un’apertura più ampia.

Per ulteriori suggerimenti sulla gestione dell’esposizione, consulta l’articolo sul  triangolo dell’esposizione .

Movimento pan con attenzione

Quando si scattano foto d’azione la tentazione è sempre quella di ruotare la fotocamera per seguire l’azione.

Tuttavia, ciò potrebbe causare proprio questo problema, soprattutto se nella scena sono presenti recinzioni verticali, pali o alberi.

Se fai una panoramica più lenta della videocamera, l’auto da corsa uscirà dal campo visivo e perderai l’inquadratura. Tuttavia, se si esegue una panoramica con attenzione e si utilizza una velocità dell’otturatore più elevata, è possibile ridurre l’effetto di rotazione.

Stabilizzare l’immagine

Alcune fotocamere sono dotate di stabilizzazione dell’immagine nel corpo o IBIS. Quando una fotocamera è dotata di IBIS, rileva il movimento indesiderato della fotocamera e compensa spostando il sensore in modo che corrisponda all’azione.

Treppiedi e Gimbal

Un altro modo per stabilizzare la fotocamera è con un treppiede o un gimbal. La riduzione di qualsiasi movimento indesiderato della fotocamera può evitare l’effetto shutter.

Scegli un angolo migliore

Un modo semplice per evitare l’effetto è cambiare l’angolo di visuale. Prova a spostarti in una posizione migliore, ad esempio un angolo di 45 gradi rispetto al soggetto. In questo modo, puoi ancora scattare la foto, ma gli effetti si ridurranno, se non completamente evitati.

Aumenta il frame rate

Gli artefatti del Rolling Shutter influiscono anche sulla registrazione video nelle stesse situazioni: panning, soggetti in rapido movimento e vibrazioni della fotocamera.

Il modo migliore per evitare problemi di rolling shutter durante l’acquisizione di filmati video è aumentare la frequenza dei fotogrammi, proprio come aumentare la velocità dell’otturatore.

Con l’aumento del frame rate, si muovono al doppio della velocità e si riduce la differenza di tempo tra la parte superiore e quella inferiore del sensore.

Conclusioni

Se la tua fotocamera utilizza un sensore CMOS essere a conoscenza della distorsione è il primo passo per evitarla.

I produttori di fotocamere sono costantemente alla ricerca di modi per ridurre l’effetto di rotazione, ma purtroppo questo effetto collaterale della combinazione di sensori di immaginazione CMOS e oggetti in rapido movimento sarà sempre evidente.

Cosa ne pensi? Hai mai avuto questo problema? Fammi sapere nei commenti!

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui