Guida alle Sigle Obiettivi Canon

0
111
Le sigle degli obiettivi canon
Le sigle degli obiettivi canon

Ma tutte quelle lettere vicino l’obiettivo cosa stanno a significare? Ogni produttore identifica una particolarità della lente con una lettera e talvolta ricordarsi i vari acronimi diventa difficile. Proprio per questo abbiamo deciso di scrivere questa guida alle sigle degli obiettivi Canon, per facilitarci la vita! Un nostro consiglio è quello di tenere questa guida tra le pagine preferite del vostro browser se siete utenti Canon, in modo che quando ne avete bisogno la potete consultare immediatamente!

Le diverse sigle per gli obiettivi

Diversi Acrononimi di Canon
Diversi Acrononimi di Canon
  • EF – Corrisponde al nuovo innesto per obiettivo Canon completamente elettronico introdotto nel 1987. Gli obiettivi contrassegnati con EF sono compatibili con tutte le fotocamere EOS Canon, digitali e cinematografiche progettate per coprire il diametro di 35 mm con immagine a pieno formato.
  • EF-S : l’unica differenza tra gli obiettivi Canon EF e EF-S è che quest’ultimo è stato progettato per fotocamere digitali Canon con sensori APS-C.  Gli obiettivi Canon EF-S non dovrebbero essere montati su fotocamere Canon EOS e fotocamere digitali full-frame con sensori di dimensioni 36x24mm a causa dello specchio più grande utilizzato in queste fotocamere. Gli obiettivi EF-S sono dotati di un perno protettivo che impedisce a questi obiettivi di essere montati su una fotocamera EOS full-frame.
  • EF-M – Corrisponde al nuovo formato dell’obiettivo specificamente progettato le fotocamere mirrorless Canon EOS M con attacco EF-M. Proprio come gli obiettivi EF-S, EF-M sono progettati per fotocamere con sensore APS-C. Gli obiettivi EF-S e EF possono essere montati su innesto EF-M tramite l’uso di adattatori per obiettivi appropriati, ma gli obiettivi EF-M non possono essere montati sull’innesto EF.
  • FD – questa è la vecchia messa a fuoco manuale Canon usata prima del 1987. Poiché non era adatto per l’autofocus, Canon decise di passare da FD e progettò il sistema EOS con attacco EF. Canon FD è ora fuori produzione, ma è ancora utilizzato dagli appassionati di fotografia cinematografica. Ci sono alcune lenti con attacco FD e, attraverso l’uso di adattatori appropriati, gli obiettivi FD possono essere montati su moderne fotocamere EOS EF. Gli adattatori con un elemento a vetro ottico consentono la messa a fuoco infinita, mentre gli adattatori più semplici senza un elemento ottico aggiuntivo non mettono a fuoco all’infinito.
  • FDn – identico a FD, solo senza designazione del rivestimento sul fronte dell’obiettivo (rivestimento per lenti SSC usato).
  • FL – stessa montatura di FD, ma senza la capacità di misurare a tutta apertura.

Caratteristiche principali delle lenti

  • L – sta per “Luxury”, la designazione L contraddistingue gli obiettivi professionali di fascia alta di Canon con le più avanzate formule ottiche e gli elementi in vetro complessi di alta qualità. Questi obiettivi sono costruiti secondo standard elevati Canon e spesso dispongono di una sorta di protezione dalle intemperie e di un’apertura ampia. Gli obiettivi L sono valutati in base alla loro qualità. Gli obiettivi di classe L sono facilmente riconoscibili dalla presenza di un anello rosso attorno alla parte anteriore.
  • SSC – Super Spectral Coating. Originariamente scoperto da Lord Rayleigh nel 1886 e successivamente migliorato da Carl Zeiss, i rivestimenti delle lenti hanno avuto un enorme impatto sulle ottiche. Fondamentalmente, il rivestimento minimizza i riflessi della lente e aumenta il contrasto. Tutti gli obiettivi Canon moderni sono multistrato, quindi solo i più vecchi hanno il marchio SSC sulla canna.
  • I, II, III – I numeri romani nel nome della lente descrivono la generazione dell’obiettivo. Generalmente, se un obiettivo ottiene IS – che è la stabilizzazione delle immagini – perde il numero precedente e dovrebbe essere considerato una versione più recente.
  • USM – questa abbreviazione significa che l’obiettivo è dotato del motore di messa a fuoco top-end di Canon, il motore UltraSonic ad anello. Si tratta di un motore di messa a fuoco automatica veloce, silenzioso e potente che consente la disattivazione della messa a fuoco manuale a tempo pieno. (Diverso comunque dal motore Hyper Sonic) Viene utilizzato nella maggior parte degli attuali obiettivi Canon da obiettivi a basso costo fino a tele esotiche e obiettivi di classe L.
  • Micro USM : questo motore per autofocus è più piccolo e più semplice di USM utilizzato nella maggior parte degli obiettivi Canon. Come il fratello maggiore, è veloce e silenzioso se utilizzato in obiettivi più piccoli con elementi ottici più leggeri. Esiste tuttavia uno svantaggio: Micro USM generalmente non consente l’override del fuoco manuale.
  • STM – Motore per ridurre al minimo le vibrazioni e il rumore dell’autofocus durante la registrazione video, questo motore di messa a fuoco automatica si è progressivamente adattato per obiettivi Canon economici. 
  • AFD – Arc-Form Drive è il primo motore di messa a fuoco automatica utilizzato negli obiettivi EF Canon. È molto più rumoroso dei motori USM, un po lento e meno veloce. Ha anche tempi di reazione più lenti, quindi non segue i soggetti così come i motori più recenti. Non vi è alcun intervento manuale per la messa a fuoco manuale.
  • MM : questa sigla sta per Micro Motor, che è il motore AF meno avanzato utilizzato negli obiettivi Canon insieme all’AFD. Fondamentalmente, è una versione più piccola del motore AFD. Questo motore autofocus è utilizzato solo negli obiettivi Canon più economici. Questo motore non consente l’override manuale del fuoco come fanno i sistemi USM più sofisticati. È anche più rumoroso. Se un obiettivo di messa a fuoco automatica Canon non ha alcuna indicazione sul suo barile che tipo di motore AF viene utilizzato, è Micro motore o AFD.
  • PZ : acronimo di Power Zoom e utilizza un motore dedicato per modificare la lunghezza focale dell’obiettivo.
  • IS – questa è l’abbreviazione di Canon per la stabilizzazione ottica delle immagini, o semplicemente Image Stabilizer – un pezzo di tecnologia che muove alcuni degli elementi ottici dell’obiettivo per contrastare le vibrazioni e fornire risultati più nitidi quando si utilizza una bassa velocità dell’otturatore per l’acquisizione di soggetti statici.

Specifiche importanti

  • Macro : un obiettivo con tale designazione si concentra su distanze relativamente brevi e fornisce un ingrandimento 1: 1. Leggi la nostra guida sulla macrofotografia e guarda quali sono i migliori obiettivi macro.
  • Macro compatta : simile ai normali obiettivi macro, Compact Macro può mettere a fuoco molto vicino. 
  • MP-E – c’è solo un obiettivo Canon con tale designazione, ed è l’obiettivo Canon Canon MP-E 62mm f / 2.8 1-5x Macro . MP-E significa un’ottica ad elevatissimo ingrandimento: questa lente inizia a focalizzarsi ingrandendo dove le lenti macro regolari non arrivano.
  • TS-E – obiettivi con regolazione dell’inclinazione e dello spostamento utilizzati per ritratti creativi, paesaggi, fotografia macro e architettura. 
  • DO – Le lenti Diffractive Optics hanno elementi in vetro speciali che piegano la luce più delle normali ottiche. 
  • Softfocus : come si può intuire, le lenti Softfocus hanno una formula ottica che ha lo scopo di fornire risultati più morbidi di proposito. Tali obiettivi erano popolari decenni fa tra i fotografi cinematografici per la fotografia di ritratti, poiché nascondevano le imperfezioni della pelle e creavano un effetto “sognante” e luminoso. 
Fotografia Moderna è stata fondata nell'estate del 2015 per dare un nuovo volto alla community fotografica di internet. Iniziata come passione e hobby è diventato in poco tempo uno dei portali più visualizzati in Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018. Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.