HomeNews FotografiaSony A9 III Presentata Ufficialmente: Otturatore globale e 120 fps!

Sony A9 III Presentata Ufficialmente: Otturatore globale e 120 fps!

Sony ha sorpreso tutti presentando la sua ultima creazione, la Sony A9 III. Questa fotocamera è dotata di un rivoluzionario otturatore globale, in grado di catturare fino a 120 fotogrammi al secondo e di offrire una sorprendente sincronizzazione del flash.

Negli ultimi anni, nel mondo della fotografia, le vere innovazioni e le tecnologie completamente nuove sono state piuttosto rare. La A9 III di Sony rappresenta un notevole passo avanti dal punto di vista tecnologico, essendo la prima fotocamera full-frame al mondo ad adottare un sistema di otturatore globale. Questa innovazione potrebbe rivelarsi estremamente interessante, specialmente per i fotografi sportivi.

Il vantaggio principale dell’otturatore globale è che permette di esporre l’intera area del sensore della Sony A9 III contemporaneamente, eliminando il fastidioso effetto rolling shutter e le distorsioni spesso associate ai soggetti in rapido movimento, situazione comune in fotografia sportiva.

Le notevoli implicazioni di questa nuova tecnologia diventano evidenti non solo osservando il suo incredibile tempo di posa minimo di 1/80.000 di secondo (con un massimo di 1/16.000 di secondo in modalità scatto continuo), ma soprattutto considerando la straordinaria sincronizzazione del flash a tutte le velocità dell’otturatore, che può arrivare fino a 1/80.000 di secondo. Questo rappresenta una vera svolta per molti fotografi, considerando che di solito i tempi di sincronizzazione del flash si aggirano intorno a 1/250 di secondo.

Grazie all’otturatore globale, gli effetti indesiderati come lo sfarfallio e il banding diventano molto meno probabili, offrendo un’esperienza fotografica notevolmente migliorata.

24,6 Megapixel e 120fps

Sony A9 III

24,6 megapixel e una velocità di raffica da 120 fps caratterizzano il sensore a strati della Sony A9 III, il quale funziona con una risoluzione di 24,6 megapixel ed è montato in modo mobile. Lo stabilizzatore d’immagine a 5 assi può compensare ben 8 stop senza la necessità di un obiettivo stabilizzato aggiuntivo. Utilizzando la modalità Composite RAW, è possibile combinare fino a 32 immagini in una registrazione ad alta risoluzione con basso rumore.

Sony ha scelto di non concentrarsi su una risoluzione superiore ai 30 megapixel con l’A9 III, ma punta invece alla massima velocità possibile.

Dimenticate tutto quello che ho detto negli ultimi giorni riguardo a una velocità di scatto continuo leggermente inferiore con i sensori dell’otturatore globale. La Sony A9 III crea incredibili 120 fotogrammi al secondo alla massima risoluzione (RAW a 14 bit) con messa a fuoco automatica e senza blackout nel mirino.

La velocità massima può essere mantenuta per 192 immagini. Poiché non si desidera utilizzare i 120 fps in modo permanente, ma a volte solo per una frazione di secondo, ad esempio per catturare un momento assolutamente cruciale nello sport, Sony ha dotato la fotocamera di una nuova modalità di aumento della velocità. Utilizzando il nuovo pulsante C5 sulla parte anteriore della fotocamera, puoi attivare 120 fps solo per un breve periodo mentre tieni premuto il pulsante di scatto e, ad esempio, scatti a 20 fps. Quando si rilascia il pulsante C5, continua normalmente a 20 fps. Sembra una funzionalità piuttosto utile per i fotografi sportivi.

Poiché la revisione di diverse centinaia di immagini quasi identiche può essere piuttosto noiosa, le foto scattate a 120 fps vengono riprodotte dall’A9 III come video durante la revisione delle immagini.

Vale la pena menzionare anche la nuova modalità di pre-acquisizione dell’A9 III. Fondamentalmente, questa tecnologia è già nota per altre fotocamere; con la A9 III puoi registrare 120 immagini al secondo fino a un secondo prima che venga premuto l’otturatore. La modalità pre-cattura ha inoltre lo scopo di aiutarti a catturare il momento perfetto.

L’Autofocus impressionante della nuova Sony

Sony A9 III

Sony promette alla Sony A9 III una messa a fuoco automatica di prim’ordine e una capacità di riconoscimento del soggetto senza pari tra tutte le fotocamere Sony, con la straordinaria capacità di effettuare fino a 120 calcoli AF/AE al secondo. In particolare, si afferma che il riconoscimento degli occhi umani e dei movimenti umani ha subito notevoli miglioramenti.

I resoconti dettagliati dei test dovrebbero mostrare quanto questi miglioramenti siano significativi rispetto ai modelli precedenti, come l’A7r V. In linea di principio, la Sony A9 III punta a un impressionante arsenale di 759 punti di messa a fuoco e una copertura del sensore dell’95,6%. L’autofocus dovrebbe funzionare in modo affidabile anche in condizioni di illuminazione fino a -5 EV (a f/1.8), e naturalmente è equipaggiata con una unità di elaborazione AI aggiuntiva.

Un’apprezzata innovazione aggiuntiva è l’introduzione di due dimensioni extra per il campo di misurazione autofocus selezionato, affiancando le tre dimensioni tradizionali. Oltre a queste, l’A9 III offre anche le opzioni “extra small” ed “extra large”, aumentando la versatilità dell’autofocus.

EVF da 9,44 Milioni di Pixel e Display Flessibile

Sony A9 III

Il mirino elettronico della Sony A9 III vanta 9,44 milioni di pixel di risoluzione e offre un ingrandimento di 0,9x. Non c’è motivo di temere interruzioni nell’osservazione né una perdita di qualità dell’immagine, grazie a una frequenza di aggiornamento di 120 Hz. La qualità dell’immagine subisce una riduzione soltanto con la frequenza massima di 240 fps.

Il Sony A7r V è stato oggetto di numerosi elogi l’anno scorso per il suo innovativo meccanismo di visualizzazione, che permette l’inclinazione verso l’alto e il basso dietro l’alloggiamento E e la piegatura a sinistra dell’alloggiamento. Ora, la Sony A9 III offre anch’essa uno schermo flessibile, con una risoluzione di ben 2 milioni di pixel e una dimensione di 3,2 pollici.

Caratteristiche della Sony A9 III

Facciamo un riepilogo:

  • Design della Maniglia e Ergonomia dell’Alloggiamento Rivisitati: Il design della maniglia e l’ergonomia dell’alloggiamento sono stati completamente ripensati per offrire una presa più comoda e una maggiore facilità d’uso.
  • Tendina dell’Otturatore che si Chiude: Quando si cambiano gli obiettivi, la tendina dell’otturatore si chiude per proteggere il sensore da polvere e particelle indesiderate.
  • Custodia Resistente alle Intemperie: La fotocamera è dotata di una custodia resistente alle intemperie, principalmente realizzata in lega di magnesio, che la rende robusta e pronta per sfidare le condizioni avverse.
  • WLAN (IEEE 802.11ac) con Supporto MIMO 2×2: La Sony A9 III è equipaggiata con una connettività WLAN (IEEE 802.11ac) che supporta MIMO 2×2, garantendo un trasferimento dati due volte più veloce rispetto al modello precedente.
  • Doppio Slot per Schede di Memoria: La fotocamera offre spazio per due schede di memoria SD o CFexpress di tipo A, consentendo una maggiore capacità di memorizzazione e flessibilità nell’uso.

Prezzo e Disponibilità

Le nuove tecnologie hanno un costo: il prezzo di vendita consigliato della Sony A9 III è di 6.999 euro. La fotocamera sarà disponibile a partire da gennaio 2024, con la possibilità di preordini prevista a partire dall’8 novembre 2023.

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI