Werner Bischof: I Grandi Fotografi

La biografia di uno dei grandi fotografi della storia: Werner Bischof.

La storia di Werner Bischof

Werner Bischof , anzi Werner Adalbert Bischof , nasce il 26 aprile 1916, Zurigo in Svizzera e viene trovato morto il 16 maggio 1954, nelle Ande peruviane. Fotoreporter svizzero, le sue fotografie sono notevoli per la loro empatia , forte senso del design e uso sensibile di luce che lo hanno reso uno dei fotografi più famosi di sempre.

Dal 1932 al 1936 Bischof ha frequentato la Scuola di arti applicate di Zurigo, dove ha studiato fotografia con il grande Hans Finsler. Ha iniziato lavorando come fotografo pubblicitario e di moda per diversi anni, per poi nel 1942 iniziare una collaborazione permanente con la rivista zurighese Du (“You”). 

Inizialmente fù più interessato alla fotografia di natura morta, in seguito si è dedicò sempre più alla ritrattistica.

Nel 1945 Bischof fotografò le zone devastate dalla guerra di Francia, Germania e Paesi Bassi, per poi alla fine degli anni Quaranta fare il freelance in tutta Europa. 

Dopo l’adesione alla grande agenzia Magnum Photos (una cooperativa di fotografi che allora comprendeva Robert Capa , Henri Cartier-Bresson , David Seymour ed Ernst Haas ) nel 1949, Bischof ha continuato a fotografare su incarico per la rivista Life e Paris-Match.

Il suo amato lavoro lo portò in India (dove catturò in modo commovente una carestia in Bihar), Giappone , Sud-Est asiatico , Corea, Stati Uniti e America Latina. 

Segui anche un famoso incarico per la Magnum, il progetto “Women Today”, iniziato in Finlandia, diventò la motivazione principale del suo viaggio in America Latina. 

Proprio in questo viaggio rimase ucciso con l’auto che accidentalmente superò il bordo di una gola peruviana.

Le raccolte delle sue fotografie includono il Giappone (1954), con un testo di Robert Guillain; Incas to Indians (1956; pubblicato anche come From Incas to Indios ), creato con i fotografi Robert Frank e Pierre Verger; Il mondo di Werner Bischof (1959); e Werner Bischof (1966).

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.