HomeLezioni di FotografiaCulturaIl sensore da 1 pollice in un telefono ne vale la pena?

Il sensore da 1 pollice in un telefono ne vale la pena?

La tecnologia delle fotocamere negli smartphone ha compiuto notevoli progressi negli ultimi anni. Laddove un tempo si potevano osservare scatti sfocati e pixelati, oggi ci troviamo di fronte a immagini pixel-perfette, chiare sia in condizioni di scarsa illuminazione che in giornate soleggiate.

Tra le tecnologie di punta nel campo delle fotocamere, si colloca il famoso sensore da 1 pollice, che ora sta facendo la sua comparsa sugli smartphone di fascia alta nel 2023. Tuttavia, la questione è: cosa implica esattamente il termine “sensore da 1 pollice” e vale la pena di considerarlo? Potresti rimanere sorpreso nel scoprire che il concetto non è così semplice come sembra a prima vista.

Tuttavia, non c’è motivo di preoccuparsi; qui ti fornirò tutte le informazioni che devi conoscere riguardo ai sensori da 1 pollice nelle fotocamere degli smartphone e spiegheremo perché non tutto è come potresti immaginare.

Cos’è il sensore della fotocamera da 1 pollice in un telefono?

Si presume che il termine “sensore da 1 pollice” faccia riferimento alle dimensioni del sensore della fotocamera e suggerisca un diametro di 1 pollice. A prima vista, questa interpretazione avrebbe senso; tuttavia, la realtà è un po’ diversa.

In realtà, un “sensore da 1 pollice” misura 13,2 mm x 8,8 mm, con una diagonale di 15,86 mm, lontana dalla diagonale di 1 pollice (25,4 mm) che ci aspetteremmo. Allora, da dove proviene il termine se non dalla dimensione effettiva?

La spiegazione risale alle prime tecnologie fotografiche. Negli anni ’30, le videocamere utilizzavano tubi a vuoto di vetro per trasmettere gli elettroni lungo la lunghezza del tubo fino al sensore fotosensibile. Il diametro esterno di questi tubi aumentava da ½ pollice a ⅔ pollice e infine a 1 pollice, ma il sensore fotosensibile effettivo era sempre molto più piccolo, solitamente circa due terzi del diametro del tubo. Tuttavia, dal momento che tecnicamente i tubi facevano parte della tecnologia di rilevamento dell’immagine, i produttori potevano commercializzarli come sensori da 1 pollice.

Allora, perché i sensori delle fotocamere degli smartphone vengono definiti “sensori da 1 pollice”? La ragione risiede nelle dimensioni del sensore, che sono le stesse dimensioni del sensore che sarebbe stato montato su un tubo a vuoto da 1 pollice (almeno 9 x 12 mm) in una delle prime videocamere.

È così che i marchi possono tecnicamente utilizzare questo termine di marketing, anche se può risultare fuorviante.

Come calcolare la dimensione del sensore della fotocamera del telefono

Anche se non è possibile calcolare le dimensioni esatte, esiste un buon metodo approssimativo per avere un’idea delle dimensioni del sensore all’interno di uno smartphone, a condizione che le dimensioni siano espresse in pollici.

Se prendi la dimensione dichiarata del sensore e la moltiplichi per due terzi, otterrai una stima delle dimensioni diagonali del sensore.

Prendiamo ad esempio il sensore da 1 pollice dello Xiaomi 13 Pro; due terzi di 25 mm (1 pollice) sono circa 16 mm, molto vicini alle effettive dimensioni diagonali di 15,86 mm del sensore da 1 pollice.

Nel frattempo, la fotocamera principale da 200 MP del Samsung Galaxy S23 Ultra utilizza un sensore da 1/1,3 pollici. Due terzi di 19,53 mm (1/1,3 pollici) sono 13,02 mm, il che dimostra che il sensore primario da 1 pollice dello Xiaomi 13 Pro è circa 2,84 mm più largo sulla diagonale.

Questo è un piccolo trucco pratico per aiutarti a confrontare le dimensioni dei sensori delle fotocamere degli smartphone.

Vale la pena comprare un telefono con un sensore della fotocamera da 1 pollice?

Nonostante i termini di marketing fuorvianti che circondano la tecnologia della fotocamera, c’è comunque un notevole aumento delle prestazioni complessive della fotocamera perché il sensore è fisicamente più grande della stragrande maggioranza dei sensori per fotocamere degli smartphone attualmente in uso.

Se ciò si traduce in una migliore qualità, migliori prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione o accuratezza del colore dipende dal produttore, ognuno dei quali adotta un approccio leggermente diverso alla tecnologia. Indipendentemente da ciò, i risultati sono generalmente impressionanti: c’è una ragione per cui modelli come Xiaomi 13 Pro e Vivo X90 Pro sono in primo piano nella nostra selezione dei migliori cellulari con fotocamera.

Tuttavia, ciò non significa che sia necessario un sensore da 1 pollice per scattare foto eccezionali. Prodotti del calibro di Google Pixel 7 Pro e Samsung Galaxy S23 Ultra sono leader nella qualità dell’immagine senza utilizzare un sensore da 1 pollice, così come l’iPhone 14 Pro. Quindi, c’è ancora molta soddisfazione da ottenere senza la necessità di questo tipo di sensore.

Altri articoli:

Alessio Fabrizi
Alessio Fabrizi
Alessio, fondatore di Fotografia Moderna dal lontano 2015 con l'obiettivo di creare una community unita di fotografi italiani. Cerco sempre notizie che possano interessare gli appassionati di fotografia, mi diverto a fare recensioni di attrezzature fotografiche e consigliare con guide all'acquisto le migliori alternative sul mercato. Iniziata come passione è diventato in poco tempo uno dei portali più cliccati d'Italia arrivando a raggiungere più di 1 milione di appassionati ogni anno finendo per essere un lavoro a tempo pieno dove ogni giorno impiego il mio tempo per cercare notizie o migliorare il sito.
ALTRI ARTICOLI

Lascia un commento

Scrivi qui il tuo commento
Aggiungi il tuo nome qui

ULTIMI ARTICOLI

LE MIGLIORI OFFERTE DEL GIORNO