Guida alla Risoluzione nella Fotografia

Ma che cos'è la risoluzione nella fotografia? E' sempre uguale? Quando diventa importante avere una risoluzione grande?

0
95
La risoluzione nella fotografia

Quante volte abbiamo sentito questo termine “risoluzione” nella fotografia? Purtroppo molte volte viene anche abusato, utilizzato in maniera sbagliata. E poiché è un argomento molto complicato, ho deciso di scrivere questo articolo per fare maggior chiarezza su questo argomento e capire che ogni sfumatura diversa della fotografia ha un valore di risoluzione relativo, che non è intercambiabile con gli altri elementi.

Tranquillo, una volta che avrai compreso questi concetti avrai una maggior consapevolezza dei tuoi mezzi.

Risoluzione della fotocamera e dell’immagine

Il sensore della fotocamera è composto da milioni di pixel, piccoli quadrati minuscoli sensibili alla luce. Ognuno di questo pixel registra la luce che lo colpisce. Questi pixel non possono essere identificati se non si ingrandisce un’immagine digitale.

Infatti allargando una foto scoprirai che l’intera foto è composta da linee interconnesse a righe e colonne che formano come dei piccoli quadrati pieni di colore. Queste caselle sono appunto i pixel.

La risoluzione è la capacità della fotocamera di classificare e presentare queste informazioni delle immagini, i dettagli, i motivi e le trame. La risoluzione della fotocamera è dell’immagine si misura in PPI, ovvero Pixel Per Inch, pixel per centimetro.

Come misurare la risoluzione

La risoluzione può essere misurata per le classiche dimensioni altezza e larghezza. L’esempio più immediato infatti viene quando si descrive la risoluzione delle fotocamere. Facciamo un esempio: 3904×2598 (la larghezza e l’altezza del sensore) fa come risultato 10.142.592 pixel. Se dividiamo questo numero per 1 milione si raggiunge la cifra di 10.1 Megapixel.

Quindi 1 megapixel equivale ad un milione di pixel.

Troverai nelle indicazioni sia Megapixel, che MP ma anche Mpx, è la stessa identica cosa.

Risoluzione nelle stampe delle foto

Questo è proprio uno di quei casi che ti dicevo all’inizio, dove la risoluzione ha una vera e propria importanza. Infatti più è alto il numero di pixel in un’immagine, più ci sono informazioni, maggiore sarà la risoluzione.

Cosa comporta una risoluzione più elevata?

Maggiori dettagli nelle immagini e di conseguenza e più semplice stampare foto in dimensioni più grandi con buona tonalità e precisione di colore.

Risoluzione dello scanner

Hai trovato questo parametro quando stavi per acquistare uno scanner per diapositive? Devi sapere che qualsiasi immagine analogica può essere trasformata in digitale proprio grazie ad uno scanner.

Ma la domanda ora è, quanto sarà nitida quell’immagine? Dipende tutto dal valore dei PPI, ovvero la risoluzione che lo scanner produce quando si sposta orizzontalmente e verticalmente su un elemento nella fase della conversione in digitale.

Maggiore sarà il valore di PPI, maggiore sarà il numero di informazioni che verranno acquisite dell’immagine. Questo comporta ad una qualità superiore, ma anche ad una possibilità di modificare o manipolare l’immagine in post-produzione.

Quasi sicuramente dovrai fare un po’ di pulizia quando porti un’immagine analogica nel digitale, il rumore fotografico sarà molto più evidente e ci saranno delle piccole imperfezioni da aggiustare.

Una maggior risoluzione di scansione consente anche di realizzare successivamente stampe più grandi.

Di solito per eseguire la scansione di stampe in maniera più che dignitosa si consigliamo almeno 300 ppi per le foto, almeno 600 invece se sono documenti con disegni a penna o a matita.

La risoluzione del monitor

I monitor per fotografia sono misurati di solito per pollici, pertanto l’immagine che vedrai trasmessa non è nient’altro che la famosa composizione di quadrati orizzontali e verticali che anche prima abbiamo identificato come pixel.

Il numero dei pixel che si possono vedere sul monitor rappresenta la risoluzione dello schermo.

Ora ti faccio notare una cosa, un’immagine con lo stesso numero di pixel varia a seconda del monitor dove viene vista poiché il numero dei pixel viene ampliato, o ridotto, su schermi differenti.

Un pixel su un display comunque non è nient’altro che una combinazione di 3 colori: rosso, verde, blu. Il famoso RGB.

Quindi la risoluzione di un monitor viene misurata in pixel per pollice, oppure semplicemente PPI.

Risoluzione della stampante

In questo caso è leggermente diversa, la risoluzione della stampante fotografica misura la capacità della stampante di stendere l’inchiostro, a colori o in bianco e nero, per riprodurre nella maniera più accurata un’immagine digitale.

La risoluzione è misurata in punti d’inchiostro per pollice oppure DPI.

La tipica stampante laser ha una risoluzione di 600ppi, mentre le stampanti a getto d’inchiostro possono avere anche una risoluzione di 2400 dpi.

Se ancora non hai capito la differenza, ti consiglio di approfondire il discorso leggendo quest’articolo sulle differenze tra DPI e PPI altrimenti rischi di sbagliare.

Ed è proprio questo il motivo per cui vengono utilizzate le stampanti ad inchiostro per stampare le foto, poiché l’alta risoluzione di queste riesce a fornire una riproduzione più accurata dei colori, delle ombre e delle luci della foto.

Le stampanti a inchiostro hanno dai 4 ai 10 colori da utilizzare per la stampa. Ma aspetta, non devi pensare che più DPI ha la tua stampante più sarà bella la tua foto.

Questo diventa possibile solo se l’immagine iniziale ha più pixel, una risoluzione elevata, altrimenti diventa tutto inutile.

Prova a ingrandire un’immagine e vedrai subito quanto i pixel diventano grandi e nitidi.

Pertanto, se vuoi stampare una foto nitida e di qualità, la tua immagine dovrà contenere un gran numero di pixel. E’ per questo motivo che i megapixel diventano importanti.

Conclusione

Hai le idee più chiare ora sulla risoluzione nella fotografia? Ogni apparecchiatura la misura in maniera diversa a il valore di conseguenza non è sempre uguale. È molto importante capire come funziona la risoluzione di ogni componente per ottenere la migliore immagine possibile.

Per fartela breve, una fotocamera da 12 Megapixel è eccessiva per le immagini pubblicate sui social o sul web, ma allo stesso tempo una stampante da 300 DPI potrebbe non essere adeguata per realizzare una stampa di buona qualità.

Fotografia Moderna, fondata nell'estate del 2015 è riuscita a dare un nuovo volto alla community fotografica italiana. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raccogliere più di 1 Milione di visitatori nel 2018 e quasi 2 Milioni di utenti nel 2019. Cercheremo di superare ogni record in questo 2020! Cerchiamo sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, ci divertiamo a fare recensioni di attrezzature fotografiche, lezioni e consigliare con le nostre guide all'acquisto alle migliori alternative sul mercato.