HomeNews FotografiaL'orango triste vince gli Environmental Photography Awards 2024

L’orango triste vince gli Environmental Photography Awards 2024

Un orango sfruttato che indossa un paio di pantaloncini ha vinto il premio principale del Premio di Fotografia Ambientale di quest’anno, organizzato dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco. La foto, intitolata “See No Evil”, è stata scattata dal fotoreporter e regista Aaron Gekoski, che ha anche vinto nella categoria “Umanità contro Natura”.

Il concorso ha sei categorie principali: “Umanità contro Natura”, “Change Makers: Reasons for Hope”, “Ocean Worlds”, “Into the Forest”, “Polar Wonders”, il Public Award e lo Students’ Choice Award.

Gekoski, fotografo di fama internazionale specializzato in conflitti uomo-animale, viaggia per il mondo da oltre 15 anni documentando temi come il commercio illegale di animali selvatici, la deforestazione, la conservazione marina e il turismo animale. Parlando della sua immagine vincitrice, Gekoski ha spiegato: “Al Safari World di Bangkok, gli oranghi vengono utilizzati negli spettacoli da decenni. Ogni giorno sono costretti ad esibirsi davanti a un pubblico pagante. Dopo gli spettacoli, aspettano stoicamente che i turisti scattino foto con loro. Sotto l’apparenza scintillante si nasconde un mondo oscuro fatto di attività illegali e abusi sugli animali. Gli oranghi utilizzati negli spettacoli vengono spesso rubati in natura, contrabbandati oltre confine e poi addestrati con metodi crudeli.”

La storia dietro questa immagine è triste. Gli oranghi condividono il 97% del nostro DNA e, nel 2004, più di 100 oranghi sono stati confiscati al Safari World di Bangkok, dove è stata scattata questa foto. Si scoprì che erano stati importati illegalmente dall’Indonesia, ma qualche anno dopo gli spettacoli ripresero. I cuccioli di orango vengono catturati in natura e le loro madri uccise, per essere utilizzati nelle attrazioni turistiche. Questi animali intelligenti e maestosi trascorrono poi il resto della loro vita in una gabbia, torturati fino alla sottomissione.

Giunto alla sua quarta edizione, il Premio di Fotografia Ambientale della Fondazione mira a diventare un evento di riferimento per i fotografi naturalisti e ambientalisti che lavorano per proteggere il pianeta. Tutte le foto vincitrici saranno esposte alla Promenade du Larvotto di Monaco fino al 30 luglio, dopodiché partiranno per un tour internazionale.

Aaron Gekoski è stato votato all’unanimità vincitore assoluto dai membri della giuria, oltre a vincere le categorie “Umanità contro Natura” e “Change Makers: Reasons for Hope”. Ha ricevuto una sovvenzione totale di 7.000 euro (7.500 dollari) e un viaggio in Ecuador per visitare la base di ricerca della SEK International University nella foresta amazzonica.

Il concorso per l’edizione 2025 sarà aperto sul sito dell’Environmental Photography Award dal 3 settembre al 3 novembre 2024.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI