Stephen Shore: Grandi Fotografi

La storia, le curiosità e lo stile fotografico di Stephen Shore, uno dei più grandi fotografi Americani dei nostri tempi.

Stephen Shore

Un pioniere della fotografia moderna, un vero maestro vivente e artista completo, semplicemente Stephen Shore.

Vita di Stephen Shore

Stephen Shore, fotografo americano, nasce nella grande mela nel 1947. Figlio di una famiglia di origine ebraiche che gestiva un’azienda di borse si avvicina al mondo della fotografia sin da giovane grazie allo zio che gli regala all’età di 6 anni la sua prima camera oscura.

A soli 9 anni inizia a realizzare le sue prime fotografie con una fotocamera da 35mm e comincia a trovare il suo stile sin dai primi momenti dell’adolescenza.

Uno dei fotografi che più lo influenzerà sarà Walker Evans con il suo libro “American Photographs” plasmando la sua voglia di raccontare con la macchina fotografica.

Si appassiona così tanto che già a 14nni presenta le sue prime immagini al curatore del dipartimento del MoMa di New York Edward Steichen finendo per vendergli 3 foto in bianco e nero di NY.

Incontra anche Andy Warhol a 16nni che finisce per influenzare anche lui con il suo stile moderno ed inizia a frequentare il suo studio.

Shore inizia a fotografare con le pellicole a colori insieme a William Eggleston, Joel Meyerowitz e Luigi Ghirri diventando nel 1971 il secondo fotografo americano vivente a cui viene organizzata una mostra personale al Met.

Una fotografia ha bordi, il mondo no

Il libro American Surfaces

Durante uno dei suoi viaggi più importanti, precisamente nel 1973, pubblica una delle sue raccolte più famose “American Surfaces”, un insieme di foto di tutto quello che ha incontrato durante il suo viaggio, dalle persone più comuni alle strade, ai motel, i paesaggi urbani che passano inosservati. Una visione iconica e disincantata di un’America plasmata dalle diverse culture.

Il lavoro è stato esposto la prima volta alla Light gallery di Ney Work con centinaia di foto a colori, in netto contrasto con le foto in bianco e nero dell’epoca.

Questa serie di fotografie venne acquistata dal dipartimento di fotografia del Metropolitan Museum di New York da Weston Naef.

In offerta

Lo stile di Stephen Shore

Di sicuro uno dei fotografi più importanti dei nostri tempi, ha dedicato interamente la sua carriera ad un utilizzo delle immagini per dei veri e propri quadri di cultura di massa. Un prodotto concettuale mai banale, che sottolinea il quotidiano con uno stile amatoriale ma allo stesso tempo professionale.

Penso che i fotografi più seri comprendano che esiste un grande divario tra il mondo e come lo stesso appare attraverso una fotografia

Ha messo sotto la lente d’ingrandimento la cultura americana nel suo complesso, dalle persone fino alla complessità del paesaggio urbano.

In molti hanno contestato il fotografo per “scarso studio della composizione” ma se ci si mette ad analizzare nel profondo le sue fotografie in realtà si può notare come c’è una notevole considerazione delle linee e dei colori per enfatizzare i luoghi e gli oggetti nella composizione.

Una profonda innovazione del sistema stilistico che ha aperto la strada ad un nuovo stile fotografico.

Macchine fotografiche usate da Stephen Shore

Il fotografo americano ha iniziato a fotografare con la celebre Rollei 35 per il suo progetto American Surfaces per poi utilizzare una Crown Graphic 4×5 per poi passare ad una 8×10.

Quasi tutte le fotografie del progetto “Uncommon Places” sono state scattate con la Deardorff 8×10 ed un obiettivo G-Claron da 305mm.

Ma non solo macchine fotografiche “antiche”, Shore ha fotografato anche con una Nikon D3 o una Canon Mark III.

Per conoscere altri grandi fotografi

Se volete conoscere la storia e le curiosità di altri grandi fotografi vi rimando alla sezione “Grandi Fotografi” per poter trovare il vostro artista preferito in ordine alfabetico.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui