Sezione Aurea vs Regola dei Terzi: Qual è la migliore?

Qual è la differenza tra la regola dei terzi e la sezione aurea? Qual è la migliore da utilizzare?

0
48
Sezione aurea vs regola dei terzi

Quando si parla di regole di composizione nella fotografia ovviamente si sente spesso parlare della sezione aurea e della regola dei terzi. Sono entrambi i metodi più efficaci per guidare gli occhi dello spettatore intorno a un’immagine e renderla più accattivante.

In questo articolo cercherò di fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno per decidere qual è meglio utilizzare nei casi diversi che ti troverai davanti.

Qual è la sezione aurea?

La sezione aurea è uno strumento compositivo, noto anche come spirale di Fibonacci. La sua origine è un’equazione matematica: a / b = (a + b) / a = 1,61803398875 ma possiamo anche semplificarlo in 1: 1,618. Questo rapporto secondo i suoi calcoli matematici rappresenterebbe il bello oggettivo.

Nella guida sulla sezione aurea abbiamo visto come inserire il soggetto dell’immagine nel punto preciso da un dinamismo particolare alla composizione.

Qual è la regola dei terzi?

É la regola compositiva in assoluto più semplice utilizzata da qualsiasi fotocamera o software di post-produzione. Nella articolo guida sulla regola dei terzi abbiamo visto come realizzare la griglia, davvero molto semplice, basta dividere la scena in terzi, prima orizzontalmente con due righe, poi con due linee verticali in modo da dividere la scena in 9 aree rettangolari.

Ora inserendo il soggetto in determinate aree della griglia si ottiene un effetto diverso, dalla staticità (quadro centrale) al dinamismo (nodi laterali)

Quale regola compositiva è migliore?

Tornando quindi alla domanda più importante sulla composizione fotografica, ma qual è la tecnica migliore?

Allora, in linea di massima posso dirti di utilizzare la regola dei terzi per aggiungere interesse ad una scena statica.

Infatti la regola dei terzi è utilizzata, e il suo effetto si nota ancora di più, nelle scene di fotografia minimalista.

Queste composizioni non hanno molte distrazioni, soprattutto in termini di profondità e allineamenti, per questo spostare il soggetto centrale della foto enfatizzerà il punto focale.

Certo con il tempo non è diventata più di tanto una tecnica creativa e innovativa, infatti non viene più utilizzata con le fotografie di prodotti o oggetti in movimento.

Utilizzando il concetto della sezione aurea, gli occhi dello spettatore si muoveranno lungo la linea, appoggiandosi all’estremità della spirale.

Infatti la sezione aurea viene spesso utilizzata per aggiungere o enfatizzare il movimento in un’immagine. 

Quindi per concludere qual è meglio? Quando utilizzare la regola dei terzi e quando la sezione aurea?

La regola dei terzi potrebbe essere più facile da usare all’inizio. La sezione aurea aggiunge dinamica e sottolinea il movimento delle foto.

Ma ricorda, non smetterò mai di dirlo, le regole di composizione sono solo delle linee guida. Man mano che alleni il tuo occhio creativo, componi le foto a modo tuo e sicuramente otterrai dei risultati creativi.

Spesso sono proprio queste le fotografie uniche ed emozionanti.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.