Steve Sasson: L’uomo che invento la prima fotocamera digitale

La storia di Steve Sasson, l'uomo che invento la prima fotocamera digitale della storia con la Kodak.

0
157
Steve Sasson ingegnere della Kodak
Steve Sasson ingegnere della Kodak

Steve Sasson, uno degli ingegneri più famosi della storia della Kodak stava per realizzare l’invenzione che avrebbe potuto cambiare il corso della storia, la prima macchina fotografica digitale, ma non andò tutto nel verso giusto.

Nel 1973 la Kodak diede un compito molto importante a Sasson, capire se un C.C.D (charged coupled device) avesse qualche applicazione pratica. La macchina inventata da Steve pesava ben 3.6 kg ed aveva una risoluzione di 0.01 megapixel (100×100 pixel) e per scattarla su una cassetta ci volevano ben 23 secondi per poi essere visualizzata su uno schermo grazie ad un registratore di cassette.

Doveva essere ancora inventato l’Apple I ma già Sasson aveva trovato un’applicazione geniale per sfruttare i computer, siamo nel 1975, e Steve dimostrò la sua invenzione a tutti i membri più importanti della Kodak, dai manager fino ai dirigenti del settore marketing.

Prima fotocamera digitale

Steve Sasson inoltre specificò che con ulteriori investimenti e maggior tempo la qualità e il processo di visualizzazioni sarebbero migliorati e l’idea sarebbe diventata preso qualcosa che avrebbe sconvolto il mercato.

Ma la storia non andò proprio nel verso giusto, i vertici furono contrariati da questa invenzione, sopratutto perché questa avrebbe reso inutilizzabili tutti i rullini analogici, e la Kodak al tempo, era l’azienda più grande del mondo che produceva pellicole, ben 145.000 dipendenti e 16 miliardi di dollari di fatturato. Tutto il loro mercato si basava su quei rullini.

In quel periodo storico tutte le fotografie negli USA venivano scattate su pellicole Kodak.

I dirigenti Kodak chiesero a Sasson quando sarebbe diventata una tecnologia competitiva rivoluzionando la fotografia digitale ma Steve rispose così:

“La complessità di un microcircuito, misurata ad esempio tramite il numero di transistori per chip, raddoppia ogni 18 mesi”

Sasson prospettò un periodo troppo lungo, dai 15 ai 20 anni di tempo per un prodotto finito per essere competitivo sul mercato ed essere superiore alle tecnologie analogiche del tempo.

Quando si parla ad un gruppo di dirigenza di un progetto competitivo fra 18 o 20 anni, quando nessuna di quelle persone sarà ancora in azienda, non si ottiene molto entusiasmo. Mi permisero però di continuare a lavorare sulle macchine fotografiche digitali, la compressione delle immagini e sulle schede di memoria“.

Alla fine la prima fotocamera digitale fu brevettata nel 1978 e fu chiamata “fotocamera elettronica“. Fu imposto dalla società di non parlare pubblicamente a nessuno della sua scoperta e di non mostrare il prototipo a nessuno al di fuori della Kodak.

La sua invenzione non fini nel dimenticatoio, Steve Sasson continuò comunque a lavorarci ma senza i finanziamenti dovuti dall’azienda per far emergere la sua scoperta.

Nel 1989 insieme a Robert Hills presenteranno la prima DSLR molto simile a quella odierna, utilizzava una memory card e operava già la compressione delle foto. Il brevetto per quella fotocamera fruttarono alla Kodak miliardi di dollari che però non la salvarono dalla bancarotta.

Brevetto di Sasson per la prima fotocamera digitale della storia

Nel 1981 infatti la Sony presentò la prima fotocamera digitale, la Sony Mavica, che registrava foto su un floppy disk. Pensare che erano passati solo 6 anni da quando Steve Sasson presentò il primo modello grezzo ma geniale della fotocamera digitale. Fu davvero un’intuizione geniale e la Kodak non gli diede abbastanza fiducia.

A suo favore però possiamo dire che tutto il suo lavoro non fu del tutto inutile, infatti sui suoi schemi si sono basate molte delle prime fotocamere digitali e grazie ai suoi brevetti Kodak comunque guadagnò miliardi di dollari.

Forse seguendo il lavoro di Sasson e producendo per prima la prima fotocamera digitale al mondo la storia sarebbe andata diversamente.

Nel 2012 la Eastman Kodak dichiarò fallimento.

Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.