HomeLezioni di FotografiaCulturaLa vera storia della foto del bacio a Times Square di Alfred...

La vera storia della foto del bacio a Times Square di Alfred Eisenstaedt 

È forse l’immagine più iconica della fine della guerra: “V-J Day in Times Square”. Un marinaio bacia un’infermiera, accompagnandola in un casqué durante i festeggiamenti per la Giornata della vittoria sul Giappone (conosciuta nei paesi anglofoni come Victory over Japan Day o V-J Day).

Questa foto fu scattata alle 17:51 del 14 agosto 1945 dal fotografo Alfred Eisenstaedt con una Leica IIIa, durante le manifestazioni di gioia spontanee a New York per la fine della guerra. Pubblicata dalla rivista LIFE, divenne l’immagine simbolo del giubilo degli americani per la fine della Seconda Guerra Mondiale. Ma come tutte le immagini storiche, ha una storia che in parte contraddice quanto si vede.

Greta e George

Anzitutto, i protagonisti: la donna baciata, morta nel settembre 2016 all’età di 92 anni, si chiamava Greta Zimmer Friedman e lavorava come infermiera presso un dentista di Times Square. Il marinaio era George Mendonsa, secondo la maggior parte dei giornalisti che hanno indagato su quella foto, anche se molti altri si sono fatti avanti dopo la pubblicazione.

Perfetti sconosciuti

I due non si conoscevano; si incontrarono durante la festa in strada, un momento di bisboccia e follia dopo l’annuncio del Presidente Truman che gli Stati Uniti erano finalmente usciti dall’incubo della guerra, che era costata 413.000 morti.

Nessun romanticismo

“Non era proprio un bacio,” rivelò la Friedman in un’intervista del 2005 per il progetto Veterans History, “era solo qualcuno che festeggiava, non un evento romantico. Era solo un modo per ringraziare Dio che la guerra fosse finita.” E aggiunse: “Quell’uomo era molto forte. Io non lo stavo baciando. Fu lui a baciare me.” Negli anni a venire, con l’avvento del femminismo, alcuni ipotizzarono che più che un gesto romantico, fosse stato una sorta di violenza.

Nessuna posa

La posa romantica del bacio era molto in voga negli anni ’40 e i fotografi la richiedevano spesso. Ma in quel caso, Eisenstaedt fu attirato da un evento spontaneo. Forse Mendonsa voleva ripetere ciò che aveva visto fare in una foto. “Arrivammo a Times Square,” raccontò lui alla CNN, “quando vidi l’infermiera. Avevo bevuto qualche drink, ed ebbi l’istinto di afferrarla.”

La versione del fotografo

“A Times Square nel V-J Day, ho visto un marinaio correre lungo la strada afferrando qualsiasi ragazza vedesse. Che fosse una nonna, robusta o magra non faceva differenza. Stavo correndo davanti a lui con la mia Leica, guardandomi indietro, ma nessuno degli scatti mi piaceva. Poi, all’improvviso, in un lampo, ho visto che afferrava qualcosa di bianco: mi sono girato e ho cliccato nel momento in cui il marinaio baciava l’infermiera. Se lei fosse stata vestita con un abito scuro, non avrei mai preso l’immagine. Lo stesso se il marinaio avesse indossato una divisa bianca. Ho scattato esattamente quattro immagini, in pochi secondi. Solo una era giusta, a causa del bilanciamento. Nelle altre l’enfasi era sbagliata – il marinaio sul lato sinistro era troppo piccolo o troppo alto. La gente mi dice che quando sarò in cielo, mi ricorderanno per questa immagine.” (Alfred Eisenstaedt, 1898 – 1995).

Perdiamoci di vista

Poiché stava fotografando eventi in rapida evoluzione durante le celebrazioni, Eisenstaedt non riuscì a ottenere i nomi della coppia. La piazza si affollò presto e fotografo e protagonisti si persero di vista. Negli anni a venire, molti impostori si sono fatti avanti, affermando di essere Greta e George.

Un’altra foto

Quel bacio rubato per le strade di New York non colpì solo Alfred Eisenstaedt, ma anche il fotografo militare Victor Jorgensen, la cui foto fu pubblicata il giorno dopo sul New York Times. I soggetti sono gli stessi, ma visti di lato. La versione frontale di Eisenstaedt evidentemente piacque di più.

L’occhio scientifico

Alcuni ricercatori dell’Università del Texas e dell’Iowa hanno analizzato gli ingrandimenti degli scatti di Eisenstaedt e Jorgensen e sono riusciti a scoprire – studiando le ombre e osservando le lancette degli orologi stradali – che i due si sono baciati alle 17:51 e che le foto sono state scattate a sud della 45° strada, guardando a nord da una posizione in cui Broadway e la Settima Strada convergono.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI