Come ridimensionare correttamente le foto su Lightroom

Il metodo corretto per ridimensionare le foto con Lightroom senza perdere di qualità.

0
1
Ridimensionare le foto con Lightroom

Se anche te vuoi condividere le foto con i tuoi amici sarai sicuramente costretto a ridimensionare le tue immagini per poterle inviare più velocemente o condividerle sui social network. Sebbene la tua fotocamera possa scattare foto ad altissima risoluzione, è quasi sempre necessario ridimensionare o campionare quelle immagini per dargli un aspetto migliore e non correre il rischio di una eccessiva compressione.

Con questo articolo potrai finalmente capire come ridimensionare le foto correttamente con Lightroom, ti consiglio di prestare molta attenzione perché avere delle dimensioni corrette può migliorare e non di poco l’aspetto delle tue foto.

Questo articolo segue la scia dei vecchi articoli “come ridimensionare una foto con Gimp” o “come ridimensionare più foto contemporaneamente con Photoshop” in modo che puoi essere al corrente di qualsiasi metodo per ridimensionare le foto con tutti i principali software.

Quando è necessario aumentare la risoluzione di un’immagine, il processo di ridimensionamento può essere definito anche “upscaling” o “sovracampionamento”, sebbene questi termini non siano usati così spesso, al contrario viene chiamata “down-sampling”

Perché ridimensionare le immagini?

Ma perché uno dovrebbe ridimensionare le proprie foto?

Le nostre fotocamere contengono milioni e milioni di pixel, certo questo è un bene se vuoi stampare le immagini, ma cosa succede se vuoi condividerle online? Molti siti web non ti consentono nemmeno di caricare le foto se sono troppo grandi, altri social invece come per esempio Facebook o Instagram le ridimensioneranno per te abbassando la risoluzione e la qualità delle immagini.

Questo processo è automatizzato ovviamente e non è ottimizzato per avere una migliore qualità delle foto, anzi, di solito si ottiene anche una perdita dei colori quando si utilizzano compressioni JPEG.

Ecco perché ti conviene ridimensionare te le tue fotografie, eviterai queste perdite!

Cosa fare per ridimensionare le immagini con Lightroom

Lightroom semplifica notevolmente il processo di ridimensionamento delle immagini:

  • Importare le immagini in Lightroom
  • Apportare le modifiche all’immagine che voglio ridimensionare
  • Applicare la nitidezza a grandezza naturale tramite il modulo secondario dei dettagli
  • Esportare le immagini con il profilo colore sRGB con le impostazioni di nitidezza specifiche

Vediamo ora in pratica il processo: Selezionare un’immagine e vai su File-> Esporta

  1. Vai su “Posizione di esportazione” e scegli “Cartella specifica” dal menu a discesa. Quindi, fare clic sul pulsante “Scegli” e selezionare una cartella sul computer in cui si desidera che vadano i file esportati. 
  2. In “Denominazione file”, se selezioni “Rinomina in”, i file esportati verranno rinominati in modo diverso.
  3. La sezione successiva è molto importante. Qui è dove gestisci la qualità del file e i parametri fondamentali

Quando esporti immagini per internet dovresti sempre scegliere “JPEG” come formato di file. Come vedi dalla foto sopra accanto c’è un cursore “Qualità”. 

Non fare l’errore di portarlo tutto a destra pensando che si avrà la migliore qualità perché corrisponde ovviamente anche in un aumento delle dimensioni delle foto.

Ti consiglio di impostare il valore tra 65 e 84.

Ora imposta lo “Spazio colore” su sRGB perché la maggior parte dei dispositivi è in grado di vederlo correttamente.

Ora vai su “Dimensionamento immagine”, assicurati di selezionare “Ridimensiona e adatta” perché questo è ciò che ridimensiona effettivamente l’immagine a una versione più piccola per il web. 

Di solito imposto il mio su “Bordo lungo”, che limita la larghezza o l’altezza dell’immagine (a seconda che sia orizzontale o verticale) a un certo valore.

La parte su cui molte persone sembrano essere confuse è la “Risoluzione”. Questa impostazione non ha assolutamente alcun significato quando esporti le tue foto per il Web. 

La sezione “Nitidezza dell’output” è dove imposti la quantità di nitidezza aggiuntiva che Lightroom deve applicare alle immagini dopo che sono state esportate. 

Perché non si usa Lightroom per eseguire l’up-sampling delle foto

Il mio consiglio è quello di utilizzare Lightroom solo per fare il campionamento delle immagini e non il sovracampionamento, ovvero aumentare la risoluzione dell’immagine oltre l’originale.

Questo perché se imposti una risoluzione maggiore delle immagine originale il più delle volte ti troverai con una foto sfocata.

Lightroom non dispone di funzionalità avanzate per il corretto sovracampionamento delle immagini!

Per questo motivo, non dovresti mai eseguire l’upsampling / upscaling delle immagini in Lightroom. Utilizza invece software come Adobe Photoshop o altri software di terze parti progettati per essere in grado di gestire l’upsampling delle immagini.

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.