Perché i Fotografi dovrebbero avere un Blog

Perché i fotografi dovrebbero avere un blog
Perché i fotografi dovrebbero avere un blog

Parliamoci chiaro, un fotografo senza pubblico è come una goccia nel mare, esiste, ma nessuno la nota. Il blog potrebbe dare una grande mano a quel fotografo nel farsi notare tra centinaia di fotografi, vediamo come.

Il blog per i fotografi purtroppo è sempre stato un punto dolente, se uno diventa fotografo evidentemente è portato alla comunicazione visiva, non di sicuro tramite saggi o romanzi, quindi l’ultima arma che vorrebbe utilizzare.

Ma fidatevi, un blog, aiuterà e non poco un fotografo.
Sopratutto se si tratta di un’agenzia fotografica.

Ricordatevi sempre, non state solamente fotografando, quando postate i vostri lavori, sopratutto sui social network, vi state vendendo!
Gli scatti pubblicati, se saranno apprezzati da chi li sta guardando, potrebbero dare il via a nuovi lavori!

Abbiamo analizzato in passato casi di successo, grazie ai loro blog, la mutazione ha formato fotografi amatoriali in veri e propri personaggi, ritagliandosi un ruolo all’interno del panorama fotografico social.

Il blogging è più potente che mai!

Perché i fotografi dovrebbero avere un blog

Non bisogna essere un’esperto SEO per capire che il motore di ricerca più famoso al mondo, Google, seleziona i contenuti migliori per inserirli alle prime posizioni.
E non bisogna essere un ingegnere informatico per capire che se un fotografo si trova in prima posizione nella ricerca “fotografi Roma” avrà più successo di uno che nemmeno esce nei risultati.

Ma Google da cosa valuta se un sito deve apparire o no tra i primi posti? Dal contenuto? Anche, ma sopratutto dalla sua rilevanza, da quanti utenti lo seguono, lo commentano e condividono.

Un fotografo che si trova nelle prime posizioni per determinate chiavi di ricerca è sicuramente favorito su un fotografo che non è nemmeno menzionato su Google. Ricordatevelo sempre!

Un gruppo di ricerca di informatici americani ha studiato che più del 40% dei clienti cerca il servizio su internet.
Questo vuol dire che ormai un utente prima di provare un servizio cerca su Google.

Se voi dovete cercare un fotografo per il vostro matrimonio per esempio cosa cercate?
Fotografo Roma Matrimonio“, sicuramente il primo che appare in questa ricerca avrà più possibilità di trovare lavoro!

Un blog aiuta un fotografo

L’utilizzo di post adeguati, sulle proprie pagine aiuterà il rapporto con il clienti.
Verranno educati sul vostro lavoro, sul come lavorate, e cosa molto importante, renderà la vostra azienda un successo, fidelizzando i clienti nel lungo periodo.

Sì perché la costanza di pubblicare articoli, almeno due volte alla settimana, consolida fortemente il brand di un fotografo.
Abbiamo scritto un articolo riguardo il Brand Fotografico, dategli un’occhiata se state cercando di creare un marchio.

Avere un marchio solido aiuta moltissimo. Primo motivo? Semplice, vi fidate di un marchio come la Nike o di una marca mai sentita prima (a parità di prezzo logicamente).
Vi siete risposti!

Man mano che il vostro blog verrà seguito, inizierete anche ad assumere una certa autorità all’interno della vostra nicchia.

Un consiglio, non è importante la quantità dei post, ma la qualità, non serve pubblicare più articoli al giorno, bastano davvero anche due articoli alla settimana, importante è la coerenza.

 

Avete dei blog dove esprimete il vostro pensiero in ambito fotografico? Segnalatelo nei commenti!

Articoli correlati: