Miglior Treppiede per Reflex del 2021

La guida all'acquisto con le caratteristiche ed i migliori modelli dei treppiedi per reflex sul mercato per rapporto qualità/prezzo.

Miglior treppiede per reflex del 2021

Ecco la mia selezione dei migliori treppiedi per reflex per tutte le tasche con consigli professionali su come acquistare il giusto cavalletto per il tuo stile di ripresa.

Quando arriva quel momento di provare a fare il passo successivo e scattare fotografie decisamente migliori di solito concide con il bisogno di potenziare la propria attrezzatura fotografica, e qual è il migliore amico di un fotografo? Il suo treppiede ovviamente. Tenere la fotocamera ferma è essenziale per ottenere scatti nitidi e non mossi, quindi a meno che non abbiate delle braccia ferme come quelle di un manichino, un cavalletto vi diventerà indispensabile per ottenere scatti privi di micromossi.

Ma qual è a questo punto il miglior cavalletto fotografico?

Scegliere un buon treppiede per reflex non è per nulla semplice, ne esistono talmente tanti ormai sul mercato che è normale non capire cosa si sta scegliendo, ma come ben sai, adoro aiutare i fotografi e per questo ho scelto di renderti la vita più semplice con una selezione dei migliori modelli e la guida all’acquisto delle caratteristiche più importanti che devi controllare.

Con questo articolo proverò a menzionarti le differenze dei treppiedi esistenti in modo che tu possa trovare subito quello adatto alle tue esigenze, perché devi sapere che non esiste “il migliore treppiede fotografico del mondo” ma c’è quello più adatto alle tue esigenze.

Tipologie di treppiede fotografico

Ecco quali sono i diversi modelli che si trovano in commercio.

  • Fascia bassa: Sono treppiedi economici realizzati in plastica e non hanno parti separabili
  • Leggeri di media fascia: Progettati per essere leggeri, come per esempio i treppiedi da viaggio
  • Fascia medio alta: Sono quelli più robusti e sono progettati per tenere una maggior capacità di carico. Sono studiati per tenere i teleobiettivi.
  • Mini treppiedi: Sono piccolini, per esempio esistono i treppiedi per iphone, non supportano troppo peso e addirittura non tengono nemmeno alcune reflex.
  • Flessibili: Sono quei tripod che vedi in giro che si legano agli alberi, utili quando non c’è spazio per terra per poterli mettere comodamente
  • Monopiede: Una scelta che divide i fotografi, sono molto più maneggevoli anche se ne risente un po’ la stabilità. Guarda come si usa un monopiede se sei interessato o se ancora sei indeciso e non capisci leggi quali sono le differenze tra treppiede e monopiede.

Miglior treppiede, la classifica

Manfrotto 190XPro4

Le gambe di questo treppiede rimangono rigide e robuste anche alla loro massima altezza con la colonna centrale completamente estesa ma la vera star è la testa a sfera XPro. Solida come una roccia, fornita completadi uno smorzatore di attrito regolabile e un solo rilascio.

Leggi la recensione del Manfrotto 190XPRO4 per scoprire quanto è speciale questo treppiede.

Manfrotto MT190XPRO4 Treppiede Foto, Colonna Posizionabile a...
  • Il sistema Quick Power Lock permette un setup veloce e pratico
  • Livella a bolla ruotabile a 360°
  • Connettore Easy Link per aggiungere accessori al treppiede
  • Il Leg Angle Selector consente manovre fluide

Benro Rhino FRHN34CVX30 

Il più grande dei quattro nuovi treppiedi da viaggio Rhino ed è fantastico in tutto e per tutto.  Semplicità, rigidità e facilità d’uso lo contraddistinguono come la scelta migliore per i fotografi di paesaggi, gli escursionisti e qualsiasi fotografo all’aperto che ha bisogno di viaggiare leggero ma con un buon treppiede dietro.

Benro Rhino Carbon Fibre Three Series Tripod/Monopod with VX30...
3 Recensioni
Benro Rhino Carbon Fibre Three Series Tripod/Monopod with VX30...
  • The Rhino series of photographic tripods offers the best combination of strength and weight without compromising stability. With the reverse folding...
  • The automatic leg angle adjustment allows you to change leg angles with the push of a button. Each Rhino tripod also converts to a full-size monopod when...
  • The automatic leg angle adjustment allows you to change leg angles with the push of a button. Each Rhino tripod also converts to a full-size monopod when...
  • Automatic Leg Angle Adjustment - Change leg angles with the push of a button
  • Converts to Monopod - The Leg and Centre Column combine for a full size monopod.

Vanguard Veo 3+ 263AB

Il Vanguard Veo 3+ 263AB è un treppiede a grandezza naturale con tre sezioni, veloce da installare e bisogna dire raggiunge una buona altezza. In alluminio ma a disposizione c’è una versione in fibra di carbonio. Il design e la costruzione sono di prima classe, la colonna funziona in modo brillante e tutti i controlli e le regolazioni hanno una fluidità e una precisione da prodotto eccellente.

Vanguard Veo 3+ 263AB - Treppiede in alluminio, testa a sfera e...
4 Recensioni
Vanguard Veo 3+ 263AB - Treppiede in alluminio, testa a sfera e...
  • Lavorazione di qualità CNC e processo di anodizzazione Vanguard, massima protezione contro la corrosione e prolunga la vita del prodotto.
  • Colonna centrale multiangolo: si muove quasi 360° in qualsiasi direzione, perfetta per qualsiasi ripresa, dal paesaggio al macro. Include adattatore VEO+...
  • Testa sferica VEO BH-160 con attacco rapido tipo Arca QS-60 V2
  • Piedini in alluminio con 3 angoli di apertura, 26 mm di diametro e 3 sezioni con chiusure girevoli facili da pulire.
  • Con piede rimovibile per convertire in un monopiede estensibile fino a 183,5 cm.

Treppiede della Peak Design

È il primo treppiede della Peak Design, realizzato in fibra di carbonio davvero sensazionale, esiste una versione in alluminio che costa 40% circa in meno che ha tutte le stesse caratteristiche di design ma solo un po ‘meno di resistenza alle vibrazioni oltre al peso. Ha una lunghezza di soli 39 cm, quindi facile da portare durante le escursioni in campagna. La testa a sfera a basso profilo è semplice ma geniale, c’è un supporto per telefono nascosto all’interno della colonna centrale. 

Benro Travel Angel FTA28AB1

Utilizza una configurazione più corta di gambe a quattro sezioni, rispetto al Benro Mach3 e sono collegate a diversi giunti nella parte superiore. Tre angoli delle gambe bloccabili, le articolazioni consentono alle gambe di oscillare verso l’alto, in modo che i piedi circondino la testa per lo stivaggio. L’effetto complessivo è che l’altezza da piegato è ridotta da 60 cm a soli 45 cm con un peso di 2,19 kg con un altezza operativa di 161 cm.

Benro Travel Angel Kit S2 Alum 4 Sect B1
4 Recensioni

MeFoto GlobeTrotter A2350Q2

Questo treppiede si piega fino a 41 cm grazie alla combinazione di gambe a cinque sezioni che oscillano verso l’alto per lo stivaggio. Ma nonostante le sezioni delle gambe più sottili abbiano un diametro di soli 15 mm, il treppiede rimane rigido anche alla sua piena altezza di 165 cm e si sente che è un po’ pesantino.

MeFOTO Globetrotter Tripod Carbon Green
130 Recensioni
MeFOTO Globetrotter Tripod Carbon Green
  • Gambe a cinque livelli e colonna centrale rimovibile per maggiore altezza e versatilità.
  • Testa separata e chiavistello girevole: pulsante di serraggio individuale della testa, pulsante di bloccaggio e chiavistello girevole per una facile...
  • Testa a sfera della serie Q con doppia azione extra forte con piastra a sgancio rapido compatibile con Arca Swiss.

Sirui NT-1005X / E-10

La qualità costruttiva è buona, si sente che è solido e robusto nonostante la sua costruzione leggera. Rimane rigido e stabile anche alla massima altezza con tutte e cinque le sezioni delle gambe completamente estese ed entrambe le sezioni della colonna centrale a pieno sbraccio. Non ci sono punte metalliche retrattili o intercambiabili per i piedi, ma i cuscinetti in gomma sono di buona qualità. 

SIRUI NT-1005X Treppiede da viaggio universale Treppiede compatto...
100 Recensioni
SIRUI NT-1005X Treppiede da viaggio universale Treppiede compatto...
  • Modello: NT-1005X | Colore: nero | Materiale: alluminio | Peso: 2,6 libbre (treppiede) + 0,66 libbre (testa a sfera) | Carico massimo: 17. 6lbs
  • Caratteristiche funzionali: regolazione facile: le gambe della colonna a 5 sezioni con blocchi delle gambe a rotazione consentono di regolare l'altezza di...
  • Caratteristiche del materiale: l'intero kit pesa solo 3,26 libbre, quindi è adatto per le riprese all'aperto
  • Processo eccellente: le gambe del treppiede possono essere piegate a fatica premendo il pulsante di bloccaggio dell'angolo delle gambe; Il gancio sotto la...

A cosa serve un treppiede?

Iniziamo proprio dal principio e capiamo a cosa serve un treppiede e capiamo se ne hai bisogno.

In breve, un treppiede ha la funzione di stabilizzare la fotocamera e di impedire all’immagine di muoversi. Ma non devi pensare che se la tua fotocamera ha uno stabilizzatore interno non ne hai bisogno, quello che ti può dare un treppiede non lo può dare nessun’attrezzatura fotografica, sopratutto se scatti a velocità molto lente.

Per esempio ti sarà indispensabile se vuoi:

E cosi via, insomma un po’ tutte le nicchie della fotografia a lunga esposizione.

Ma aspetta, detto così è semplicistico, il treppiede ti aiuterà anche a:

Quindi se ti trovi in una di queste situazioni sappi sin da subito che avere un treppiede sotto mano ti migliorerà la nitidezza delle foto e riuscirai a scattare anche a velocità molto più lente per raccogliere maggior luce.

Struttura di un treppiede

Ok, ora che hai capito il suo utilizzo devi capire anche com’è composto, la sua struttura, in modo da capire in futuro se ti si rompe o hai bisogno di agire su un pezzo di cosa stiamo parlando.

Struttura del miglior treppiede

Testa

La testa è la parte principale del treppiede, da qui si sposta la fotocamera in diverse direzioni senza dover spostare l’intero treppiede.
Ne esistono a decine di tipologie e se acquisti un treppiede a testa intercambiabile avrai la possibilità di cambiarlo in base al tipo di fotografia che stai per fare.

Questo è un consiglio che mi sento di darti se hai intenzione di utilizzare il tuo treppiede fotografico per varie tipologie, dalla fotografia sportiva ai ritratti.

Ecco i tipi di teste esistenti:

  • A sfera: Semplici da usare e molto flessibili, sono l’ideale per l’utilizzo di teleobiettivi per soggetti in movimento
  • A 3 assi: Consentono il movimento verticale ed orizzontale e sono molto utilizzati per le fotografie di architettura o macro
  • Giunto sferico con Joystick: É sempre una testa a sfera ma con una particolarità, un grilletto che ti consente di muoverti in tutte le direzioni. Comodo ed ergonomico, rende molto semplice cambiare l’obiettivo in pochi secondi. Certo sono quelli meno stabili, quindi da non utilizzare per la lunga esposizione
  • Panoramica: Consente di scattare foto a 360° e panoramiche
  • A cerniera: Permette movimenti millimetrici
  • Testa 2D: Controlla il movimento in verticale ed in orizzontale grazie ad una maniglia

Perni

Sono la parte che supporta il peso del treppiede, ne esistono di vari modelli, quelli che si adattano ai terreni più irregolari o quelli stabili adatti per la fotografia in studio.

Le gambe di solito hanno dalle 3 alle 5 sezioni, possono essere aperte e chiuse con le linguette a sgancio rapido o con un sistema di bloccaggio rotante.

Di solito il diametro per supportare attrezzature di peso medio è tra i 28 e i 38mm.

Per quanto riguarda i piedini invece, ovvero dove finiscono le gambe, possono essere realizzati in plastica, in gomma o anche in metallo per terreni più scivolosi come il ghiaccio. Ci sono anche i modelli che si possono modificare per adattarsi meglio alle superfici, ovviamente sono quelli di fascia alta.

Piastra

É l’elemento che collega il treppiede alla fotocamera e di solito si avvita direttamente al sistema sotto la fotocamera. É un sistema molto più comodo per agganciare la tua fotocamera ed evitare di doverla avvitare ogni volta.

Cosa determina la stabilità di un treppiede

Oltre che essere leggero ovviamente un treppiede dev’essere stabile, vediamo quindi cosa controllare:

  • Il peso: Più pesante è un treppiede di solito più è stabile, ma di conseguenza più difficile da trasportare. Questi di solito sono ideali per essere fissi dentro uno studio fotografico, ma se devi portarlo in giro devi prendere una via di mezzo
  • Le sezioni: Avere più di 3 sezioni influisce direttamente sulla stabilità di un treppiede
  • Diametro della gamba: Se il diametro è molto fine, questo influirà sulla stabilità, specialmente se utilizzi attrezzature pesanti. Un diametro medio di una gamba di 30cm è una buonissima via di mezzo.
  • Colonna centrale: Più estendi la colonna centrale, meno avrai stabilità. Per questo conviene prendere un treppiede già della tua altezza in modo da non doverlo allungare ogni volta e perdere stabilità.
  • Materiale: Logicamente la qualità e la durezza dei materiali sono molto importanti, come le sue finiture.

Vediamo appunto la scelta dei materiali

  • Alluminio: leggero ed economico, ma più instabile
  • Fibra di carbonio:  sono i più costosi, ma sono anche molto più leggeri dell’alluminio e molto stabili. Smorzano molto bene le vibrazioni e funzionano ugualmente bene in condizioni estreme di caldo o freddo.
  • Basalto: Condivide le caratteristiche della fibra di carbonio, tuttavia è più dura e leggera.
  • Acciaio inossidabile: sono molto pesanti, sono pensati per le apparecchiature video o per gli studi fotografici

Qual è allora il treppiede per reflex che ti piace di più? Voglio sentire la tua opinione nei commenti!

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.