La geometria della spirale aurea nella fotografia di Gaetano Barbella

La geometria nella sezione aurea vista da Gaetano Barbella in un interessante saggio che sfocia nel metafisico.

Geometria della sezione aurea

“Osservare lì dove gli altri sanno solo vedere”… “C’è un istante in cui tutti gli elementi che si muovono sono in equilibrio”..“Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà” …“È un’illusione che le foto si facciano con la macchina…si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa”. (Henri Cartier-Bresson)

La cattura del tempo di un retroscena metafisico

Osserviamo l’immagine della fotografia mostrata sopra, del riquadro ABCD dettato dalla spirale logaritmica o aurea. E immaginiamo che questo riquadro corrisponda a una grossa lastra di cristallo dove, come si sa dalla fisica ottica, qualsiasi raggio lo attraversa riflettendosi sulle facce interne. Intanto si notano, oltre alla spirale aurea, anche la suddivisione del rettangolo ABCD nei tre triangoli aurei segnati in rosa.

A destra della figura della scena del surfista è posto il dettaglio del suo braccio sinistro e si nota che l’orologio segue una direttiva parallela a quella della diagonale AC del rettangolo ABCD. Cosa comporta questa linea armonica con il tema dei tre triangoli aurici?

Vi deriva che la traiettoria del raggio relativo all’orologio, cioè la linea LG passante per F, continua il suo percorso entro il cristallo ABCD, riflettendosi ininterrottamente, senza riuscire ad andare in uno degli angoli, ovvero in “buca“, come si dice nel gioco del biliardo, immaginando che la fotografia sia il piano di un tavolo di gioco. E così “vincere” la sua partita. Ma ricordo che si

tratta di un supposto ipotetico discorso metafisico. Questo per traslare il “segno” dell’orologio nella supposta “partita” intavolata da supposti “dei” che si servono del surfista per i loro passatempi.

L’orologio simboleggia il tempo, caro a Saturno il dio della morte, e come può definirsi il tempo saturniano?

«Il Tempodice Giuliano Kremmerz, il noto studioso dell’Ermetismo –  è una divinità saturniana; vi si agita dentro lo stesso Saturno. A mezzanotte, la falce dell’inesorabile e famelico Dio si solleva e cade sulle cose compiute che non hanno più ritorno: L’onnipotenza di qualunque Nume non può distruggere né cancellare le cose che sono passate realmente nella vita. L’uomo può dimenticarle, ma nessun Dio distruttore può fare che non siano state. Saturno solo può troncarle, falciarle, farle spegnere, ma non può decretare che non siano esistite. È lui stesso che vi si oppone – …»

E come valutare il segno dell’orologio, simbolo del tempo saturniano?

Avendo stabilito di servirci della matematica, questo simbolo in algebra vale come segno meno (—), ma di conseguenza resta il fatto che resta prigioniero in “eterno” nel riquadro ABCD, che diventa la sua prigione, e anche questo vale come segno meno (—). Vi deriva l’operazione algebrica di moltiplica che lo trasforma in segno positivo (+). Ed è un fatto che fa mettere le ali ai piedi del surfista facendolo levitare sull’acqua magicamente.

Gaetano Bardella

Articoli che ti possono interessare:

Ho fondato Fotografia Moderna nell'estate del 2015 per dare una nuovo volto alla community di fotografi italiani. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2019 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2020. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.